Indicatori Dettaglio
1.1 Popolazione scolastica

Opportunità

L'I.C. 4 De Lauzieres è situato a Portici e distribuito su 4 plessi, di cui 3 indirizzi di scuola dell'infanzia, 2 di scuola primaria e 1 di S.S.1.G. La scuola accoglie alunni residenti nel Comune di Ercolano e San Giorgio a Cremano (plesso via Dalbono). Lo status socio-economico-culturale risulta medio-alto per la maggior parte della platea scolastica, mentre per un'esigua parte è medio-basso. Il rapporto studenti- insegnanti risulta adeguato alle difficoltà degli alunni. L'incidenza degli alunni di cittadinanza straniera non è significativa .

Vincoli

La quota di alunni con famiglie svantaggiate è più alta rispetto alla media regionale e nazionale. La popolazione studentesca rispecchia le caratteristiche della società odierna con tutte le problematiche connesse. La scuola, pur essendo un'istituzione educativa importante nel contesto sociale, si trova da sola, con risorse non sufficienti ed adeguate, a fronteggiare questi rapidi cambiamenti.

1.2 Territorio e capitale sociale

Opportunità

Portici è un comune ad alta densità di popolazione che vanta un ricco patrimonio artistico- culturale. Tale patrimonio , negli ultimi anni, è stato rivalutato e tutelato attraverso iniziative, eventi e manifestazioni che hanno aperto il territorio sempre più al turismo e alle attività di recupero ambientale. L'amministrazione comunale di Portici nell'ultimo biennio ha patrocinato le reti di scuole , con l'Università Federico II ed Enti di Ricerca (ENEA), favorendo progetti sul territorio e coinvolgendo la scuola in un gran numero di iniziative. In questo ultimo biennio sono state anche assegnate borse di studio agli esami di stato per gli alunni più meritevoli e con l'Associazione Campus Portici sono stati assegnati dei fondi alle scuole e agli allievi, i cui elaborati sono stati premiati. Sul territorio sono presenti opportunità sportive agonistiche e dilettantistiche: Società calcistica Associazione Sportiva Dilettantistica Diverse squadre di pallacanestro Squadra di rugby maschile e femminile Squadra di pallavolo locale Piscina comunale CENTRI RICREATIVI, CULTURALI E DI SUPPORTO: ASL NA 3 SUD, (O.S.A., O.S.E.A, Centro di medicina scolastica, servizi reti scolastiche, sportello d'ascolto. Associazioni di volontariato Centri riabilitativi Strutture sportive pubbliche e private Supporto: Forze armate e Polizia di Stato

Vincoli

Le risorse finanziarie non sono sufficienti a soddisfare le esigenze di una scuola che cresce, si rinnova ed esterna sul territorio le attività programmate. Nonostante l'Ente Comune abbia stanziato dei fondi destinati alla manutenzione edilizia, l'Istituto necessiterebbe di un adeguamento al nuovo modo di intendere la scuola (spazi aperti, ludoteche , biblioteche, laboratori, arredi ed infrastrutture appropriati agli ambienti di apprendimento). ***Nell'anno 2020, a partire da febbraio, le diverse associazioni con le quali collaborava la scuola non hanno potuto portare a termine contatti a causa dell'Emergenza covid 2019.***

1.3 Risorse economiche e materiali

Opportunità

L'Istituto è costituito da quattro plessi, costruiti negli anni '70, ubicati in tre zone diverse del territorio porticese. Alcuni sono facilmente raggiungibili. La scuola dell'infanzia di Via Salute coesiste nello stesso edificio della P.S . e del centro dell'impiego, con tre ingressi diversi. ***Il plesso Gradoni (scuola infanzia), struttura prefabbricata con ampio giardino, è stata oggetto di lavori di riqualificazione sia interni che esterni.*** I due edifici principali (plesso Via Dalbono e sede centrale) sono dotati ciascuno di una palestra interna ed esterna, un laboratorio d'informatica ed un'aula mensa .***Nell'anno 2020 per l'emergenza Covid, in adeguamento alla normativa vigente, l'edificio di via Salute ha subito lavori di ristrutturazione per l'ampliamento del numero delle aule per favorire la frequenza di un maggior numero di allievi.*** Una parte delle aule della scuola primaria e della SSIG dispongono di LIM , acquistati con i fondi europei.***Con i fondi erogati dal Ministero durante l'emergenza, sono stati acquistati pc portatili e tablet, messi a disposizione in comodato d'uso per i discenti disagiati dell'istituto. La scuola ha sostenuto e sostiene dall'anno 2019-2020 la DAD attraverso le piattaforme Argo e Gsuite. Con i Fondi del Miur la scuola ha garantito la formazione a tutto il personale per la gestione della piattaforma Gsuite e per la Sicurezza legata all'emergenza.

