Piano di valutazione USR SARDEGNA

  • Denominazione: Triennio 2016/17-2018/19
  • Anno Scolastico: 2017/18
  • Versione: 9
  • Data Pubblicazione: 14/10/2018

OBIETTIVO

Sostenere i processi di innovazione attraverso:
Adottare tutte le misure necessarie a garantire lo svolgimento delle prove standardizzate nazionali nelle classi interessate secondo la normativa vigente e a ridurre il fenomeno del "cheating"

Traguardo

Indicare nei documenti programmatici o contrattuali le azioni informative formative sulle prove standardizzate nazionali previste dagli indicatori A1.1- A1.2- A1.3. Realizzare e documentare annualmente le azioni perviste dagli indicatori A1.4- A1.5- A1.6- A1.7- A1.8 (almeno una per ogni indicatore)

Indicatore

A1.1 Indicare nel piano annuale delle attività le azioni informative e formative rivolte ai docenti che la scuola intende condurre sulle seguenti tematiche: finalità e tipologia delle prove; quadri di riferimento Invalsi; protocollo di somministrazione; svolgimento e correzione delle prove; il fenomeno del ‘cheating’; ecc. A1.2 Precisare nel piano annuale delle attività (e nella contrattazione di istituto) gli impegni del personale nelle giornate di svolgimento e correzione delle prove nazionali. A1.3 Programmare annualmente azioni informative e formative rivolte agli studenti delle classi coinvolte orientate ad esplicitare lo scopo delle prove nazionali e ad analizzare le loro caratteristiche, il carattere di obbligatorietà istituzionale delle prove, compreso il corretto svolgimento e le conseguenze per comportamenti inadeguati miranti a travisare, ostacolare o impedire la somministrazione delle stesse. A1.4 Programmare annualmente azioni informative e formative rivolte ai genitori degli studenti delle classi coinvolte orientate ad esplicitare lo scopo delle prove nazionali e ad analizzare le loro caratteristiche. A1.5 Documentare le azioni informative e formative rivolte ai docenti, agli studenti e ai genitori sulle prove nazionali. A1.6 Prevedere concrete azioni di analisi dei “Quadri di riferimento” dell’Invalsi da parte dei dipartimenti delle aree disciplinari coinvolte nelle prove. A1.7 Prevedere concrete azioni di analisi dei risultati restituiti dall’Invalsi negli organi collegiali (Collegio dei Docenti, Consiglio di Istituto, Consigli delle classi coinvolte) e in appositi gruppi di lavoro. A1.8 Promuovere la somministrazione per classi parallele di prove di verifica di provata validità e attendibilità volte ad accertare le competenze linguistiche e logico-matematiche prevedendo anche l’inserimento delle tipologie contemplate nel repertorio delle prove Invalsi.

OBIETTIVO

Sostenere i processi di innovazione attraverso:
Sviluppare concrete azioni di realizzazione del curricolo per competenze, di formazione del personale, di utilizzo di metodologie innovative per contrastare le difficoltà di apprendimento e innalzare la qualità delle conoscenze, abilità e competenze degli studenti

Traguardo

Declinare nel PTOF il quadro delle competenze chiave trasversali o afferenti agli assi culturali che costituiscono la cornice di riferimento dell’azione formativa. Realizzare e documentare annualmente le azioni previste dagli indicatori A2.3 - A2.4 orientate allo sviluppo di una didattica per competenze. Implementare l’analisi dei bisogni formativi del personale scolastico, progettare e realizzare un piano di formazione triennale articolato in unità formative secondo quanto precisato negli indicatori A2.5 - A2.6 - A2.7 - A2.8 - A2.9. Indicare nel PTOF e negli altri documenti programmatici dell’attività didattica le strategie e le tecniche adottate per sviluppare competenze, abilità e conoscenze. Documentare le strategie e gli interventi didattici finalizzati a contrastare le difficoltà di apprendimento o ad innalzare la qualità degli apprendimenti in conformità con gli indicatori A2.10- A2.11 - A2.12

