Indicatori Dettaglio
1.1 Popolazione scolastica

Opportunità

Netta diminuzione del fenomeno di ritorno delle famiglie nel Paese di origine, negli ultimi due anni. Quelli che tornano, per lo più in Marocco, comunità numericamente più rilevante, lo fanno in coincidenza con le vacanze natalizie, riducendo così il numero delle assenze scolastiche degli alunni. La scuola per questo ha predisposto un protocollo che viene attivato ogni qualvolta gli alunni si assentano per periodi lunghi. Lo stesso viene firmato dai genitori che sono tenuti a dichiarare la partenza ed il ritorno degli alunni in modo che ogni insegnante possa elaborare il materiale di lavoro per il periodo di assenza degli alunni.

Vincoli

Pur se pari a zero la percentuale degli studenti provenienti da famiglie svantaggiate, il contesto socio-economico di provenienza degli alunni dell'Istituto è medio-basso.

1.2 Territorio e capitale sociale

Opportunità

La pianura del Fucino costituisce un'importante risorsa per l'economia locale: l'agricoltura è altamente meccanizzata e la manodopera prevalentemente straniera. I tre Comuni del nostro Istituto Comprensivo finanziano per l'Infanzia e la Primaria progetti di Musica, Teatro e Inglese. Alcune Associazioni del territorio (Gruppo Alpini, AVIS, Pro Loco, Teatriamo,Presenza Culturali, Presenze Marsicane, Piccoli Musici, ...) collaborano attivamente con la scuola.

Vincoli

Alto il tasso di disoccupazione giovanile nei tre Comuni: i giovani laureati non tornano più a lavorare in paese come accadeva nel passato. Nonostante ciò, Trasacco mantiene costante il numero degli abitanti e degli alunni per la forte presenza di immigrati stranieri, Villavallelonga e Collelongo, vedono un progressivo spopolamento, anche scolastico, che determina il fenomeno delle pluriclassi.

1.3 Risorse economiche e materiali

Opportunità

La scuola dispone, per lo più, di finanziamenti statali e ricerca finanziamenti PON per attività progettuali. La scuola è aperta agli enti e alle associazioni del territorio che partecipano attivamente e gratuitamente al progetto educativo ( Cai "Coppa Dell'Orso", Associazione Alpini, Teatriamo, Presenze Marsicane, Presenza Culturale, Pro- Loco, Associazioni Musicali "Piccoli Musici" e "Arte dei Suoni". Un solo laboratorio multimediale presente attualmente nell'Istituto in Via Cifilanico. Sono presenti inoltre due lavagne lim, un televisore multimediali, due proiettori, 6 coppie di casse acustiche e diversi lettori dvd.

Vincoli

Non tutti gli edifici scolastici sono dotati di spazi (aule-laboratorio, mensa, palestra...) e risorse tecnologiche sufficienti (LIM, pc, connessione wi-fi...). La scuola pur avendo richiesto più volte l'agibilità degli edifici non è ancora in possesso delle certificazioni. Devono essere ancora ultimati i lavori del terzo lotto di via Cifilanico. Inizieranno, probabilmente i lavori del plesso di piazza Matteotti per l'adeguamento sismico ed energetico. Probabilmente saranno spostate le nove classi della SSIG nel plesso di Collelongo per scongiurare i doppi turni per carenza di aule a Trasacco.

1.4 Risorse professionali

Opportunità

Si rileva un abbassamento dell'età anagrafica dei docenti. Si rileva altresì una sostanziale stabilità di servizio per i medesimi. L'età professionale del corpo docente garantisce una certa qualità dell'insegnamento. Alcuni docenti possiedono Certificazioni linguistiche e informatiche.

Vincoli

La mancanza di dotazioni tecniche (es. laboratori linguistico, informatico, etc...) determina una ricaduta poco soddisfacente delle competenze possedute dai docenti.

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
2.1 Risultati scolastici

Punti di forza

Quasi il 100% degli alunni viene ammesso alla classe successiva. Non si registrano gravi situazioni di svantaggio socio-economico-culturale alla base di abbandono scolastico. Nell' a.s. 2016/17 l'attribuzione della lode registra una differenza di circa 2,5 punti percentuali in più rispetto alle tre aree di riferimento.

Punti di debolezza

Nell' a.s. 2017/18 l'attribuzione del 10 registra una differenza di circa 4 punti percentuale in meno rispetto ai dati delle aree di riferimento.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola portano avanti regolarmente il loro percorso di studi, lo concludono e conseguono risultati soddisfacenti agli esami finali.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

2.2 Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Punti di forza

Nelle classi seconde e quinte della scuola primaria i risultati delle prove Invalsi sono in linea o superiori alle aree di riferimento. Per la SSIG la varianza dentro e tra le classi è complessivamente in linea con i dati di riferimento.

Punti di debolezza

I risultati delle classi terze della SSIG sono inferiori ai risultati delle aree di riferimento. Per la Primaria la varianza tra e dentro le classi è alta.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola raggiungono livelli di apprendimento soddisfacenti in italiano e matematica in relazione ai livelli di partenza e alle caratteristiche del contesto.

