Indicatori Dettaglio
1.1 Popolazione scolastica

Opportunità

Il posizionamento della scuola- con sedi centrale e coordinata su area a forte vocazione turistico-enogastronomica - fonda la relazione significativa e funzionale tra offerta formativa, ambiente territoriale e occupabilità. In modo conforme all’Atto di Indirizzo MIUR - generato dal Quadro della Strategia Europea di Lisbona- l’Istituto assume la cultura vocazionale come distintiva delle prospettive di qualificazione professionale e occupazionale nel settore dell’Enogastronomia e dell’Ospitalità Moderna Organizzata. E’ nell’ambito del CTS di istituto, in collaborazione con le più importanti associazioni professionali di categoria ADA (Associazione Direttori d’Albergo) e FIC (Federazione Italiana Cuochi), con le reti del territorio locale/nazionale /internazionale che il progetto educativo si significa nella formazione di menti d’opera e professionalità richieste dal mercato del lavoro in un contributo risolutivo dell’alto tasso di disoccupazione delle famiglie di provenienza ( 0,8%) Rispetto al background socioculturale e basso indice ESCS - in una relazione di contrasto al disagio, orientamento e opportunità inclusive – i laboratori PTOF e le azioni FSE PON- FESR registrano impatto documentato di sviluppo/rafforzamento delle competenze di base, di cittadinanza attiva e tecnico-professionali.

Vincoli

La popolazione scolastica nell' area Obiettivo Convergenza si connota per indicatori di : basso status socioeconomico familiare ESCS in un territorio ad alto tasso ISTAT di deprivazione materiale (25,3% ex Rapporto 23^ ed.), alta inoccupazione e frammentazione sociale (38,6 % Br). Il quadro di riferimento della comunità scolastica, con bassa percentuale di studenti con cittadinanza non italiana (1,52%) rileva una diffusa condizione di pendolarismo per l'incidenza numerica di studentesse e studenti provenienti dai comuni limitrofi. Tale condizione necessita di sensibile attenzione nella programmazione delle attività didattiche curriculari e di ampliamento dell'offerta formativa FSE-PON per l'organizzazione delle variabili spazio-tempo scuola ai fini della democratica ed efficace adesione alle opportunità formative. Dai dati sociometrici di istituto, in crescita si confermano le famiglie con entrambi i genitori che lavorano e la cui occupazione è compresa nel lavoro operaio, artigiano, impiegatizio e delle attività terziarie ed agricole; il periodo di contingente crisi economica ha, in tutta evidenza, generato un numero critico di genitori disoccupati e di membri familiari inoccupati con forte impatto sull'indice motivazionale di partecipazione attiva scuola-famiglia.

1.2 Territorio e capitale sociale

Opportunità

Nella rete di relazioni che fondano la programmazione strategica regionale, Brindisi è ‘area cerniera’ territoriale, produttiva e infrastrutturale: porto, aeroporto e nodo ferroviario nello scenario euro-mediterraneo. Polo energetico, della chimica e del comparto aeronautico, Base Logistica delle Nazioni Unite (UNLB), "hub" WFP-UNHRDL'UNLB per operazioni di pace/umanitarie e delle telecomunicazioni satellitari, cluster di produzioni agroalimentari - Brindisi conta risorse produttive, tecnologiche, professionali e infrastrutturali di rilancio del Mezzogiorno, dell’Adriatico e del Mediterraneo Centro-orientale. L’industria dell’ospitalità si connota di crescente appeal attrattivo e incremento di capacità ricettive e servizi per l’accoglienza, tra cui approdi crocieristici nel porto brindisino. Le attività turistiche sono volano di produzione di beni e servizi dell’enogastronomia e di investimento paesaggistico, strutturale. Nel vasto settore dell’ospitalità si colloca il quadro di convenienze per la scuola. L’azione IPSSEOA BR- Membro AEHT e RENAIA (Rete Nazionale Istituti Alberghieri) - si significa nella qualificazione delle competenze di profilo in collaborazione con ADA , FIC e membri CTS in ordine a educazione allo sviluppo di impresa, indicizzazione e performance di settore enogastronomico e turistico marittimo/crocieristico di contrasto alla dispersione vocazionale e alla frammentazione sociale.

Vincoli

Il territorio - completo per tipologia di istituzioni educative di primo e secondo grado ma carente di strutture di formazione post-secondaria e con limiti documentati di opportunità occupazionali e imprenditoriali- si configura come area territoriale Ob. Convergenza . Gli indici di criticità - rispetto a descrittori scolastici, socio-comportamentali, occupazionali- sono riconducibili a: • inadeguatezza metodologica a progetti di studio/lavoro/carriera; • inoccupazione/disoccupazione/emersione lavoro non regolare; • inconsistente posizionamento e/o mobilità occupazionale UE per documentato ritardo di certificazioni linguistiche, professionali e ICT Vincoli di miglioramento sono: azioni di orientamento per garantire l’informazione e sua circolarità sulle opportunità di formazione IPSSEOA (genitori e studenti);per la guida alla scelta vocazionale in base ad una conoscenza di sé e delle proprie attitudini ex PFI (Piano Formativo Individuale), rispetto dell’ambiente e ai principi fondanti della salute ( studenti); sviluppo risorse umane con aggiornamento e collegiale adesione a scelte di didattica attiva (docenti) finalizzato a sviluppo e certificazione di competenze (studenti) in nuovi ambienti di apprendimento; valore di comunità con sensibilizzazione e coinvolgimento della componente extrascolastica di categoria sociale e aziendale ai fini di posizionamento occupazionale e/o formazione continua con investimento professionale sulle risorse della scuola.

