Domande e risposte
  1. Chi deve compilare il RAV?

    Il RAV deve essere compilato da tutte le istituzioni scolastiche statali e paritarie. Per quest’anno scolastico non è prevista la compilazione del RAV da parte delle scuole dell’infanzia (per le quali è in atto una sperimentazione nazionale condotta dall’INVALSI) e dei CPIA.

  2. Come si accede al RAV?

    Le credenziali da utilizzare per l’accesso da parte dei Dirigenti scolastici e dei Coordinatori didattici delle scuole paritarie corrispondono a quelle utilizzate per l’accesso all’area riservata del MIUR. Se non si disponesse di tali credenziali è necessario svolgere le seguenti operazioni:
    1) registrarsi all’area riservata del MIUR seguendo la procedura indicata nella pagina di login;

    2) inviare una richiesta di abilitazione di accesso alla piattaforma RAV all’indirizzo rav@istruzione.it comunicando i dati anagrafici, il codice fiscale, il codice meccanografico della scuola e il ruolo (Dirigente scolastico, Coordinatore didattico).

    I componenti del Nucleo interno di valutazione possono accedere alla piattaforma RAV tramite le credenziali di accesso all’area riservata MIUR (corrispondenti a quelle di accesso al servizio Istanze OnLine – POLIS). Se non si disponesse di tali credenziali, è necessario ottenerle provvedendo alla registrazione all’area riservata del MIUR seguendo la procedura indicata nella pagina di login.

  3. Come fare per modificare la composizione del Nucleo interno di valutazione?

    I Dirigenti scolastici e i Coordinatori didattici possono modificare la composizione del Nucleo interno di valutazione già presente a sistema tramite l’apposita funzione presente nella Home. Nel caso il Dirigente scolastico debba procedere all’abilitazione di nuovi componenti, questa deve essere effettuata solo dopo che essi si siano dotati di credenziali di accesso all’area riservata MIUR. Per le scuole statali i componenti possono essere individuati tra i docenti in servizio nella scuola, purché in possesso della casella di posta @istruzione. Per le scuole paritarie possono essere abilitati i docenti che operano nella scuola indicando i loro dati anagrafici e l'indirizzo email.

  4. Il Dirigente scolastico/Coordinatore didattico ed i componenti del Nucleo interno di valutazione svolgono le stesse funzioni operative sul RAV?

    Sì, essi possono operare in maniera paritetica nella compilazione del RAV in tutte le sezioni che lo compongono. Il Dirigente scolastico ed il Coordinatore didattico delle scuole paritarie hanno inoltre alcune funzioni aggiuntive: la possibilità di gestire la composizione del Nucleo interno di valutazione, di validare e completare le singole sezioni e di pubblicare il RAV.

  5. Il RAV si riferisce all'Istituto principale o alle singole scuole che lo compongono?

    Il RAV deve essere compilato per Istituto principale: per le scuole statali, si intende la sede del Dirigente scolastico, mentre per le scuole paritarie si intende la sede individuata come istituto di riferimento. Pertanto gli Istituti comprensivi, gli Istituti omnicomprensivi e gli Istituti di istruzione superiore compileranno un unico Rapporto, recuperando la specificità dei vari plessi/scuole associate e dei propri indirizzi/cicli con l’integrazione degli indicatori RAV con indicatori autonomamente definiti e con le opportune indicazioni nelle motivazione dei giudizi assegnati per ciascuna area, ove necessario.

  6. Quanti RAV devono essere compilati da una scuola paritaria che gestisce insieme Istituti del primo e del secondo ciclo?

    Per le scuole paritarie costituite da Istituti del primo e del secondo ciclo, in analogia a quanto deciso per gli Istituti omnicomprensivi delle scuole statali, è prevista la compilazione di un unico RAV; tuttavia i Coordinatori didattici che ritenessero più corretto, sulle base delle caratteristiche e peculiarità delle istituzioni scolastiche, la compilazione di due RAV diversi, potranno trasmettere tale richiesta all’indirizzo email rav@istruzione.it comunicando i codici meccanografici degli istituti di riferimento per il primo e per il secondo ciclo.

  7. Quando risulta completa la compilazione del RAV?

    La compilazione del RAV sarà completa quando tutte le aree delle varie sezioni risulteranno compilate nelle parti obbligatorie (punti di forza e debolezza e rubrica di valutazione dove prevista) e convalidate dal Dirigente scolastico/Coordinatore didattico. La completezza della compilazione può essere verificata nel campo Stato (associato ad ogni Area). Le matite rossa, gialla e verde indicano il grado di completezza della sezione.

  8. Cosa devono fare i Dirigenti scolastici/Coordinatori didattici in fase di chiusura del RAV se appare il messaggio "RAV non completo. Confermi chiusura?"

    L'operazione di chiusura del RAV può essere portata a termine senza problemi perché il messaggio non è bloccante (anche se ci fossero delle "matite rosse") e non impedisce la corretta chiusura del Rapporto di autovalutazione.

SU