Indicatori Dettaglio
1.1 Popolazione scolastica

Opportunità

L'Istituto è composto da n. 5 sedi; gli studenti provengono da contesti socio economici diversi a seconda della sede di frequenza. La Scuola Secondaria di 1° Manno situata nel quartiere Marina è caratterizzata da un numero elevato di alunni stranieri. La Scuola Secondaria Spano situata nel quartiere di Santa Avendrace ha una composizione di alunni provenienti da un contesto socio economico medio alto al pari della Scuola Primaria De Amicis situata nella stessa zona. La Scuola Primaria e dell'infanzia Satta denota caratteristiche specifiche per la presenza di un numero notevole di studenti pendolari provenienti dall'Hinterland cagliaritano . Il contesto socio economico di provenienza è medio alto oltre alla presenza di un numero elevato di alunni stranieri residenti nella zona. La partecipazione attiva delle famiglie e la possibilità per gli alunni di convivere in un ambiente di apprendimento multietnico ha rappresentato da sempre per il nostro istituto una grande risorsa. Sono stati creati 3 diversi tipi di tempo scuola: Tempo Pieno - Tempo Lungo e Tempo Normale. La giornata del Sabato è dedicata ad attività extracurricolare di arricchimento dell'Offerta Formativa con numerose attività progettuali ,laboratori e interventi di consolidamento delle competenze di base.

Vincoli

Per ovviare ai problemi del pendolarismo e soddisfare i bisogni delle famiglie che lavorano si è creata la pre e post accoglienza con apertura dei locali scolastici dalle ore 07.30 alle ore 18.30. All'interno dei plessi è attivo il servizio mensa garantito a tutti gli alunni che ne hanno fatto espressa richiesta.

1.2 Territorio e capitale sociale

Opportunità

Nonostante la riduzione della quota di miglioramento dell'offerta formativa (MOF) da parte del Miur sono stati attivati con successo tutti i percorsi di recupero e consolidamento in orario curricolare ed extracurricolare; il tutto è stato reso possibile grazie al contributo del Comune di Cagliari con la legge del diritto allo studio L.R 31/84 ed L.R 25/93 ordinaria e straordinaria. Grazie a questi finanziamenti sono stati garantiti interventi mirati sportello d'ascolto per genitori ed alunni; laboratori laboratoriale con aperture della scuola alla didattica fino alla fine di giugno 2019 . Da segnalare la professionalità e le competenze acquisite dai docenti della scuola primaria impegnati nelle attività laboratoriali e l'altissimo gradimento da parte dei genitori per la qualità del servizio offerto.

Vincoli

Esiguità del contributo nazionale e incertezza dei finanziamenti dell'ente locale e del Miur per i prossimi anni.

1.3 Risorse economiche e materiali

Opportunità

Oltre alle risorse standard del Miur l'Istituto si è impegnato in tutto il corso dell'anno a presentare progetti ottenere i finanziamenti: PON-FSE-FSER per la scuola infanzia primaria e Secondaria 1° Progetti Regione Sardegna- TUTTI A ISCOL@ Linea A1- A2 Linea C- Linea B1 primaria e secondaria 1° I laboratori sono stati recentemente rinnovati attingendo a finanziamenti PON FSRS e Fondazione Banco di Sardegna. Gli edifici scolastici dell'Istituto sono tutti perfettamente a norma.

Vincoli

Si ravvisa la necessità che l'Ente Locale proprietario degli stabili manifesti più costanza negli interventi per la gestione delle emergenze (impianto idrico, impianto di riscaldamento e manutenzione locali -impianti ascensori)

1.4 Risorse professionali

Opportunità

La permanenza dei docenti e della maggior parte del personale Ata garantisce la continuità didattica ed educativa nonchè la realizzazione di progetti e percorsi a lungo termine. La conoscenza del territorio e dell'utenza consente una programmazione di interventi più adeguati e consoni alla realtà.

Vincoli

Non si sono verificate per l'anno scolastico 2018/2019 criticità derivate dalla costante permanenza del Dirigente e del personale docente e ATA. Le stesse previsioni non potranno essere soddisfatte per il futuro anno scolastico causa mobilità massiccia del personale Ata

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
2.1 Risultati scolastici

Punti di forza

Il numero limitato di trasferimenti è garantito dalla presenza di ottimale organizzazione tempo scuola. L'Istituto offre 3 tipi di tempo scuola per la scuola primaria - il servizio mensa- servizio scuolabus e servizio di pre e post accoglienza. Le Scuole Secondarie di 1° Spano e Manno si differenziano per le seguenti motivazioni: Spano: 2 tempi scuola 30 ore ordinario 36 prolungato con servizio mensa- apertura fino alle 18.30 per la realizzazione di progetti e attività laboratoriali - pre e post accoglienza. Manno- la scuola si caratterizza per i percorsi interculturali realizzati con esiti positivi; corso a indirizzo musicale con 4 strumenti in orario pomeridiano -servizio mensa e vigilanza