Indicatore

A2.1Indicare nel PTOF le competenze chiave di cittadinanza/per l’apprendimento permanente e le competenze di base afferenti agli assi culturali che costituiscono il quadro di riferimento comune della progettazione curricolare. A2.2Precisare nelle programmazioni degli organi collegiali competenti e nella progettazione delle unità di apprendimento le competenze di cittadinanza e per l’apprendimento permanente e le competenze d’asse culturale coinvolte e le prove esperte/compiti di realtà capaci di evidenziare il livello delle competenze raggiunte. A2.3 Sviluppare in ogni classe nel corso dell’a.s almeno 2-3 unità di apprendimento pluri-interdisciplinari per lo sviluppo di competenze declinate al punto A2.2. A2.4Documentare azioni e risultati della progettazione per competenze e modalità di verifica e certificazione delle competenze. A2.5 Prevedere nel PTOF l’analisi dei bisogni formativi del personale indicando le modalità e gli strumenti della rilevazione. A2.6 Con riferimento al PNF, indicare nel PTF incluso nel PTOF le concrete UF che la scuola intende promuovere nel corso del triennio con una stima dei docenti che vi parteciperanno. A2.7 Indicare nelle UF: a) il risultato atteso del processo formativo, b) le attività in presenza e a distanza, c) le attività di ricerca-sperimentazione in classe. A2.8. Garantire una UF per anno scolastico ad ogni unità di personale. A2.9 Documentare annualmente i percorsi delle UF e le conseguenti sperimentazioni realizzate. A2.10 Indicare nel PTOF metodologie e strategie didattiche adottate evidenziando il nesso tra tali metodologie e le conoscenze, abilità, competenze promosse. A2.11 Documentare le azioni didattiche condotte ritenute significative per contrastare le difficoltà di apprendimento o per innalzare la qualità degli apprendimenti. A2.12 Documentare i risultati, in termini di qualità degli apprendimenti, conseguiti con le suddette metodologie e con l’implementazione delle conseguenti azioni didattiche

OBIETTIVO

Sostenere i processi di innovazione attraverso:
Adottare azioni finalizzate alla dematerializzazione, alla digitalizzazione e allo sviluppo delle ICT nella didattica, avuto altresì riguardo all'Agenda digitale della Sardegna e al Progetto Scuola Digitale Sardegna

Traguardo

Implementare nel PTOF un Piano di Miglioramento con azioni coerenti con il PNSD comprensivo delle misure che la scuola intende adottare per la dematerializzazione dei servizi con riferimento agli indicatori A3.1- A3.2- A3.3. Progettare, realizzare e documentare azioni formative basate sull’uso degli strumenti e dei contenuti digitali con riferimento alle azioni previste dagli indicatori A3.4- A3.5- A3.6- A3.7- A3.8.

Indicatore

A3.1 Indicare nel PTOF le azioni che la scuola intende condurre in linea con il PNSD e con l’Agenda digitale della Sardegna. A3.2 Descrivere in termini quantitativi e qualitativi il piano triennale di potenziamento della infrastrutture digitali della scuola: cablaggio ambienti scolastici, realizzazione o potenziamento di reti LAN- WLAN, implementazione laboratori, acquisto di dotazioni strumentali e arredi scolastici che possano favorire l’introduzione delle TIC nella didattica. A3.3 Precisare per ogni anno del triennio le azioni che la scuola intende condurre per la dematerializzazione dei servizi: protocollo informatico, conservazione digitale dei documenti e strumenti adottati, registro elettronico, pagelle on-line, servizi per le famiglie ecc. A3.4 Costruire un archivio informatico delle risorse didattiche. A3.5 Progettare interventi didattici basati sull’uso delle TIC evidenziando come esse possono contribuire ad arricchire l’ambiente di apprendimento e a promuovere la differenziazione metodologica mediante l’integrazione di approcci espositivi, laboratoriali, cooperativi. A3.6 Progettare interventi didattici basati sull’uso delle TIC evidenziando con chiarezza il nesso esistente tra tali interventi e le conoscenze, abilità, competenze che essi mirano a promuovere e potenziare. A3.7 Documentare le azioni didattiche basate sull’utilizzo delle TIC condotte nella scuola ritenute particolarmente significative per contrastare le difficoltà di apprendimento e/o per innalzare la qualità degli apprendimenti. A3.8 Documentare i risultati, in termini di qualità degli apprendimenti, conseguiti a seguito dell’adozione di interventi didattici basati sull’uso delle TIC.