1.3 Risorse economiche e materiali

Opportunità

Impulso qualitativo alla dimensione laboratoriale delle dotazioni di istituto si è generato dalla candidatura di successo ai progetti FESR di creazione /implementazione di laboratori dimostrativi di cucina /sala bar, laboratorio linguistico. Le risorse logistico - strutturali e materiali/ strumentali sono riferite a: Laboratori di settore tecnico-professionale (sala ristorante /open bar /centri cottura /cucine dimostrative/pasticceria/gelateria/cioccolateria e pralineria /area congressuale/reception ) Laboratori multimediali Laboratorio di grafica multimediale Laboratorio LIM Laboratorio scientifico-microbiologico L’ utilizzo del registro elettronico come ogni forma di innovazione digitale di insegnamento/ apprendimento e valutazione in ambiente digitale si attesta come processo facilitato e consolidato a cura di animatore digitale e addestratore FESR.

Vincoli

La qualità' delle strutture della scuola - in ordine alle misure di sicurezza degli edifici e al superamento delle barriere architettoniche- è attestata da solo parziale adeguamento per difficoltà e ritardi di carattere burocratico-amministrativo e disponibilità finanziaria. La qualità, pur buona, degli strumenti in uso nella scuola soprattutto nelle aree vocazionali produttive, risulta carente sotto il profilo della dotazione tecnologica d'aula (es. LIM, pc) con impatto sulla dimensione laboratoriale della didattica in risposta ai fabbisogni generali e BES di compensazione e diversificazione dell'offerta formativa. Vincolo di miglioramento è rappresentato dal continuum di adesione progettuale a misure /fondi di empowerment logistico- strutturale e dispositivi laboratoriali d’aula

1.4 Risorse professionali

Opportunità

I docenti IPSSEOA BR sede centrale e coordinata di Carovigno curano la propria professionalità partecipando ad iniziative di formazione ed aggiornamento organizzate dall'istituto e/o da Ambito Territoriale e da altri enti ed associazioni accreditati. In crescita si attestano le certificazioni linguistiche ed informatiche dei docenti, requisito formalizzato di accesso ad attività di expertize e tutoring PTOF PON POR . L'età media del personale docente si attesta intorno ai 40/50 anni, sostanzialmente in linea con la media nazionale. Il titolo di studio in possesso è, nella quasi totalità dei casi, la laurea (il dato percentuale supera ampiamente quelli di raffronto). Circa il 10% del personale ha un contratto a tempo determinato. Alto è l'indice di fidelizzazione alla comunità scolastica per documentata continuità di servizio dei docenti della scuola.

Vincoli

La certificazione delle competenze informatiche e digitali dei docenti, requisiti di selezione a garanzia dell' uso didattico delle nuove tecnologie rappresenta un vincolo in fase di sensibile miglioramento per la percentuale numerica dei docenti partecipanti ai corsi dedicati. La frequenza dei corsi ICT con rilascio di certificazioni di livello base, intermedio e avanzato è ritenuto requisito essenziale per la Funzione Docente (come previsto dalle disposizioni inerenti le tabelle di valutazione dei titoli della II e III fascia delle graduatorie di istituto), rappresenta un vincolo e soddisfa l’acquisizione dei livelli di competenza informatica richiesti dal MIUR. In un'ottica di miglioramento e innovazione a dimensione digitale e di superamento prassi didattiche statiche, il nuovo accreditamento IPSSEOA come EIPASS centre si profila come vincolo/ opportunità di autoformazione docente. La gestione educativa dell’Alternanza - sostenuta da formazione docente IPSSEOA e da creazione di ambiente online di apprendimento a distanza per gli studenti impegnati in stage aziendali- richiede impegno al perfezionamento sperimentale.

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
2.1 Risultati scolastici

Punti di forza

In linea con i principi orientativi ed inclusivi della Nuova istruzione Professionale- vocati alla revisione del PFI e democratico traguardo del Profilo Educativo nel biennio unitario - la scuola registra, in tutte le sue articolazioni, un sensibile trend di ammissione fondato sulla progettualità di azioni di riequilibrio nelle modalità : online su piattaforma dedicata al recupero disciplinare e laboratoriale di potenziamento PTOF/PON. I debiti formativi e/o revisione PFI , in evidenza critica documentale concentrate nel biennio iniziale nelle discipline delle aree linguistica e matematico -scientifica, sono obiettivo prioritario di inflessione nel continuum di attività curriculari di standard INVALSI e dedicate di competenze base. I casi di trasferimento confinati al primo biennio sono riconducibili a correttivo di scelta vocazionale in esito ad azioni di riorientamento con positivo decremento percentile nel triennio . Animazione digitale e personalizzazione dell'offerta formativa, sostenuta da formazione docente, fondano le prassi di contrasto dispersione scolastica ed eccellenza certificata. I criteri di valutazione secondo protocollo IPSSEOA BR e dati di monitoraggio/ scrutinio si attestano adeguati a garantire la direttrice dell’inclusione e del successo con inflessione della varianza tra le classi. In linea con benchmark territoriale è la percentuale degli studenti ammessi all'esame di maturità con aumento esiti medio-alti

Punti di debolezza

Gli interventi migliorativi di revisione e personalizzazione del piano Formativo si intendono finalizzati alla inflessione del tasso di sospensione di giudizio nel biennio iniziale negli assi prioritari linguistico e matematico delle competenze di base. Rispetto all’indice di ammissione agli esami di stato con esiti formativi complessivamente soddisfacenti,vincolo qualitativo è la definizione tra trend di superamento dell'Esame di Stato e continuum formativo . La mappa informale dell'alto indice di soddisfazione aziendale per le risorse giovanili della scuola richiede l' implementazione di procedure di rilevazione /valutazione ex post come pure di dispositivi di raccordo domanda-offerta di lavoro. I risultati a distanza necessitano di continuum dell’ attività sistemica avviata di accoglienza/ orientamento alla scelta vocazionale di settore(biennio), orientamento alla formazione continua con UNIBARI-UNILECCE, alta qualificazione professionale con componenti CTS patronato ACLI e agenzie educative di ambito nazionale/ internazionale. Con finalità di guida al progetto di lavoro e carriera, lo spazio sitografico "cerco/offro lavoro" richiede lo sviluppo di misure di accompagnamento a cura di funzioni strumentali e animatore digitale.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola portano avanti regolarmente il loro percorso di studi, lo concludono e conseguono risultati soddisfacenti agli esami finali.