Punti di debolezza

La presenza di alunni stranieri che spesso fanno rientro nei loro paesi d'origine in corso d'anno o inserimento di alunni stranieri in arrivo durante il corso dell'anno scolastico per i quali l'Istituto deve attivare un percorso di prima alfabetizzazione.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola portano avanti regolarmente il loro percorso di studi, lo concludono e conseguono risultati soddisfacenti agli esami finali.

Rubrica di valutazione

7- Eccellente

Motivazione

2.2 Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Punti di forza

Lettura dei bisogni specifici degli alunni e programmazione e realizzazione di progetti di recupero e consolidamento degli obiettivi; progetti di potenziamento delle conoscenze e delle capacità per gli alunni che manifestano interessi e motivazioni specifiche. Progetti di italiano L 2 con docenti specializzati per gli alunni stranieri e insegnamento della lingua inglese col costante supporto di Tutors madrelingua in tutte le classi

Punti di debolezza

Limitata fiducia nelle modalità di valutazione dei test Invalsi da parte di alcuni docenti e di alcune famiglie.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola raggiungono livelli di apprendimento soddisfacenti in italiano e matematica in relazione ai livelli di partenza e alle caratteristiche del contesto.

Rubrica di valutazione

7- Eccellente

Motivazione

2.3 Competenze chiave europee

Punti di forza

Regolamento interno dell'Istituto- valutazione del comportamento e codice di disciplina- percorsi sulla legalità - Partecipazione ad eventi convegni promossi dagli Enti Locali- comunicazioni informazioni alle famiglie. Un valore essenziale è stato attribuito alla realizzazione dei progetti di continuità e orientamento fra i diversi ordini di scuola; interventi e visite guidate per l'orientamento nelle scuole secondarie di II col pieno coinvolgimento delle famiglie

Punti di debolezza

Nonostante un corretto e adeguato orientamento per le scuole secondarie di II promosso dalla scuola alcune famiglie non hanno seguito i consigli orientativi

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola acquisiscono livelli soddisfacenti nelle competenze sociali e civiche, nell'imparare a imparare, nelle competenze digitali e nello spirito di iniziativa e imprenditorialità.

Rubrica di valutazione

7- Eccellente

Motivazione

2.4 Risultati a distanza

Punti di forza

Trattandosi di un Istituto Comprensivo con Scuola Infanzia - Primaria e Secondaria di 1°è possibile seguire interamente il percorso scolastico della maggior parte degli alunni in quanto frequentano i diversi gradi d'istruzione all'interno dello stesso istituto.

Punti di debolezza

nessuno

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti in uscita dalla scuola hanno successo nei successivi percorsi di studio e di lavoro.

Rubrica di valutazione

7- Eccellente

Motivazione

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
3.1 Curricolo, progettazione e valutazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola propone un curricolo aderente alle esigenze del contesto, progetta attivita' didattiche coerenti con il curricolo, valuta gli studenti utilizzando criteri e strumenti condivisi.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

3.2 Ambiente di apprendimento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura gli aspetti organizzativi, metodologici e relazionali dell'ambiente di apprendimento.

Situazione della scuola

7- Eccellente

Motivazione

3.3 Inclusione e differenziazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura l'inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali, valorizza le differenze culturali, adegua l'insegnamento ai bisogni formativi di ciascuno studente attraverso percorsi di recupero e potenziamento.

Situazione della scuola

7- Eccellente

Motivazione

Pieno rispetto del dettato costituzionale per l'accoglienza l'inclusione e l'ntegrazione sia degli alunni diversamente abili (31) che degli alunni stranieri (12%) sia degli alunni che hanno manifestato disagio socio economico e un percorso lento di apprendimento.

3.4 Continuita' e orientamento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola garantisce la continuita' dei percorsi scolastici e cura l'orientamento personale, scolastico e professionale degli studenti.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

3.5 Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Punti di Forza:

Le scelte educative adottate sono pienamente coerenti con quanto previsto dal Piano dell'offerta formativo deliberato dagli organi collegiali e dalle linee guida del Dirigente Scolastico. Le spese per i progetti sono prioritariamente utilizzate per attività di recupero, consolidamento e potenziamento; progetti per l'inclusione e l'integrazione degli alunni stranieri. Di particolare importanza l'utilizzo di risorse umane e finanziarie ( acquisto di materiale tecnologico e sussidi vari )a vantaggio degli alunni diversamente abili.