OBIETTIVO

Sostenere i processi di innovazione attraverso:
Implementare le attività di competenza del Dirigente scolastico previste dal P.T.P.C. (Piano Triennale Prevenzione Corruzione) dell’U.S.R. per la Sardegna

Traguardo

Realizzare tutte le azioni di competenza del Dirigente scolastico previste dal P.T.P.C. come descritte negli indicatori di riferimento

Indicatore

A4.1 Aggiornare costantemente la sezione denominata "amministrazione trasparente” sulla HP del sito della scuola, con il link di rinvio al P.T.P.C. e il modello di Patto di Integrità. A4.2 Individuare i procedimenti, pubblicare la tabella sui termini degli stessi e attestare il monitoraggio delle attività rispettando i tempi procedimentali e pubblicando gli esiti. A4.3 Pubblicare per ogni gara d’appalto informazioni su: proponente, oggetto bando, elenco operatori invitati, aggiudicatario, importo aggiudicazione, tempi completamento opera, servizio o fornitura, importo somme liquidate. Pubblicare sintesi annuale di tali informazioni e trasmetterla in digitale all’A.N.A.C. e al RPC. A4.4 Pubblicare il PTPC dell’Istituzione Scolastica A4.5 Effettuare attestazione riassuntiva del principio di rotazione nella formazione commissioni per scelta contraente, per concessione o erogazione sovvenzioni, contributi, sussidi, ausili finanziari, nonché per attribuzione vantaggi economici. A4.6 Effettuare attestazione riassuntiva per sottoscrizione del dipendente assegnatario di uno degli incarichi menzionati, della dichiarazione sostitutiva di certificazione ex D.P.R. n 445/2000, riportando l’assenza di condanne penali di cui al capo I Titolo II libro II c.p., e dichiarazione assenza inconferibilità o incompatibilità (art. 20 del D. Lgs. n. 39 del 2013) A4.7 Realizzare mappatura processi per tutte le attività della scuola per l’identificazione, valutazione e trattamento dei rischi corruttivi, servendosi delle Linee Guida sull’Applicazione alle scuole della L. 190/2012. A4.8 Predisporre strumenti per segnalazioni illeciti del dipendente (art. 54 bis del D. Lgs. n. 165/2001) A4.9 Disciplinare l’Accesso Civico, precisando che, in caso di inerzia del DS, si può inviare richiesta al Dirigente dell’Ufficio AT indicando l’indirizzo mail dell’ufficio competente. A4.10 Realizzare azioni formative per l’anticorruzione e individuare i nominativi per la formazione del R.P.C.

OBIETTIVO

Sostenere i processi di innovazione attraverso:
Obiettivi regionali primo ciclo: Definizione e attuazione nel corso di un triennio del Curricolo verticale per italiano o matematica con prove strutturate in orizzontale e verticale per almeno il 50% dei corsi

Traguardo

Definire nel PTOF il quadro delle competenze e dei traguardi di competenza per i diversi gradi coinvolti. Promuovere la realizzazione di percorsi formativi comuni alle diverse sezioni coerenti con le mete educative fissate e la loro articolazione in unità di apprendimento orientate allo sviluppo di un curricolo verticale. Supportare i docenti nell’opera di implementazione del curricolo verticale mediante opportune azioni formative.

Indicatore

B1.1 Definire nel PTOF unitario per i diversi gradi di scuola coinvolti le competenze chiave, i traguardi di competenza, le abilità e conoscenze coinvolte, avendo cura di costruire una chiara relazione di continuità tra le mete educative delle scuole dell’infanzia, della primaria, della secondaria di I grado. B1.2 Organizzare concrete azioni formative per i docenti sul curricolo verticale per competenze. B1.3 Promuovere l’elaborazione e la realizzazione di percorsi didattici comuni alle diverse classi articolati in unità di apprendimento orientate allo sviluppo di un curricolo verticale a livello di dipartimenti, consigli di classe, di interclasse, di intersezione. B1.4 Promuovere l’elaborazione, negli organismi competenti, di prove di verifica e di indicatori di valutazione e di osservazione per classi parallele finalizzati all’accertamento delle competenze nell’ottica del curricolo verticale e verificarne l’effettivo utilizzo.

