RAV Infanzia (Sperimentazione)

Nell’anno scolastico 2017/18 circa 900 scuole dell’infanzia fra statali e non statali sono chiamate a iniziare la sperimentazione sul RAV Infanzia.

Il RAV Infanzia fornisce una rappresentazione della scuola attraverso un'analisi del suo funzionamento e costituisce la base per attivare un processo di riflessione e di autovalutazione, al fine di individuare le priorità di sviluppo verso cui orientare il piano di miglioramento.

Per “sperimentazione” si intende un processo di collaudo e validazione dello strumento che deriva dal RAV degli altri ordini di scuola (già ampiamente sperimentato) e integra gli adattamenti elaborati da un autorevole gruppo di lavoro, la cui composizione è riportata a pag. 2 della bozza del RAV infanzia pubblicata sul sito INVALSI.

L’INVALSI ha estratto 500 scuole campione (vai alla lista) che prenderanno parte alla sperimentazione. Ulteriori 400 scuole potranno autocandidarsi.

Il percorso di sperimentazione inizia a maggio-giugno 2018 con la conferma di adesione da parte delle scuole campione e con l’autocandidatura da parte delle altre scuole; proseguirà nel corso dell’a.s. 2018/19 e terminerà a giugno 2019.


Come è stato estratto il campione?
L’INVALSI ha estratto un campione casuale delle scuole dell’infanzia italiane rappresentativo delle tre tipologie di scuola (statale, comunale e paritaria privata) distribuite nelle cinque macro-aree geografiche italiane (Nord-Est, Nord-Ovest, Centro, Sud e Sud-Isole).

Alle scuole campione che seguiranno tutto il percorso l'INVALSI riconoscerà un contributo lordo di 500 euro.


PASSO UNO
Come confermare l'adesione o autocandidarsi

Per confermare l'adesione alla sperimentazione o autocandidarsi è necessario compilare un modulo on line:

  • Per le scuole del campione (qui la lista)  il modulo sarà disponibile dalle ore 9:00 del 5 giugno alle ore 15:00 del 15 giugno 2018.
  • Per le scuole che intendono autocandidarsi  ? tale modulo sarà disponibile dal 13 al 15 giugno 2018.
  • Per tutte le altre scuole che non fanno parte del campione né riescono a candidarsi clicca qui per approfondire.

Per facilitare la compilazione del modulo è disponibile una breve guida operativa.
Per qualsiasi problema in merito, è attiva la casella di posta infanzia@invalsi.it  alla quale inviare messaggi non pec.
Le scuole che presentano l’autocandidatura, solo dopo la chiusura di questa fase, riceveranno via email la conferma o meno della partecipazione alla sperimentazione.


Scuole del campione VAI AL MODULO
Scuole che si autocandidano VAI AL MODULO


PASSO DUE
Compilare i questionari

Tutte le scuole che parteciperanno alla sperimentazione compileranno 4 distinti questionari:

  1. Questionario DIRIGENTE SCOLASTICO / COORDINATORE  ?
  2. Questionario SCUOLA  ?
  3. Questionario DOCENTI
  4. Questionario GENITORI

Entro il 14 settembre 2018, il referente RAV Infanzia comunicherà alla casella infanzia@invalsi.it l’elenco degli indirizzi email dei docenti e dei genitori disponibili a compilare il questionario a loro indirizzato. Agli interessati verrà inviata un’email con un link per accedere al questionario in forma anonima. Ad ottobre 2018 si avvierà la compilazione di tutti i questionari.

Sarà presto disponibile un video tutorial che illustrerà, passo dopo passo, le modalità di compilazione dei questionari.


SOLO PER LE SCUOLE DEL CAMPIONE

Per ricevere il bonus di 500 euro, alle scuole del campione si richiede di compilare:
  • 1 questionario DIRIGENTE SCOLASTICO / COORDINATORE
  • 1 questionario SCUOLA
  • 5 questionari DOCENTI ?
  • 5 questionari GENITORI ?
  • 1 questionario FINALE (vedi passo 4)


PASSO TRE
Compilare il RAV

Dopo la compilazione dei questionari, l'INVALSI elaborerà i dati provenienti da tutte le scuole e selezionerà gli indicatori ritenuti più efficaci. Successivamente, l'INVALSI restituirà i dati alle singole scuole nella piattaforma RAV Infanzia. I dati conterranno le medie regionali e nazionali sugli indicatori individuati.

Le scuole potranno così attivare il processo di autovalutazione.L'INVALSI non stabilisce un percorso di autovalutazione predefinito, per consentire alle scuole di seguire quello ritenuto più congeniale alla singola realtà scolastica.
L'INVALSI suggerisce di tenere traccia del percorso effettivamente svolto.

Ogni scuola, sulla base dell’analisi interna condotta con il coinvolgimento della comunità scolastica, secondo i criteri di condivisione che riterrà più opportuni, potrà esprimere la propria autovalutazione facendo riferimento alle rubriche del RAV ?.

Al termine del processo di autovalutazione, le scuole compileranno il RAV Infanzia online. La compilazione online del RAV Infanzia partirà a febbraio 2019.


PASSO QUATTRO
Compilare il questionario finale

Al termine del percorso autovalutativo, l’INVALSI chiede alle scuole di esprimersi sugli esiti della sperimentazione con la compilazione del questionario finale.
Le scuole che lo desiderano potranno caricare in piattaforma una breve relazione sulla sperimentazione, esempi di buone prassi, strumenti di osservazione dei bambini o altra documentazione che ritengano utile per fornire il proprio contributo alla sperimentazione. Per questo è importante tenere traccia del percorso di autovalutazione.

Scuole che non partecipano alla sperimentazione

In concomitanza con la compilazione del RAV Infanzia da parte delle scuole campione e autocandidate, a febbraio 2019 tutte le altre scuole potranno accedere alla compilazione online per poter cominciare a familiarizzare con lo strumento. Le scuole che non partecipano alla sperimentazione non avranno però i dati restituiti dall’INVALSI.


Supporti

Informazioni utili

SU