Rubrica di valutazione

4-

Motivazione

Gli studenti non ammessi all'anno successivo e/o gli abbandoni in generale sono in linea con i riferimenti nazionali. Nell'azione orientativa ed inclusiva di ammissione alla classe successiva e democratico raggiungimento del Pecup, piuttosto alta si attesta la quota di studenti sospesi in giudizio per debiti scolastici ovvero con revisione PFI. Dalla lettura comparata dei dati di scrutinio finale 2017/18 e 2018/19 , rispetto al sensibile miglioramento della percentuale complessiva di inclusione e contestuale riduzione della dispersione scolastica (drop out , ritiri e trasferimenti), la percentuale di revisione/sospensione di giudizio si profila come misura compensativa di riequilibrio, orientamento/ riorientamento nelle classi prima e seconda di transizione al triennio e alla scelta vocazionale di articolazione settoriale. Aree suscettibili di riequilibrio sono prioritariamente quella linguistica e matematico-scientifica , tanto a conferma dell' urgenza e convergenza dell'azione su risultati Invalsi e scolastici nel processo "curriculo, progettazione, valutazione". L'analisi di prove parallele - con discreta varianza dei risultati- legittima il continuum di revisione programmatica, adeguatamente sostenuta da protocollo di valutazione, suscettibile anche esso di miglioramento nei contenuti e nelle procedure di monitoraggio. La distribuzione dei voti all'Esame di Stato si evidenzia in linea con il benchmark territoriale con impegno migliorativo alla diversificazione/eccellenza degli esiti formativi.

2.2 Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Punti di forza

All'interno dei dati Invalsi, la pur lieve definizione dei trend di miglioramento coincide con gli esiti delle prove dipartimentali comuni alle varie classi in Italiano, Matematica e Lingue e dell'asse storico-sociale. Nella sezione “Grammatica” della prova linguistica i risultati sono sensibilmente migliori che nelle aree Testo narrativo/ Comprensione del testo. La lettura comparata dei grafici di risultato nella prova di Matematica ha evidenziato una corrispondenza soglia con i risultati nazionali nell' ambito Numeri , Spazio e figure e Dati e previsioni. I dati Invalsi riguardanti l'incidenza della variabilità tra le classi non evidenziano rilevanti anomalie.

Punti di debolezza

Suscettibile di interventi continuativi di recupero e programmazione dedicata PTOF-PON secondo standard INVALSI è il tasso di sospensione di giudizio/revisione al biennio iniziale negli assi linguistico e matematico delle competenze di base. Rispetto agli indicatori di performance Invalsi e dati di raffronto nei tre ambiti della prova SNV Testo narrativo/ Comprensione del testo/ Grammatica, l'orientamento al testo e alla comprensione sono assunte come aree di recupero/approfondimento curriculare. La lettura comparata dei grafici di risultato nella prova di Matematica ha evidenziato che l’ambito nel quale studenti e studentesse si discostano dalla media nazionale è rappresentato dalla prova Relazioni e funzioni. Dispositivi compensativi PTOF, PON INCLUSIONE , COMPETENZE DI BASE, AREA A RISCHIO sono in tal senso predisposti per il riequilibrio degli apprendimenti

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola raggiungono livelli di apprendimento soddisfacenti in italiano e matematica in relazione ai livelli di partenza e alle caratteristiche del contesto.

Rubrica di valutazione

4-

Motivazione

Il giudizio di parziale criticità investe l'impegno della scuola consistente prassi didattica Invalsi al fine di assicurare una più diffusa ed omogenea acquisizione dei livelli essenziali di competenze (misurate con le prove standardizzate nazionali) per tutti gli studenti e le studentesse. La fase sperimentale INVALSI riferita alla classe quinta richiede pure il continuum migliorativo di laboratorialità INVALSI nei nuovi laboratori FESR della Scuola.

2.3 Competenze chiave europee

Punti di forza

I laboratori di Cittadinanza europea e globale animati da incontri con esperti sono stati efficacemente volti a generare il "BenEssere" nella scuola in termine di educazione all'affettività e alla cittadinanza attiva con impatto su variabili/criticità comportamentali. Apprezzamento della diversità, sicurezza, sviluppo sostenibile, donazione solidale e tematiche socio-culturali UNICEF -ASL sono gli snodi tematici trasversali assunti con finalità di promozione e supporto di competenze sociali e civiche (rispetto delle regole, capacità di creare rapporti positivi con gli altri, costruzione del senso di legalità) e competenze personali legate alla capacità di orientarsi e di agire efficacemente nelle diverse situazioni. La socializzazione al lavoro nella formula del tirocinio interno nei comparti produttivi della Scuola-Azienda IPSSEOA BR e di tirocinio integrato sul territorio (Alternanza) è validata occasione di sviluppo di comportamento organizzativo e relazioni funzionali tra pari. Buona prassi di valutazione delle competenze chiave è l’Alternanza Sostenibile come percorso sperimentale orientativo di adesione ai principi di cui alla Agenda 2030. La certificazione delle competenze linguistiche competenze è stata positivamente avviata con impegno al continuum curriculare ed extra-curriculare. La scuola adotta criteri comuni per la valutazione del comportamento.