OBIETTIVO

Sostenere i processi di innovazione attraverso:
Obiettivi regionali secondo ciclo: Sviluppare azioni di attuazione dei percorsi di Alternanza scuola lavoro

Traguardo

Realizzare i percorsi di alternanza scuola-lavoro secondo quanto prescritto dalla normativa vigente (previa opera di sensibilizzazione di tutte le componenti scolastiche) nel rispetto delle azioni previste dagli indicatori di riferimento

Indicatore

C1.1 Realizzare azioni (informative/formative) di sensibilizzazione per le attività di ASL per i docenti, gli studenti e le famiglie C1.2 Promuovere la progettazione e la realizzazione di percorsi di ASL precisando i settori disciplinari di riferimento, i tempi di realizzazione e le classi coinvolte. C1.3 Sottoscrivere convenzioni con imprese, Enti o Associazioni ai fini dell’attuazione di percorsi di ASL. C1.4 Individuare per i percorsi di ASL le figure del coordinatore, del team per l’Asl, dei tutor interni. C1.5 Prevedere riconoscimenti economici per le figure organizzative impegnate nei percorso di ASL. C1.6 Garantire il funzionamento del Comitato Tecnico Scientifico. C1.7 Produrre questionari e report sull’esperienza ASL con il coinvolgimento degli OO.CC.

OBIETTIVO

Sostenere i processi di innovazione attraverso:
Obiettivi regionali secondo ciclo: Sviluppare azioni di attuazione del CLIL affinché in tre anni possa essere impegnato almeno il 50% delle risorse professionali disponibili nella propria scuola

Traguardo

Realizzare i percorsi CLIL secondo quanto prescritto dalla normativa vigente (previa opera di sensibilizzazione di tutte le componenti scolastiche) nel rispetto delle azioni previste dagli indicatori di riferimento. Almeno il 50% delle risorse professionali disponibili nella propria scuola dovrà essere impegnato nell’arco di un triennio.

Indicatore

C2.1 Promuovere azioni formative per gli insegnanti sulla metodologia CLIL C2.2 Promuovere la progettazione e realizzazione di unità di apprendimento CLIL con docenti di DNL formati allo scopo precisando le quote orarie, le classi e gli studenti coinvolti (almeno una unità per anno scolastico) C2.2 Promuovere la progettazione e realizzazione, in assenza di docenti di DNL formati con formazione CLIL, di unità di apprendimento pluridisciplinari mediante la collaborazione tra docenti di DNL e docenti di Lingua Straniera (almeno una unità per anno scolastico) C2.4 Individuare coordinatore e/o team per il CLIL. C2.5 Prevedere riconoscimenti economici per le figure impegnate nei percorso CLIL C2.6 Produrre questionari e report sull’esperienza CLIL con il coinvolgimento degli OO.CC.

OBIETTIVO

Sostenere i processi di innovazione attraverso:
Obiettivi CPIA: Sviluppare e attuare, in quanto rete territoriale di servizio concrete azioni di raccordo con il Territorio, specie con gli Enti locali e Territoriali e con particolare riguardo agli adulti stranieri, con gli Istituti di Prevenzione e Pena

Traguardo

Documentare la sottoscrizione di protocolli di intesa e accordi di rete con soggetti pubblici e privati del territorio, nonché le azioni formative integrate condotte dal CPIA in collaborazione con tali soggetti.

Indicatore

D1.1 Stipulare accordi, patti e convenzioni con Enti e associazioni del territorio. D1.2 Implementare azioni congiunte con forze dell’ordine, prefettura, centri impiego centri per l’integrazione di prima accoglienza, associazioni, famiglie, case famiglia etc.

OBIETTIVO

Sostenere i processi di innovazione attraverso:
Obiettivi CPIA: Sviluppare e attuare, in quanto rete territoriale di servizio concrete azioni di adeguata definizione del Patto formativo individuale, di monitoraggio e stimolo alla frequenza, anche con significative attività di accoglienza e orientamento

Traguardo

Definire un protocollo di accoglienza e un modello di patto formativo. Realizzare e documentare le attività di accoglienza e di orientamento implementate dal CPIA e le azioni promosse per contrastare l’abbandono scolastico e il disagio.