Punti di Debolezza

nessuna

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola definisce la propria missione e la visione, monitora in modo sistematico le attività che svolge, individua ruoli di responsabilita' e compiti per il personale in modo funzionale e utilizza in modo adeguato le risorse economiche.

Situazione della scuola

7- Eccellente

Motivazione

3.6 Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Punti di Forza:

L'Istituto analizza i bisogni formativi dei docenti e conseguentemente organizza corsi di formazione su curricolo e competenze disciplinari, bisogni educativi speciali compresi i DSA, ingue straniere informatica e LIM. sicurezza, prevenzione e salute con interventi di esperti esterni. Il personale ATA partecipa sia ai corsi interni sia organizzati da Enti o associazioni di categoria. Le attività di formazione di docenti sono risultate utili per il miglioramento delle attività didattiche. L'Istituto analizza i bisogni formativi dei docenti e conseguentemente organizza corsi di formazione su curricolo e competenze disciplinari, bisogni educativi speciali compresi i DSA, ingue straniere informatica e LIM. sicurezza, prevenzione e salute con interventi di esperti esterni. Il personale ATA partecipa sia ai corsi interni sia organizzati da Enti o associazioni di categoria. Le attività di formazione di docenti sono risultate utili per il miglioramento delle attività didattiche. L'Istituto analizza i bisogni formativi dei docenti e conseguentemente organizza corsi di formazione su curricolo e competenze disciplinari, bisogni educativi speciali compresi i DSA, ingue straniere informatica e LIM. sicurezza, prevenzione e salute con interventi di esperti esterni. Il personale ATA partecipa sia ai corsi interni sia organizzati da Enti o associazioni di categoria. Le attività di formazione di docenti sono risultate utili per il miglioramento delle attività didattiche

Punti di Debolezza

nessuna

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola valorizza le risorse professionali, promuove percorsi formativi di qualita' e incentiva la collaborazione tra pari.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

3.7 Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Punti di Forza:

Le famiglie vengono sempre coinvolte nella definizione dell'offerta formativa presentando gli obiettivi programmati e le attività progettuali da inserire nel POF. Attraverso le riunioni degli organi collegiali e delle assemblee dei genitori e dei docenti vengono sempre analizzate eventuali proposte progettuali con enti ed associazioni del territorio ( teatro, sport, musica). Il Regolamento d'Istituto e il Patto di Corresponsabilità sono stati definiti con l'apporto dei genitori e di una commissione specifica mista genitori, docenti e personale ATA interna al Consiglio d'Istituto. Nell'anno scolastico 2018/2019 sono state realizzate le seguenti iniziative per i genitori: Corso Tutti a Iscol@ Linea B1-secondaria per implementare le competenze comunicative relazionali e affettive dei genitori- Progetto Tutti A Iscol@ con la realizzazione di uno sportello d'ascolto con specialista in Psicologia. Incontri sui problemi del Cyberbullismo con esperti esterni ed operatori dell Polizia Postale. Corso sulla legalità curato dall'Arma dei Carabinieri

Punti di Debolezza

nessuna

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola svolge un ruolo propositivo nella promozione di politiche formative territoriali e coinvolge le famiglie nella definizione dell'offerta formativa e nella vita scolastica.

Situazione della scuola

7- Eccellente

Motivazione

  Dettaglio
Le priorita' si riferiscono agli obiettivi generali che la scuola si prefigge di...

... realizzare nel lungo periodo attraverso l'azione di miglioramento. Le priorita' che la scuola si pone devono necessariamente riguardare gli esiti degli studenti. Si suggerisce di specificare quale delle quattro aree degli Esiti si intenda affrontare (Risultati scolastici, Risultati nelle prove standardizzate nazionali, Competenze chiave europee, Risultati a distanza) e di articolare all'interno quali priorita' si intenda perseguire (es. Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado; Riduzione della variabilita' fra le classi; Sviluppo delle competenze sociali degli studenti di secondaria di I grado, ecc.). Si suggerisce di individuare un numero limitato di priorita' (1 o 2 per scuola) selezionandole all’interno di una stessa area o al massimo di due aree degli Esiti degli studenti. I traguardi sono di lungo periodo e riguardano i risultati attesi in relazione alle priorita'. Si tratta di risultati previsti a lungo termine (3 anni). Essi articolano in forma osservabile e/o misurabile i contenuti delle priorita' e rappresentano le mete verso cui la scuola tende nella sua azione di miglioramento. Per ogni priorita' individuata deve essere articolato il relativo traguardo di lungo periodo. Essi pertanto sono riferiti alle aree degli Esiti degli studenti (es. in relazione alla priorita' strategica "Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado", il traguardo di lungo periodo puo' essere definito come "Rientrare nella media di abbandoni regionali pari al 4%, e precisamente portare gli abbandoni della scuola al di sotto del 4%"). E' opportuno evidenziare che per la definizione del traguardo che si intende raggiungere non e' sempre necessario indicare una percentuale, ma una tendenza costituita da traguardi di riferimento a cui la scuola mira per migliorare, ovvero alle scuole o alle situazioni con cui e' opportuno confrontarsi