Rubrica di valutazione

3- Con qualche criticita'

Motivazione

2.3 Competenze chiave europee

Punti di forza

Come da Piano di Miglioramento, la scuola ha realizzato un unico progetto d'Istituto "Imparare ad imparare", calato nella realtà delle singole classi sulla base delle diverse esigenze educative e didattiche, finalizzato all'acquisizione delle Il progetto ha sortito effetti positivi sul piano della maturazione delle competenze comunicative, sociali e civiche, progettuali ed organizzative.

Punti di debolezza

Da implementare le competenze digitali, anche potenziando la dotazione tecnologica. La scuola ha individuato criteri comuni, ma non ha praticato una valutazione delle competenze sistematica mediante strumenti idonei. Di fatto, rilascia una Certificazione delle Competenze in uscita dalla scuola Primaria e dalla Secondaria di I Grado.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola acquisiscono livelli soddisfacenti nelle competenze sociali e civiche, nell'imparare a imparare, nelle competenze digitali e nello spirito di iniziativa e imprenditorialità.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

2.4 Risultati a distanza

Punti di forza

Per la scuola Primaria il punteggio complessivo a distanza in Matematica è salito.

Punti di debolezza

Per la scuola Primaria il punteggio complessivo a distanza in Italiano è sceso. Per le terze della SSIG la tendenza, nel complesso, è negativa per Italiano e per Matematica.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti in uscita dalla scuola hanno successo nei successivi percorsi di studio e di lavoro.

Rubrica di valutazione

3- Con qualche criticita'

Motivazione

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
3.1 Curricolo, progettazione e valutazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola propone un curricolo aderente alle esigenze del contesto, progetta attivita' didattiche coerenti con il curricolo, valuta gli studenti utilizzando criteri e strumenti condivisi.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.2 Ambiente di apprendimento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura gli aspetti organizzativi, metodologici e relazionali dell'ambiente di apprendimento.

Situazione della scuola

4-

Motivazione

L'organizzazione di spazi e tempi risponde parzialmente alle esigenze di apprendimento degli studenti. Gli spazi laboratoriali, le dotazioni tecnologiche e la biblioteca sono usati da un numero limitato di classi. A scuola ci sono momenti di confronto tra insegnanti sulle metodologie didattiche, anche se sono pochi o coinvolgono pochi insegnanti. Si utilizzano metodologie diversificate in poche classi. Le regole di comportamento sono definite e condivise nelle classi. Le relazioni tra studenti e tra studenti e insegnanti sono positive. I conflitti con gli studenti sono gestiti con modalita' adeguate.

3.3 Inclusione e differenziazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura l'inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali, valorizza le differenze culturali, adegua l'insegnamento ai bisogni formativi di ciascuno studente attraverso percorsi di recupero e potenziamento.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.4 Continuita' e orientamento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola garantisce la continuita' dei percorsi scolastici e cura l'orientamento personale, scolastico e professionale degli studenti.

Situazione della scuola

3- Con qualche criticita'

Motivazione

3.5 Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Punti di Forza:

La missione e la visione dell'istituto sono definite chiaramente dall'Atto di Indirizzo del DS e dal PdM, parimenti espresse dal PTOF della scuola, condiviso da tutti i soggetti della comunità. La responsabilità organizzativa è più diffusa: lo Staff del DS è composto dalle Figure Strumentali, dai Coordinatori, dai Responsabili dei Plessi e dalle Figure Incaricate. Nei tre anni precedenti, il Programma Annuale, coerente con il PTOF, non ha avuto rilievi da parte dei Revisori dei Conti ed ha risposto positivamente alle esigenze della scuola.

Punti di Debolezza

Carenti il monitoraggio in itinere e gli strumenti di valutazione dei progetti identitari e la rendicontazione sociale ad ampio spettro.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola definisce la propria missione e la visione, monitora in modo sistematico le attività che svolge, individua ruoli di responsabilita' e compiti per il personale in modo funzionale e utilizza in modo adeguato le risorse economiche.

Situazione della scuola

4-

Motivazione

Definite la missione e la visone e condivise con le famiglie e il territorio, la scuola non attua sistematicamente il monitoraggio delle azioni. E' presente una definizione delle responsabilita' e dei compiti tra le diverse componenti scolastiche. Solo una parte delle risorse economiche sono destinate ai progetti.

3.6 Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Punti di Forza:

Il Dirigente Scolastico favorisce al massimo il lavoro collaborativo e la formazione dei docenti, tiene conto delle competenze dei docenti per l'organizzazione dell'IC e le valorizza.