Indicatore

D2.1 Definire protocolli di accoglienza e patti formativi. D2.2 Monitorare il tasso di frequenza e la percentuale di abbandono. D2.3 Promuovere azioni di contrasto all’abbandono e al disagio anche in collegamento con enti del territorio. D2.3 Documentare le azioni di contrasto all’abbandono e al disagio realizzate.

OBIETTIVO

Sostenere i processi di innovazione attraverso:
Obiettivi CPIA: Sviluppare e attuare, in quanto rete territoriale di servizio concrete azioni di implementazione di opportunità di fruizione a distanza dell’offerta formativa

Traguardo

Implementare ambienti di apprendimento on line per la fruizione a distanza dei percorsi formativi articolati in unità di apprendimento adeguatamente strutturate. Prevedere modalità di fruizione dei percorsi a distanza alternative a quella on line per studenti sprovvisti di accesso alla rete.

Indicatore

D3.1 Implementare piattaforme digitali per la formazione a distanza (FAD) anche con agevoli strumenti open source (Moodle, EdModo, Fidenia, EdPuzzle ecc). D3.2 Promuovere l’articolazione di percorsi formativi on-line articolati in Unità di Apprendimento con materiali testuali e/o multimediali corredati di esercitazioni e prove di verifica. D3.3 Prevedere modalità di fruizione dei percorsi a distanza alternative a quella on line per studenti sprovvisti di accesso alla rete (materiali cartacei da trasmettere secondo le modalità tradizionali).

OBIETTIVO

Sostenere i processi di innovazione attraverso:
Obiettivi CPIA: Sviluppare e attuare, in quanto rete territoriale di servizio concrete azioni in materia di legalità e di contrasto della violenza

Traguardo

Realizzare percorsi formativi sui temi della legalità e del contrasto alla violenza con metodologie laboratoriali che prevedono il coinvolgimento attivo degli studenti (almeno 2 all’anno) anche in collaborazione con soggetti che a vario titolo possono offrire una collaborazione esperta.

Indicatore

D4.1 Documentare i percorsi formativi sulla tematiche della legalità e del contrasto alla violenza realizzati annualmente. D4.2 Prevedere il coinvolgimento attivo degli studenti con metodologie di tipo laboratoriale. D4.3 Organizzare i suddetti percorsi formativi in collaborazione con soggetti ed istituzioni esperte in materia e impegnati sul campo: Polizia Postale, Forze dell’Ordine, Tribunale dei Minori, case circondariali, ecc

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
CADDEO LAURA Dirigente Scolastico OK
FRAU ENRICO PIETRO Dirigente Scolastico in quiescenza
ZEDDA SERENELLA Esterno

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
ARTIZZU GRAZIELLA CAMM002009
BERNARDINI ROBERTO CAPS02000B
CADDEO GISELLA CAMM008008
CAMBULI RITA CAIC867003
CAPPAI JESSICA CAIC845006
DELLA CORTE GIANCARLO CAIS02300D
MURA ADRIANA CAIC84100V
NUGNES PASQUALE CAIS004004
PILLITTU ALDO CAEE088006
SPIGA MASSIMO CAIC89300G

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
ACONE PAOLO Dirigente Scolastico
CAMPANA VALTER ALBERTO Dirigente MIUR OK
GIRONE MARIA Dirigente MIUR

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
BACCHITTA CATERINA NUIC86800B
CORRIAS MARIA ANTONIETTA NUIC87400P
CORTESE ALESSANDRO ORIC825001
DE PAU MASSIMO NUIS01900A
DI GIACOMO VINCENZO NUIC84100B
FADDA ANDREA ANTONIO NUTD10000B
FADDA ANTONIO FRANCESCO NUPC010006
MASIA SERGIO NUIC872003
PIRA LUIGIA NUIC871007

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
CAMPANA VALTER ALBERTO Dirigente MIUR OK
MANNONI DARIO Esterno
PIANTA ROBERTO Dirigente Scolastico