Punti di debolezza

La validata modalità di lezione partecipata si intende integrata da osservazione/valutazione sistemica delle competenze chiave. In ambito dipartimentale è programmata la definizione di descrittori/indicatori di rilevazione delle competenze chiave, rivisitate a livello istituzionale. La dimensione europea delle competenze è vincolata alla certificazione delle competenze linguistiche multiculturali in situazione di apprendimento formale ed informale di lavoro e stage in contesto internazionale. Sul piano dell'imparare ad apprendere, i corsi on line di personalizzazione dell'offerta formativa sono la prassi IPSSEOA suscettibile di miglioramento. Vincolo qualitativo per la documentazione di processo è la progettualità e gestione dei docenti di dinamica gestione degli ambienti digitali e la risposta di studentesse/ i ai nuovi corsi nella modalità mista a , distanza e in presenza per la revisione del Profilo Formativo Individuale e PECUP nelle cerniere tutte curriculari, del biennio unitario e dei percorsi orientativi di autonomia dell'apprendimento.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola acquisiscono livelli soddisfacenti nelle competenze sociali e civiche, nell'imparare a imparare, nelle competenze digitali e nello spirito di iniziativa e imprenditorialità.

Rubrica di valutazione

4-

Motivazione

Il giudizio assegnato è riferito al grado di autonoma organizzazione dello studio e autoregolazione dell'apprendimento, suscettibile di miglioramento attraverso la prassi laboratoriale dell'"imparare ad apprendere" anche con i validati ed innovativi dispositivi/ambienti di apprendimento digitale. Buona prassi si sono attestati i corsi di certificazione linguistica PTOF/PON ESOL/DELF con alta percentuale di studentesse/studenti con valutazione medio/alta e finanche distinta. Obiettivo do miglioramento è il funzionamento efficace della scuola come ECDL Test Center. In considerazione della attrattività ed efficacia dei percorsi sperimentali sulla Sostenibilità di risorse , processi e produzioni dell'Enogastronomia e del Turismo esperenziale , la scuola si impegna al continuum di progettualità culturale a dimensione multiculturale per la promozione e la valutazione del raggiungimento delle competenze chiave e di cittadinanza di studenti e studentesse.

2.4 Risultati a distanza

Punti di forza

La mappa informale dell'alto indice di soddisfazione aziendale per le risorse giovanili della scuola legittima l' implementazione di procedure di rilevazione /valutazione ex post come pure di dispositivi di raccordo domanda-offerta di lavoro. Con finalità di guida al progetto di lavoro e carriera, in fase di design review del sito istituzionale www.alberghierobrindisi.it , è stato attivato spazio/servizio dedicato al "cerco/offro lavoro" studenti e studentesse IPSSEOA R Brindisi. I risultati a distanza si intendono facilitati da attività sistemica in rete. Buona prassi di accompagnamento al lavoro ed organizzazione/monitoraggio dei risultati a distanza è l'esperienza Patronato a Scuola, suscettibile di continuum formativo. Rispetto alla formazione continua i micro seminari di orientamento con UNILECCE e UNIBARI hanno sortito esiti motivazionali che legittimano la continuità collaborativa. Prassi altamente innovativa è il PERTINI RECRUITING DAY con colloqui e selezione per stage e/o lavoro e misure di guida e consulenza di studentesse e studenti annualità in corso e in possesso di diploma IPSSEOA BR.

Punti di debolezza

Nell'ambito di una sistemica attività di orientamento indirizzata alla scelta vocazionale della scuola , suscettibile di miglioramento è la ricerca /valutazione dati di continuità formativa e/o mobilità occupazionale. Un vincolo è rappresentato dal monitoraggio ex post- positivamente avviato - su percorsi di studio (numero studenti iscritti all'universita' con crediti o meno) e posizionamento nel mondo del lavoro.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti in uscita dalla scuola hanno successo nei successivi percorsi di studio e di lavoro.

Rubrica di valutazione

4-

Motivazione

La banca dati/risultati degli studenti nei successivi percorsi di studio e di avviamento al mondo del lavoro (stage, formazione non universitaria, ecc.), come pure l'accompagnamento al mondo del lavoro sono la buona prassi in fieri dell'IPSSEOA Brindisi nella formula del Recruiting Day ( colloqui di lavoro a scuola) e attraverso Sportello online . Costante e costruttivo è pure l'interesse dei docenti dell'asse vocazionale al posizionamento degli ex allievi in una relazione affettiva e professionale di partecipata consulenza e orientamento al lavoro. Il numero di immatricolati all'università è inferiore a quello medio provinciale, regionale e nazionale. Il giudizio decisamente positivo per le realizzate attività di posizionamento in stage e accompagnamento al lavoro necessita di miglioramento per l' orientamento alla formazione continua e raccordo con le università per i requisiti di accesso e valutazione ex post dei crediti formativi.

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
3.1 Curricolo, progettazione e valutazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola propone un curricolo aderente alle esigenze del contesto, progetta attivita' didattiche coerenti con il curricolo, valuta gli studenti utilizzando criteri e strumenti condivisi.

Situazione della scuola

4-

Motivazione

La scuola si impegna a migliorare l' elaborazione del curricolo di istituto in riferimento ai nuovi documenti ministeriali di riferimento e ai profili di competenze . Le attività di ampliamento dell'offerta formativa- opportunamente inserite nel progetto educativo di scuola- necessitano di sistemica attività documentale di processo / prodotto attraverso l'utilizzo di dispositivi di monitoraggio IPSSEOA BR. L'impegno migliorativo della scuola è nella direttrice della valutazione/certificazione delle competenze.