Punti di Debolezza

La documentazione delle Buone Pratiche progettuali, metodologiche, valutative, etc... è da implementare così come la condivisione digitale.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola valorizza le risorse professionali, promuove percorsi formativi di qualita' e incentiva la collaborazione tra pari.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.7 Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Punti di Forza:

La scuola ha stipulato alcuni accordi di Rete, finalizzati soprattutto alla formazione del personale. Ottima la ricaduta formativa della collaborazione con soggetti esterni. La scuola organizza manifestazioni e incontri di Formazione rivolti ai genitori per coinvolgerli nell'azione educativa comune e, anche attraverso incontri informali, prende atto delle loro proposte. La scuola utilizza strumenti on-line per la comunicazione con i genitori.

Punti di Debolezza

Bassa la percentuale di genitori che risponde alle sollecitazioni della scuola e utilizza strumenti di comunicazione on-line.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola svolge un ruolo propositivo nella promozione di politiche formative territoriali e coinvolge le famiglie nella definizione dell'offerta formativa e nella vita scolastica.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

  Dettaglio
Le priorita' si riferiscono agli obiettivi generali che la scuola si prefigge di...

... realizzare nel lungo periodo attraverso l'azione di miglioramento. Le priorita' che la scuola si pone devono necessariamente riguardare gli esiti degli studenti. Si suggerisce di specificare quale delle quattro aree degli Esiti si intenda affrontare (Risultati scolastici, Risultati nelle prove standardizzate nazionali, Competenze chiave europee, Risultati a distanza) e di articolare all'interno quali priorita' si intenda perseguire (es. Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado; Riduzione della variabilita' fra le classi; Sviluppo delle competenze sociali degli studenti di secondaria di I grado, ecc.). Si suggerisce di individuare un numero limitato di priorita' (1 o 2 per scuola) selezionandole all’interno di una stessa area o al massimo di due aree degli Esiti degli studenti. I traguardi sono di lungo periodo e riguardano i risultati attesi in relazione alle priorita'. Si tratta di risultati previsti a lungo termine (3 anni). Essi articolano in forma osservabile e/o misurabile i contenuti delle priorita' e rappresentano le mete verso cui la scuola tende nella sua azione di miglioramento. Per ogni priorita' individuata deve essere articolato il relativo traguardo di lungo periodo. Essi pertanto sono riferiti alle aree degli Esiti degli studenti (es. in relazione alla priorita' strategica "Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado", il traguardo di lungo periodo puo' essere definito come "Rientrare nella media di abbandoni regionali pari al 4%, e precisamente portare gli abbandoni della scuola al di sotto del 4%"). E' opportuno evidenziare che per la definizione del traguardo che si intende raggiungere non e' sempre necessario indicare una percentuale, ma una tendenza costituita da traguardi di riferimento a cui la scuola mira per migliorare, ovvero alle scuole o alle situazioni con cui e' opportuno confrontarsi

Priorità e Traguardi

Risultati nelle prove standardizzate nazionali

PRIORITA'

Migliorare i risultati delle prove standardizzate di Italiano nelle classi terze SSIG.

TRAGUARDO

Allineare i risultati dell'IC alla media regionale (IC Trasacco 187,4/Abruzzo 201,2).

Obiettivi di processo collegati

- Revisionare la programmazione didattica di Italiano nel Curricolo Verticale d'Istituto.

- Implementare metodologie didattiche per un apprendimento attivo dell'Italiano nella SSIG


PRIORITA'

Migliorare i risultati delle prove standardizzate di matematica nelle classi terze SSIG.

TRAGUARDO

Allineare i risultati dell'IC alla media regionale (IC Trasacco 192,8/Abruzzo 200,4).

Obiettivi di processo collegati

- Revisionare la programmazione didattica di Matematica nel Curricolo Verticale d'Istituto

- Implementare metodologie didattiche per un apprendimento attivo della matematica nella SSIG


MOTIVAZIONE SCELTA PRIORITA'

Gli obiettivi di processo rappresentano una definizione operativa delle attività...
... su cui si intende agire concretamente per raggiungere le priorita' individuate. Essi costituiscono degli obiettivi operativi da raggiungere nel breve periodo (un anno scolastico) e riguardano una o piu' aree di processo. Si suggerisce di indicare l'area o le aree di processo su cui si intende intervenire e descrivere gli obiettivi che la scuola si prefigge di raggiungere a conclusione del prossimo anno scolastico (es. Promuovere una figura di docente tutor per supportare gli studenti in difficolta' del primo anno dell'indirizzo linguistico nella scuola secondaria di II grado; Individuare criteri di formazione delle classi che garantiscano equi-eterogeneita'; Utilizzare criteri di valutazione omogenei e condivisi per la matematica nella scuola primaria; Ridurre gli episodi di esclusione e i fenomeni di bullismo nella scuola secondaria di I grado; ecc.).

Obiettivi di processo

Curricolo, progettazione e valutazione

Revisionare la programmazione didattica di Italiano nel Curricolo Verticale d'Istituto.

Implementare metodologie didattiche per un apprendimento attivo dell'Italiano nella SSIG

Revisionare la programmazione didattica di Matematica nel Curricolo Verticale d'Istituto

Implementare metodologie didattiche per un apprendimento attivo della matematica nella SSIG

Contributo degli obiettivi di processo nel raggiungimento delle priorità