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
ALBA ANTONIO NUMM07000C
CARTA GIUSEPPE GIOVANNI NUIC82300T
DESSI' ANNA CAIC817002
MASURI PIETRO NUIC87500E
MELIS ELISA NUIC877006
ONNIS SUSANNA CAIC86300Q
PICCI MARIA GABRIELLA CAIS009007
PIRAS GABRIELLA CAIC87600T
PIREDDA ANTONELLA NUIC878002

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
DE PAU MASSIMO Dirigente Scolastico OK
LOI MARIA GIUSEPPINA Esterno
MARCHETTI CARLA RITA Dirigente Scolastico

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
ENNA MARINA ORIC81400E
FLORIS GIORGIA CAIC887008
IBBA GIOVANNI ORIC82800C
LAI MARIA ROMINA CAIS02700R
MURGIA GIACOMO NUIC869007
PIRODDI ANTONIO NUIS01600V
SABA PASQUALINA ORIC82600R
TEDDE LUCA ORIC803004
USAI GIAN BATTISTA NURH030008

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
ALTEA MATTEO Esterno
DESSI' ANNA Dirigente Scolastico OK
PORCU PIER PAOLO Dirigente Scolastico

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
CADDEO LAURA CARF010003
CAO LISA VALENTINA CAIC879009
DEPAU FRANCESCO CAIC86200X
FARET ALBERTO CAIC84300E
FIORI PATRIZIA NUIC864004
MAULLU ANNA MARIA CAIS017006
PIRAS MARIA GRECA CAIC89700V
PUDDU SERGIO CAPC09000E
ROSSETTI PAOLO CAVC010001
RUGGIU MONICA NATALINA CAMM031009

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
FLORIS MARIA ASSUNTA Esterno
SCARPA GIUSEPPE Dirigente Scolastico
UDA ROSELLA Dirigente Scolastico OK

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
ANGIUS ELISA CAPM04000N
ATZORI MARIA ANTONIETTA CAIS02200N
BASCIU ALBERTO CAMM20300V
DI NARDI ROMINA CAIC808007
MONTISCI DANIELA CAIC866007
PIBIRI ROSALBA CAIC87200E
PISANU VINCENZA CAIS024009
ROMBI LIMBANIA MARIA CAIC84200P
RUZZU ANTONIO SSIS01600P
SCANU UBALDO CAIS01300V

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
FARA GIUSEPPE GESUINO Dirigente MIUR OK
MERCURI PATRIZIA Dirigente Scolastico
PATTA GIUSEPPINA Esterno

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
ANTOLINI LUIGI SSPS05000G
CIMMINO CONCETTA NUIS014007
CINUS MARIA FILOMENA SSIC805004
CURRO' FRANCESCA SSPC04000T
DEMURO MARIA CHIARA SSSL030007
MANTOVANI ELISA SSPC07000N
MURA PINUCCIA SSIC826005
MUTZU GIOVANNI MARIA SSTD09000T
TARAS DANIELE SSIC80800G
ZENTILE PAOLO SSIC82200T

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
ANGIUS ELISA Dirigente Scolastico
LODDO PEPPINO Dirigente MIUR OK
TARCA GABRIELLA Esterno

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
COCCO ALESSANDRA CAIC82800C
DIOMEDI DANIELA CARI010002
FLAVIANI ANNALISA CAIC84400A
MARESCA SALVATORE ORPM01000T
MONTISCI ROSSANA CAEE039001
ORANI NICOLA CAEE017004
PISU MARIA BEATRICE CARH050001
PORRU GIOVANNA CAEE038005

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
ANTOLINI LUIGI Dirigente Scolastico
MANTOVANI ELISA Dirigente Scolastico OK
STANZIONE GIORGIO Esterno

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
ARU MARIA RITA CAIC88400R
CAPITA CLAUDIA SSIC856001
CONTINI GIOVANNA ANTONIA SSVC010009
FARA ANGELO SSSD020006
MERCURI PATRIZIA SSIC85200N
PICCIONI ANNALISA CAEE046004
PORCU MARIA ANTONIETTA SSTE01000C
SANNA VITTORIO SSIC850002
SPANEDDA RITA PAOLA SSIC84900T
TOGNONI MAURIZIO SSIC85700R

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
MASIA SERGIO Dirigente Scolastico OK
PIRODDI ANTONIO Dirigente Scolastico
VIVIAN ERIKA Esterno