3.2 Ambiente di apprendimento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura gli aspetti organizzativi, metodologici e relazionali dell'ambiente di apprendimento.

Situazione della scuola

4-

Motivazione

L'organizzazione di spazi e tempi risponde alle esigenze di apprendimento degli studenti. Gli spazi laboratoriali, le dotazioni tecnologiche, pur avanzate, necessitano di potenziamento numerico rispetto all'utenza e alle tipologie diversificate di attività. Il confronto tra insegnanti sulle metodologie didattiche e l' utilizzo di metodologie varie si intende sostenuto da Piano di Formazione digitale e di Istituto/Ambito. Le regole di comportamento sono definite e condivise nell'ambito del Patto di corresponsabilità.

3.3 Inclusione e differenziazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura l'inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali, valorizza le differenze culturali, adegua l'insegnamento ai bisogni formativi di ciascuno studente attraverso percorsi di recupero e potenziamento.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

Il giudizio positivo si fonda sull'alto indice di qualità prodotta/percepita di inclusione degli studenti con disabilità nella scuola, per sistematica e validata attività di socializzazione riabilitativa al lavoro in adesione al principio del Social Skills Training Programme. Il tirocinio interno , nell'ambiente protetto Scuola , come pure la nuova programmazione ASL vede studentesse/studenti partecipi delle attività laboratoriali di articolazione settoriale con impatto positivo sulle risorse attive dell'apprendimento. Diffuso è a livello curriculare l' utilizzo di metodologie didattiche inclusive, loro efficacia e monitoraggio dei PEI; puntuale è l' aggiornamento dei Piani Didattici Personalizzati BES , anche in esito a documentata formazione docente. Gli obiettivi educativi BES sono sufficientemente definiti e il loro raggiungimento viene monitorato in ambito curriculare e dipartimentale del gruppo PAI. Rispetto all'esiguo numero di studenti stranieri, la programmazione curriculare risulta inclusiva degli emergenti bisogni. Le attività su temi interculturali , attraverso l'adesione e realizzazione di progetti dedicati dell' IPSSEOA BR - eletta Scuola Ambasciatrice del Parlamento Europeo - si significa in progetti di cittadinanza attiva, di matrice culturale e vocazionale (progettazione Etwinning -ERASMUS PLUS). La differenziazione dei percorsi didattici in funzione dei bisogni educativi degli studenti e' sufficientemente strutturata a livello di scuola. Gli interventi individualizzati nel lavoro d'aula e riferiti al riequilibrio degli apprendimenti- diffusi a livello di scuola necessitano di strutturazione modulare e monitoraggio nell'ambito di sistemica " pausa didattica". Buona prassi si attesta il corso - monitoraggio di recupero online.

3.4 Continuita' e orientamento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola garantisce la continuita' dei percorsi scolastici e cura l'orientamento personale, scolastico e professionale degli studenti.

Situazione della scuola

4-

Motivazione

Il giudizio assegnato si fonda sulla buona prassi IPSSEOA BR di orientamento in tutte le fasi curriculari : ex ante con interventi di sensibilizzazione e dimostrazione laboratoriale della scelta IPSSEOA; in ingresso con finalità informative , di motivazione e bilancio delle competenze ; nella cerniera di transizione all’articolazione di settore con orientamento alle realtà produttive attraverso visite aziendali, mappatura occupazionale del territorio, lezioni partecipate con testimonials dell'attività imprenditoriale nei settori della Ristorazione e dell'Ospitalità moderna e organizzata. Le attività di orientamento - strutturate e pubblicizzate- richiedono maggiore coinvolgimento delle famiglie, come da dati questionario RAV, e di enti istituzionali e di categoria sociale. Di qualità validata si attestano i percorsi curriculari di Alternanza Scuola- Lavoro per crescente rete di aziende- gestite anche da ex studenti IPSSEOA BR a riprova di eccellente filiazione. Il numero di convenzioni stipulate è superiore al riferimento provinciale. I PCTO (percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento) rispondono ai fabbisogni sul territorio. Le attività vengono monitorate. La scuola valuta le competenze degli studenti al termine dei PCTO: gli strumenti,la rubricazione e le misure di informazione e pubblicizzazione sono suscettibili di miglioramento.

3.5 Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Punti di Forza:

Mission IPSSEOA Br è il radicamento dell’offerta formativa nel territorio per la motivazione intrinseca -culturale e strumentale della popolazione giovanile al lavoro come vocazione nel settore dell’Ospitalità Moderna Organizzata. La cultura vocazionale è assunta e condivisa dalla comunità educante come fondante del BenEssere personale e delle prospettive di qualificazione professionale e occupazionale. Attenzione partecipata è volta a processi e pratiche educative di sviluppo di competenze di base, di cittadinanza attiva, tecnico-professionali e prassi organizzative di orientamento, inclusione e differenziazione d’eccellenza in una relazione di guida - in rete territoriale - alla realizzazione di potenzialità, capacità, talenti. La qualità prodotta / percepita dell'Offerta Formativa incentrata su progetti prioritari di matrice culturale e vocazionale si significa nel superamento dello stereotipo di scuola professionale come scuola del fare: lo sviluppo delle competenze base e chiave dell’imparare ad apprendere e di comportamento etico-organizzativo in situazioni diversificate di apprendimento genera il miglioramento della dimensione identitaria del disegno di vita, lavoro, carriera ,requisito delle prestazioni di profilo attese dal mercato globale.