Priorità e Traguardi

Risultati scolastici

PRIORITA'

La priorità assoluta per gli studenti è il conseguimento di obiettivi di conoscenze e abilità con relative competenze a livello socio culturale.Acquisire comportamenti adeguati per migliorare l'autostima, l'accettazione delle diversità e le capacità di studio e di analisi.

TRAGUARDO

Conseguire competenze di responsabilità personale e vita comunitaria da utilizzare nei diversi gradi d'istruzione.Conseguimento di comportamenti adeguati ai diversi contesti sociali. Migliorare il percorso di apprendimento in tutti i gradi di scuola

Obiettivi di processo collegati

- Sviluppo capacità di progettazione e valutazione del curricolo.Migliorare i percorsi di apprendimento garantendo a tutti gli studenti opportunità specifiche di crescita Migliorare la vita all'interno del gruppo classe con comportamenti adeguati

- Creare un ambiente di apprendimento sereno con l'utilizzo della didattica laboratoriale e con percorsi specifici di apprendimento.

- Procedere con l'analisi dei risultati ottenuti per l'inclusione degli alunni diversamente abili e migliorare la tecnologia. Individuare la necessità dei bisogni individuali e procedere con interventi specifici per ciascuno di essi (DSA -BES)

- Migliorare la continuità e l'orientamento tra i diversi gradi di scuola per garantire sostegno agli alunni

- Proseguire con i servizi già sperimentati di organizzazione tempo scuola- corsi pomeridiani e scuole aperte al territorio

- Continuo monitoraggi dei bisogni formativi e realizzazione piani di formazione per tutto il personale scolastico. Monitoraggio delle best practices e delle competenze professionali

- Implementazione dei contatti e delle collaborazioni col territorio (enti locali associazioni Enti vari..privati) e con le famiglie degli alunni


Risultati nelle prove standardizzate nazionali

PRIORITA'

Migliorare la fiducia e la validità delle prove standardizzate nazionali motivando le famiglie e gli alunni. Progetti per il consolidamento all'uso dei diversi tipi di prove e test standardizzati nazionali.

TRAGUARDO

Costante miglioramento dei risultati ottenuti. Suscitare maggior interesse degli alunni e la condivisione della famiglia sulle prove standardizzate nazionali

Obiettivi di processo collegati

- Sviluppo capacità di progettazione e valutazione del curricolo.Migliorare i percorsi di apprendimento garantendo a tutti gli studenti opportunità specifiche di crescita Migliorare la vita all'interno del gruppo classe con comportamenti adeguati

- Creare un ambiente di apprendimento sereno con l'utilizzo della didattica laboratoriale e con percorsi specifici di apprendimento.

- Procedere con l'analisi dei risultati ottenuti per l'inclusione degli alunni diversamente abili e migliorare la tecnologia. Individuare la necessità dei bisogni individuali e procedere con interventi specifici per ciascuno di essi (DSA -BES)

- Migliorare la continuità e l'orientamento tra i diversi gradi di scuola per garantire sostegno agli alunni

- Proseguire con i servizi già sperimentati di organizzazione tempo scuola- corsi pomeridiani e scuole aperte al territorio

- Continuo monitoraggi dei bisogni formativi e realizzazione piani di formazione per tutto il personale scolastico. Monitoraggio delle best practices e delle competenze professionali

- Implementazione dei contatti e delle collaborazioni col territorio (enti locali associazioni Enti vari..privati) e con le famiglie degli alunni


Competenze chiave europee

PRIORITA'

nessuna

TRAGUARDO

nessuna

Obiettivi di processo collegati

- Sviluppo capacità di progettazione e valutazione del curricolo.Migliorare i percorsi di apprendimento garantendo a tutti gli studenti opportunità specifiche di crescita Migliorare la vita all'interno del gruppo classe con comportamenti adeguati

- Creare un ambiente di apprendimento sereno con l'utilizzo della didattica laboratoriale e con percorsi specifici di apprendimento.