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
CASULA DANIELE CAIC84800N
COGOTTI MARIA VINCENZA CAIC83400Q
ETZO MIRIAM SEBASTIANA CAIS02100T
GHISU ANDREANA CAEE09800R
MELONI FRANCA ELENA CAIC8AB00V
PISANO ANNA CAEE032006
PORCU PAOLO CAIC87800D
ROSSI NICOLETTA CAIC87300A
SABA MARCO CATD23000G

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
PETRETTO LUCIANA Esterno
PUGGIONI TONINA Dirigente Scolastico OK
VACCA MARIA MARCELLA Dirigente Scolastico

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
ARONI CLAUDIA CAEE03100A
COSSU PAOLA CAIC89800P
DEMURTAS GIAN PIETRO CATD10000V
DIOMEDI TIZIANA MARIA CAIC8AA003
ENNAS GIUSEPPE CAMM202003
MACCHIS ANTONIO CAPC06000P
MASSIDDA MARIA VITTORIA CAIC80700B
PUSCEDDU VALENTINO PASQUALE CAIC86400G
SANNA MARIA GRAZIA CAEE037009
SANNA SARA CAIC89900E

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
CANNAS ALDO Dirigente Scolastico
PINNA ADA Dirigente MIUR OK
SANNA GAVINO Esterno

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
CHESSA IGNAZIA CASL01000N
CORONA FRANCESCO ANGELO M ORIC829008
PORCU PIER PAOLO CAIS00700G
RIPA DOMENICO CATD220001
SAVONA VALENTINA CAPS050007
TILOCCA PEPPINO ORIS011007
TODDE IGNAZIO CAIC840003
TOLU LUCINA CAEE09300N
VACCA MARIA MARCELLA CAIC86800V

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
CAPPAI GAVINA SALVATORANG Dirigente Scolastico
FARA GIUSEPPE GESUINO Dirigente MIUR OK
LUNATI ALFREDA Esterno

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
CHERVEDDU GIOVANNA ANGELA SSIC84600A
CUCCU VIVIANA SSIS019006
MANCA ANTONIA GIULIANA SSIC813003
MANCA STEFANO SSIS02400N
MASALA PAOLA SSIC84500E
PERETTO MARIO SSIS01800A
PERNA ALFONSO SSIC82900L
PINTADU ANNA RITA SSIC841007
SIRCANA FRANCESCO SSIS00400C
UDA ANTONIO SSIS027005

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
CARBONE ANTONIETTA Esterno
RICCIARDI FIORELLA Dirigente Scolastico in quiescenza OK
SCUDERI SALVATRICE ENRICA Dirigente Scolastico

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
CESARACCIO ROBERTO SSPC02000L
ESU GIANNI SSIC84300V
FADDA MARIA LETIZIA SSIC842003
MARRUNCHEDDU ANTONELLA SSIC84400P
PALA MARIA LUISA SSRH02000D
PARODI ANGELO SSIC83500X
REBECCU MARIA CRISTINA SSIC839007
STRINNA GIANFRANCO SSPM010006
USERI MARIA PIA TERESA SSIC85100T

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
CAREDDU ANTONELLA Esterno
FADDA ANGELA Dirigente Scolastico in quiescenza OK
PUGGIONI MARIA NICOLETTA Dirigente Scolastico

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
CAPPAI GAVINA SALVATORANG NUPS010009
CARTA ROMANO NUIS01200G
CORDA GIAN LUCA SSIS01100G
DEMURO FRANCESCA SSEE05200Q
FERRANTE MARIANTONIETTA NUPS090006
MARCHETTI CARLA RITA NUPM03000G
MASURI PIERINA NUTD090002
MORGI BIANCA MARIA SSIS02300T
PODDA IGNAZIO NUIS006008

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
CARTA PAOLO Dirigente Scolastico
DINOI PATRIZIA Esterno
FADDA ANGELA Dirigente Scolastico in quiescenza OK

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
ARZEDI DONATELLA ORIC823009
CORONA TULLIO ORIC81900N
FLORIS MARIA FEDERICA ORIC810007
FRONGIA FRANCO ORTF02000D
LOI GIUSEPPINA ORIC82700L
PATTI ALESSANDRA CAIC89400B
PILLONI MARIA GIOVANNA ORMM066008
SCARPA GIUSEPPE ORIC80600G
UDA ROSELLA ORIS00800B