Punti di Debolezza

Volano di cambiamento nella direttrice delle competenze di cittadinanza/mobiltà europea è la formazione /progettualità docente e prassi didattica su ambiti di intervento ERASMUS PLUS , MULTIKULTURA e reti internazionali.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola definisce la propria missione e la visione, monitora in modo sistematico le attività che svolge, individua ruoli di responsabilita' e compiti per il personale in modo funzionale e utilizza in modo adeguato le risorse economiche.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

La promozione del “Ben-Essere”di cui all’Atto di Indirizzo è la strategia prioritaria dell’IPSSEOA contro la dispersione scolastica e contestuale successo formativo di studentesse e studenti per la piena realizzazione del diritto allo studio. Gli assi di intervento educativo realizzati nella direzione unitaria di contrasto alla dispersione sono riconducibili alle dimensioni didattica , organizzativa e delle risorse umane ed econmiche partecipate da un alto numero di docenti che assolvono a uno o più incarichi specifici, come documentato anche dalla distribuzione del Fondo FIS, che vede equamente partecipe il personale ATA. Ampio ed articolato è lo spazio PTOF riservato al Funzionigramma IPSSEOA BR con chiara definizione di responsabilità e compiti specifici inerenti le aree di processo RAV-PDM In un clima relazionale positivo e cooperativo, sinergico si attesta l'impegno a favorire la motivazione allo studio attraverso la personalizzazione dell’offerta formativa e l’ innovazione didattica , la corresponsabilità educativa e la cooperazione,il comportamento etico e solidale. Nell'ambito di scelte progettuali trasversali a tutti gli ambiti disciplinari e assi di intervento PON , progetti prioritari PTOF sono la valutazione/ certificazione delle competenze linguistiche, la consulenza e guida al posizionamento occupazione, la dimensione vocazionale-digitale degli apprendimenti nei labotatori tecnico-professionali FESR.

3.6 Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Punti di Forza:

Le iniziative di formazione su emergenti centri di innovazione educativa - tecnologie didattiche , sicurezza, Nuovo esame di Stato , inclusione- sono riconducibili a quelle istituzionalmente promosse dalla Scuola sul territorio locale con adesione partecipata a moduli/ laboratori di formazione di ambito territoriale. In esito a corsi di formazione di scuola e ambito territoriale, soddisfacente si attesta la documentazione nella sfera applicativo-didattica con particolare riferimento alla metodologia e-learning. Scuola Ambasciatrice d'Europa l'IPSSEOA Br ha aderito alle azioni di formazione e prassi didattica di contrasto al cyberbullismo e a iniziative di carattere interculturale per lo scambio eduvativo e lo sviluppo di competenze linguistiche e di cittadinanza attiva. Il piano neossunti risulta efficacemente monitorato da docente funzione strumentale con qualificata attività cooperativa a cura dei docenti tutor. Alto l'indice di soddisfazione ratificato. Agli atti della scuola è il curriculum documentale delle competenze del personale completo di esperienze formative e corsi frequentati per una ottimale e trasparente gestione delle risorse umane in ordine ad assegnazione di incarichi progettuali e di coordinamento. Ampia e condivisa è la gestione PTOF nella con allocazione incarichi di coordinamento, progettualità , aree didattiche e gestionali. La scuola incentiva la partecipazione dei docenti a gruppi di lavoro su tematiche culturali e vocazionali nella modalità dei dipartimenti, gruppi di docenti per classi parallele. I gruppi di lavoro composti da insegnanti producono materiali/appunti digitali utili alla scuola e fruibili nelle Classroom digitali. I gruppi di lavoro docente formalmente convocati dal DS sono incentrati su: criteri comuni per la valutazione degli studenti piano triennale della ‘offerta formativa( aggiornamento e progettazione esecutiva); raccordo con il Territorio – collaborazioni CTS; orientamento( progettazione e monitoraggio); accoglienza( pianificazione attività); competenze in ingresso e in uscita ( test di ingresso e prove d’asse); inclusione; continuità; temi multidisciplinari focus group Etwinning, ASL cultura della valutazione nella Nuova Istruzione professionale e nel Nuovo Esame di Stato Docenti di staff e funzioni strumentali di supporto alla attività/formazione docente , anche in ambito PSND partecipano a corsi di qualificazione dell’innovazione sistemica dell?Istruzione Professionale.

Punti di Debolezza

In stato di miglioramento si attesta il livello di qualità prodotta/percepita della formazione da parte della componente docente-ATA . Dalla analisi di risultati e processi didattici emerge l'urgenza di intervento di formazione docente sulla didattica per competenze per la definizione del Piano Formativo Indivuale e il continuum della buona prassi di formazione TIC per l’animazione digitale di processi e pratiche educative e gestionali ATA. Attraverso corsi di formazione di secondo livello ambito territoriale 11 e/o percorsi di formazione IPSSEOA BR e/o autoformazione è attesa certificazione competenze docenti e personale ATA. Vincolo qualitativo per la valutazione di processi e pratiche educative sono i gruppi di lavoro docente elaborazionedi prove parallele, protocollo di valutazione, rubricazione e modalità di somministrazione test /codifica e analisi dati. Da implementare sono pure i gruppi di lavoro dedicati alle criticità di esiti scolastici , INVALSI, risultati a distanza.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola valorizza le risorse professionali, promuove percorsi formativi di qualita' e incentiva la collaborazione tra pari.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