- Procedere con l'analisi dei risultati ottenuti per l'inclusione degli alunni diversamente abili e migliorare la tecnologia. Individuare la necessità dei bisogni individuali e procedere con interventi specifici per ciascuno di essi (DSA -BES)

- Migliorare la continuità e l'orientamento tra i diversi gradi di scuola per garantire sostegno agli alunni

- Proseguire con i servizi già sperimentati di organizzazione tempo scuola- corsi pomeridiani e scuole aperte al territorio

- Continuo monitoraggi dei bisogni formativi e realizzazione piani di formazione per tutto il personale scolastico. Monitoraggio delle best practices e delle competenze professionali

- Implementazione dei contatti e delle collaborazioni col territorio (enti locali associazioni Enti vari..privati) e con le famiglie degli alunni


Risultati a distanza

PRIORITA'

nessuna

TRAGUARDO

nessuna

Obiettivi di processo collegati

- Sviluppo capacità di progettazione e valutazione del curricolo.Migliorare i percorsi di apprendimento garantendo a tutti gli studenti opportunità specifiche di crescita Migliorare la vita all'interno del gruppo classe con comportamenti adeguati

- Creare un ambiente di apprendimento sereno con l'utilizzo della didattica laboratoriale e con percorsi specifici di apprendimento.

- Procedere con l'analisi dei risultati ottenuti per l'inclusione degli alunni diversamente abili e migliorare la tecnologia. Individuare la necessità dei bisogni individuali e procedere con interventi specifici per ciascuno di essi (DSA -BES)

- Migliorare la continuità e l'orientamento tra i diversi gradi di scuola per garantire sostegno agli alunni

- Proseguire con i servizi già sperimentati di organizzazione tempo scuola- corsi pomeridiani e scuole aperte al territorio

- Continuo monitoraggi dei bisogni formativi e realizzazione piani di formazione per tutto il personale scolastico. Monitoraggio delle best practices e delle competenze professionali

- Implementazione dei contatti e delle collaborazioni col territorio (enti locali associazioni Enti vari..privati) e con le famiglie degli alunni


MOTIVAZIONE SCELTA PRIORITA'

Gli obiettivi di processo rappresentano una definizione operativa delle attività...
... su cui si intende agire concretamente per raggiungere le priorita' individuate. Essi costituiscono degli obiettivi operativi da raggiungere nel breve periodo (un anno scolastico) e riguardano una o piu' aree di processo. Si suggerisce di indicare l'area o le aree di processo su cui si intende intervenire e descrivere gli obiettivi che la scuola si prefigge di raggiungere a conclusione del prossimo anno scolastico (es. Promuovere una figura di docente tutor per supportare gli studenti in difficolta' del primo anno dell'indirizzo linguistico nella scuola secondaria di II grado; Individuare criteri di formazione delle classi che garantiscano equi-eterogeneita'; Utilizzare criteri di valutazione omogenei e condivisi per la matematica nella scuola primaria; Ridurre gli episodi di esclusione e i fenomeni di bullismo nella scuola secondaria di I grado; ecc.).

Obiettivi di processo

Curricolo, progettazione e valutazione

Sviluppo capacità di progettazione e valutazione del curricolo.Migliorare i percorsi di apprendimento garantendo a tutti gli studenti opportunità specifiche di crescita Migliorare la vita all'interno del gruppo classe con comportamenti adeguati

Ambiente di apprendimento

Creare un ambiente di apprendimento sereno con l'utilizzo della didattica laboratoriale e con percorsi specifici di apprendimento.

Inclusione e differenziazione

Procedere con l'analisi dei risultati ottenuti per l'inclusione degli alunni diversamente abili e migliorare la tecnologia. Individuare la necessità dei bisogni individuali e procedere con interventi specifici per ciascuno di essi (DSA -BES)

Continuita' e orientamento

Migliorare la continuità e l'orientamento tra i diversi gradi di scuola per garantire sostegno agli alunni

Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Proseguire con i servizi già sperimentati di organizzazione tempo scuola- corsi pomeridiani e scuole aperte al territorio

Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Continuo monitoraggi dei bisogni formativi e realizzazione piani di formazione per tutto il personale scolastico. Monitoraggio delle best practices e delle competenze professionali

Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Implementazione dei contatti e delle collaborazioni col territorio (enti locali associazioni Enti vari..privati) e con le famiglie degli alunni

Contributo degli obiettivi di processo nel raggiungimento delle priorità