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
DERIU ANGELA STEFANIA Esterno
FARA GIUSEPPE GESUINO Dirigente MIUR OK
GALISAI MARIA ANNA Dirigente Scolastico in quiescenza

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
DEROMA ANTONIO GAVINO SSIC80900B
GNAZZO VITO SSMM027002
LA ROSA CATERINA SSEE027003
MARRAS GIOVANNI CARMELO SSIC800001
MARTINI FABIOLA IVANA DANI SSIC83200C
ORRU CARLO SSIC854009
PALMAS STEFANO SSIS01700E
PINTUS MARIA PAOLA SSIC82800R
ROSSINI PAOLA MARIA SSIC825009
SCUDERI SALVATRICE ENRICA SSTD010001

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
FRAU ENRICO PIETRO Dirigente Scolastico in quiescenza
PORCU ANTONELLA Esterno
SAVONA VALENTINA Dirigente Scolastico OK

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
ANGIUS SALVATORE CAPS120008
CANNAS ALDO CAIS026001
EPICUREO MARIA GABRIELLA CAIS01400P
FRAU ANNALISA ORIC82100N
GUGLIOTTA GIOVANNI CAIC89100X
MAMELI VANNI CAPS13000V
MELONI MARILLINA ORIS00600Q
PISANO VINCENZO CAIC882005
SIDDI MASSIMO CAIS01600A
TRABALZA ANTONELLA CAIC83300X

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
GNAZZO VITO Dirigente Scolastico
PARISI GIULIA Esterno
RICCIARDI FIORELLA Dirigente Scolastico in quiescenza OK

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
ACONE PAOLO SSIS00300L
CAMBONI RITA IVANA SSMM097008
CARTA PAOLO SSIC81100B
FALCHI MARIA GRAZIA SSIC855005
MUGGIANU MARIANO SSIC80200L
PILU ANTONELLO SSIC83800B
PUGGIONI MARIA NICOLETTA SSIS02900R
RIU FRANCA SSIC83600Q
SCANU VINCENZO GRAZIANO SSIC820006

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
LAMIERI PAOLO Dirigente Scolastico in quiescenza
MACCHIS ANTONIO Dirigente Scolastico OK
PERRA ANNARELLA Esterno

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
ANEDDA GIULIO CAPS14000D
COGONI ROBERTO CAIS00600Q
DE ROSA MARIA ROSARIA CAIC854001
MANGANELLO ROSARIO CAIC83000C
MARCHESELLI GIULIANO CAEE033002
ORRU' LUCIA CAIC8AC00P
PITZALIS ALESSANDRA CAIC88500L
PORRA' VINCENZO CAIS00200C
SCANU ANTONELLO CAIS011007

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
MUGGITTU ELENA ANGELA Esterno
PATTI ALESSANDRA Dirigente Scolastico
PINNA ADA Dirigente MIUR OK

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
CUCCHEDDU ANTONIETTA CATD020007
FARA FRANCA CAIC88900X
MOCCI MASSIMO CARI02000L
ORRU' GIULIANA CAIC896003
PASSIU CARLO ORIC81800T
PUGGIONI TONINA CAIS00100L
SANNA LUCIANO SSTF010007
SANNA ROSA NUIC87300V
SARDU ROSANNA CARI04000T

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Nome e Cognome Qualifica Coordinatore
EPICUREO MARIA GABRIELLA Dirigente Scolastico
MATTA ROBERTA Esterno
SABA MARCO Dirigente Scolastico OK

DIRIGENTI SCOLASTICI DA VALUTARE

Nome e Cognome Codice Scuola
BRASU BONACATTU ORIC81200V
DEMURO GIANDOMENICO ORIS009007
MELONI PAOLO CAIC82100N
MELONI TIZIANA CAIC83500G
MINAFRA SILVIA CAIC816006
PASELLA FATIMA MARIA CAIC846002
PIANTA ROBERTO CAPC03000V
RIDOLFINI LUIGI SSIC848002
ROSSI RAFFAELE CAPS04000L
VALLEBONA SALVATORINA CAIC82000T
SU