La definizione e assegnazione di ruoli e compiti del personale scolastico si attesta funzionale al PTOF nel rispetto delle competenze professionali specifiche, oggetto anche di attenta selezione e valutazione ex bandi PON-POR che registrano un alto indice di expertise delle risorse interne della Scuola per requisiti di formazione eprofessionalità specifica . La distribuzione delle risorse con valorizzazione della specificità delle diverse professionalità è curata secondo criteri di trasparenza trasversalmente a tutte le azioni educative e ratificata da bonus premiale con largo spettro di opportunità ed evidenze didattiche/gestionali. La promozione delle azioni di formazione , fondata sulle esigenze formative del personale si attesta coerente con la realizzazione del PTOF e con le memergenti innovazioni istituzionali di gestione dei nuovi ambienti di apprendimenti, qualificazione certificata degli apprendimenti e preparazione competente al Nuovo Esame di Stato. All'Atto di Indirizzo risulta il Piano di Formazione docente. In crescita si registra il grado di soddisfazione docente rispetto ai percorsi formativi intrapresi . Nel continuum formativo si registra documentato impatto didattico riferito specificatamente all'innovazione metodologica e-learning ,utile a livello pedagogico come attività a distanza nella fase attuativa dell'Alternanza. Positivamente migliorata è l'attività di collaborazione docente su valutazione ed elaborazione prove parallele;

3.7 Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Punti di Forza:

Nella consapevolezza che la sinergia formativa è fondante del miglioramento dei processi educativi e del posizionamento occupazionale , la scuola è partner di: -Rete “Confao”- Consorzio Nazionale per la Formazione, l’Aggiornamento e l’Orientamento- la cui finalità è di sostenere, attraverso iniziative progettuali, istituzioni formative, scolastiche e non scolastiche, nella qualità della preparazione di risorse umane per la sfida dell'apprendimento permanente. -Polo Tecnico Professionale Pugliese nell’ambito Agroalimentare(protocollo di intesa con ITS Agroalimentare di Locorotondo- Fondazione "Basile Caramia") per la promozione ed organizzazione di seminari, incontri dibattito e progetti di promozione della cultura scientifica e delle innovazioni tecnologiche alle piccole e medie imprese;promozione e diffusione delle produzioni e dei prodotti agroalimentari del territorio. -Rete Scuole Alberghiere della Puglia con finalità di sviluppo di progetti di matrice vocazionale incentrati sull’apprezzamento del contesto geografico/ storico/ culturale di Puglia e valorizzazione di filiere di produzione, professionalità e occupabilità.

Punti di Debolezza

A fronte della complessa rete di collaborazioni attivate, alcune necessitano di maggiore integrazione nella vita della scuola con impatto sulla qualità di processi , pratiche educative e placement occupazionale.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola svolge un ruolo propositivo nella promozione di politiche formative territoriali e coinvolge le famiglie nella definizione dell'offerta formativa e nella vita scolastica.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

  Dettaglio
Le priorita' si riferiscono agli obiettivi generali che la scuola si prefigge di...

... realizzare nel lungo periodo attraverso l'azione di miglioramento. Le priorita' che la scuola si pone devono necessariamente riguardare gli esiti degli studenti. Si suggerisce di specificare quale delle quattro aree degli Esiti si intenda affrontare (Risultati scolastici, Risultati nelle prove standardizzate nazionali, Competenze chiave europee, Risultati a distanza) e di articolare all'interno quali priorita' si intenda perseguire (es. Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado; Riduzione della variabilita' fra le classi; Sviluppo delle competenze sociali degli studenti di secondaria di I grado, ecc.). Si suggerisce di individuare un numero limitato di priorita' (1 o 2 per scuola) selezionandole all’interno di una stessa area o al massimo di due aree degli Esiti degli studenti. I traguardi sono di lungo periodo e riguardano i risultati attesi in relazione alle priorita'. Si tratta di risultati previsti a lungo termine (3 anni). Essi articolano in forma osservabile e/o misurabile i contenuti delle priorita' e rappresentano le mete verso cui la scuola tende nella sua azione di miglioramento. Per ogni priorita' individuata deve essere articolato il relativo traguardo di lungo periodo. Essi pertanto sono riferiti alle aree degli Esiti degli studenti (es. in relazione alla priorita' strategica "Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado", il traguardo di lungo periodo puo' essere definito come "Rientrare nella media di abbandoni regionali pari al 4%, e precisamente portare gli abbandoni della scuola al di sotto del 4%"). E' opportuno evidenziare che per la definizione del traguardo che si intende raggiungere non e' sempre necessario indicare una percentuale, ma una tendenza costituita da traguardi di riferimento a cui la scuola mira per migliorare, ovvero alle scuole o alle situazioni con cui e' opportuno confrontarsi

Priorità e Traguardi

Risultati scolastici

PRIORITA'

Diminuzione dell'insuccesso scolastico con riduzione della percentuale degli studenti non ammessi o con sospensione di giudizio

TRAGUARDO

Rientrare nella media di abbandoni provinciali, con tasso di riduzione della sospensione rapportato a scuole professionali con affini dati di contesto

Obiettivi di processo collegati

- elaborare/ documentare, in seno ai dipartimenti, criteri di valutazione disciplinare comuni e prove strutturate per classi parallele


PRIORITA'

Diminuzione della variabilita' dei voti fra le classi.

TRAGUARDO

Standardizzare le procedure valutative secondo criteri condivisi di somministrazione/valutazione prove per classi parallele

Obiettivi di processo collegati

- elaborare/ documentare, in seno ai dipartimenti, criteri di valutazione disciplinare comuni e prove strutturate per classi parallele


Risultati nelle prove standardizzate nazionali

PRIORITA'

Riduzione della variabilita' tra classi nei risultati INVALSI

TRAGUARDO

Ridurre la varianza tra le classi in italiano e matematica di 0,5 - 1 punti per annualita' PTOF

Obiettivi di processo collegati

- elaborare/ documentare, in seno ai dipartimenti, criteri di valutazione disciplinare comuni e prove strutturate per classi parallele


Competenze chiave europee

PRIORITA'

Innalzamento di livello delle competenze linguistiche multiculturali e competenze digitali secondo standard di certificazione ESOL/INVALSI - DELF/DALF - ECDL

TRAGUARDO

Rientrare nel liv. QCER di competenze in lingua straniera e competenza digitale ex innovazione INVALSI e Profilo PECUP dell'Istruzione Professionale per n.allievi con attestato/certificazione di percorso formativo

Obiettivi di processo collegati

- Progettare/documentare percorsi di certificazione linguistica e digitale della comunità educante ( docenti/ATA ) e di adesione/gestione percorsi multiculturali anche nella modalità E-twinning

- elaborare / documentare, a livello dipartimentale e di CdC, attività di personalizzazione e monitoraggio delle competenze acquisite in contesti non formali o informali(competenze in ambiente laboratoriale scientifico-tecnologico e di percorsi PTOF/PON/USR) di aggiornamento e revisione PFI nel biennio unitario e di PECUP di Istituto


PRIORITA'

Sviluppo competenze di cittadinanza europea attraverso moduli/percorsi progettuali di matrice scientifico- vocazionale e multiculturale di educazione alla Sostenibilità Agenda 2030 su risorse e processi dell'Enogastronomia , del Turismo Esperenziale e dell' Ospitalità Moderna Organizzata .

TRAGUARDO

Documentare indice di impatto educativo con evidenza della qualita' prodotta/ percepita ( partecipazione attiva, impatto curriculare su PFI e PECUP, soddisfazione studenti/docenti/partners )

Obiettivi di processo collegati

- Progettare/documentare percorsi di certificazione linguistica e digitale della comunità educante ( docenti/ATA ) e di adesione/gestione percorsi multiculturali anche nella modalità E-twinning

- elaborare / documentare, a livello dipartimentale e di CdC, attività di personalizzazione e monitoraggio delle competenze acquisite in contesti non formali o informali(competenze in ambiente laboratoriale scientifico-tecnologico e di percorsi PTOF/PON/USR) di aggiornamento e revisione PFI nel biennio unitario e di PECUP di Istituto


Risultati a distanza

PRIORITA'

Funzionamento della scuola come osservatorio di orientamento per adeguamento PTOF ai bisogni di formazione continua/richieste del mercato del lavoro

TRAGUARDO

Documentare n. misure di accompagnamento alla formazione continua/ lavoro e di monitoraggio sito/piattaforma cerco-offro lavoro

Obiettivi di processo collegati

- pianificare azioni di informazione partecipata e didattica orientativa ex ante, in ingresso, in itinere, in uscita, ex post


MOTIVAZIONE SCELTA PRIORITA'

Il piano di miglioramento, sfruttando i punti di forza presenti nella scuola e tenendo conto delle criticità , intende intervenire nell’area dei Processi con impatto sui Risultati. Dall’analisi del Rapporto di Valutazione si evidenzia la necessità per la scuola di strumenti di riflessione organica sui processi di sistema, sui risultati delle azioni PTOF e sugli esiti della didattica. Lo sviluppo delle risorse umane , attraverso la partecipazione dei docenti alle iniziative di formazione si conferma vincolo di qualificazione delle competenze (metodologiche , linguistiche e digitali ) per la attività didattica pienamente orientata alle competenze di profilo educativo studentessa/studente, cittadina/o a dimensione europea per certificate competenze linguistiche, TIC e di comportamento etico-organizzativo in contesti multiculturali di lavoro. Nel superamento di pratiche statiche e/o lontane dal mutato scenario tecnologico , la scuola è laboratorio di formazione e programmazione docente di qualità personalizzata e inclusiva anche nella nuova configurazione di Scuola Polo per l'Inclusione. La linea strategica di sviluppo delle risorse umane è volta al miglioramento programmatico delle azioni educative, di monitoraggio e valutazione certificata degli esiti scolastici , INVALSI e a distanza d studentesse e studenti, cittadini e protagonisti culturali del cambiamento a dimensione globale.

Gli obiettivi di processo rappresentano una definizione operativa delle attività...
... su cui si intende agire concretamente per raggiungere le priorita' individuate. Essi costituiscono degli obiettivi operativi da raggiungere nel breve periodo (un anno scolastico) e riguardano una o piu' aree di processo. Si suggerisce di indicare l'area o le aree di processo su cui si intende intervenire e descrivere gli obiettivi che la scuola si prefigge di raggiungere a conclusione del prossimo anno scolastico (es. Promuovere una figura di docente tutor per supportare gli studenti in difficolta' del primo anno dell'indirizzo linguistico nella scuola secondaria di II grado; Individuare criteri di formazione delle classi che garantiscano equi-eterogeneita'; Utilizzare criteri di valutazione omogenei e condivisi per la matematica nella scuola primaria; Ridurre gli episodi di esclusione e i fenomeni di bullismo nella scuola secondaria di I grado; ecc.).

Obiettivi di processo

Curricolo, progettazione e valutazione

elaborare/ documentare, in seno ai dipartimenti, criteri di valutazione disciplinare comuni e prove strutturate per classi parallele

elaborare / documentare, a livello dipartimentale e di CdC, attività di personalizzazione e monitoraggio delle competenze acquisite in contesti non formali o informali(competenze in ambiente laboratoriale scientifico-tecnologico e di percorsi PTOF/PON/USR) di aggiornamento e revisione PFI nel biennio unitario e di PECUP di Istituto

Continuita' e orientamento

pianificare azioni di informazione partecipata e didattica orientativa ex ante, in ingresso, in itinere, in uscita, ex post

Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Progettare/documentare percorsi di certificazione linguistica e digitale della comunità educante ( docenti/ATA ) e di adesione/gestione percorsi multiculturali anche nella modalità E-twinning

Contributo degli obiettivi di processo nel raggiungimento delle priorità