Vincoli

La scuola non dispone di: locali adibiti alla custodia dei materiali, archivio, aule laboratorio, aule di sostegno, biblioteca, bagni per docenti divisi per sesso, aula professori. Nelle scuole dell'infanzia mancano: la sala mensa e spazi adibiti all'attività psicomotoria; il plesso Gradoni e la scuola dell'infanzia di Via Salute non dispongono di connessione ad internet. L'unico locale adibito ad archivio è situato in uno spazio molto limitato e difficilmente accessibile. Anche gli uffici della segreteria sono angusti e non sufficienti per il personale con un unico bagno non diviso per sesso.*** Il Comune di Portici, pur avendo messo a disposizione n.2 locali, poco antistanti il plesso di Via Salute, non ha predisposto gli adeguamenti necessari alla fruibilità degli stessi. Il plesso di Via salute dall'anno 2020 non dispone più di un' aula polivalente ( mensa, lab.musicale, sala convegni, ecc.) per favorire l'incremento del numero di aule per l'emergenza covid. Rispetto alla DAD e alla DDI la scuola non è sufficientemente attrezzata di Lim, Pc e connessione wifi potenziata.***

1.4 Risorse professionali

Opportunità

Gli insegnanti con contratto a tempo indeterminato risultano il 95% circa, e la maggior parte è stabile nell'istituto da oltre 10 anni, come anche il DS, assicurando la continuità educativa e didattica. La maggior parte dei docenti a tempo indeterminato, compresi gli insegnanti di sostegno, è rappresentato dalla fascia di età compresa tra i 45 e i 55 anni , seguita immediatamente da quella con più di 55 anni : l'età media insieme al dato della stabilità del personale, garantisce l'esperienza nella pratica educativa, nella conoscenza del contesto e nella stabilità organizzativa. La maggior parte dei docenti a tempo indeterminato possiede una laurea di vecchio ordinamento o laurea triennale o titoli equipollenti. Gli insegnanti di sostegno che rientrano nell'organico di diritto sono 11 e possiedono oltre al titolo di specializzazione altri titoli specifici per i D.A. Il numero esiguo dei docenti garantisce un G.L.I. costante ed un riferimento per tutti i docenti. La comunicazione risulta infatti efficace e proficua per l'inclusione. ***La maggior parte dei docenti che rivestono ruolo di F.S e/o referenti, hanno qualifiche appropriate al ruolo. Tutti i docenti nell' anno 2019-2020 hanno seguito corsi di formazione per la gestione della piattaforma Gsuite finalizzati alla DAD.***

Vincoli

Parte del personale più prossimo alla pensione è restio all'aggiornamento e alla formazione. La mancanza di spazi, non consente ai docenti specializzati in diverse tipologie per D.A di poter incrementare le metodologie apprese ed utilizzare strumenti validi per l'applicazione di esse.

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
2.1 Risultati scolastici

Punti di forza

La scuola garantisce il successo formativo a tutti gli studenti, infatti gli esiti relativi all'a.s. in corso risultano positivi rispetto agli anni precedenti e si registrano maggiori eccellenze all'esame di Stato conclusivo del primo ciclo d'istruzione.Tutti gli studenti sono stati ammessi alla classe successiva sia nella Scuola Primaria che nella S. S. I G. Non ci sono alunni che abbandonano gli studi, esigua è la percentuale di coloro che chiedono il trasferimento solo per cambio di residenza. Rispetto ai precedenti anni scolastici i risultati registrati evidenziano che gran parte degli alunni, sia della scuola primaria, che della scuola S.1.G. si attestano su livelli ottimi, mentre diminuiscono gli allievi che riportano risultati sufficienti. °°I risultati raggiunti nell'a.s. 2019-2020, per quanto confermino l'obiettivo prefisso dalla scuola, non è supportato dalle prove oggettive (INVALSI e prove d'esami scritte) per l'emergenza covid.**

Punti di debolezza

**Nell'a.s. 2019-2020 non è stato possibile somministrare prove scritte oggettive nè valutazioni in presenza dal mese di marzo, per l'emergenza covid, pertanto le valutazioni degli alunni hanno tenuto conto dello sforzo impiegato per fronteggiare l'adeguamento alla nuova modalità didattica.**

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola portano avanti regolarmente il loro percorso di studi, lo concludono e conseguono risultati soddisfacenti agli esami finali.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

La scuola sta lavorando sugli esiti degli alunni impegnandosi ad innalzare il numero di studenti che si collocano nelle fasce di voto più alte. Osservando i risultati, si assiste ad un incremento dall'a.s. 2018-2019/2019-2020 in particolare si evidenzia una crescita della quota di studenti collocata nelle fasce di voto comprese tra 8-10. Tale dato è da stimolo per continuare sul processo iniziato, sebbene è da considerare che la DAD pone dei limiti al sistema di valutazione interno (prove oggettive), al sistema di valutazione delle piattaforme ( strumenti adeguati alle prove di verifica) ed è influenzata dal contesto in cui l'alunno opera ( Famiglia, strumenti digitali di supporto ecc.)

2.2 Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Punti di forza

Rispetto agli anni precedenti, i risultati delle Prove Standardizzate sono in calo per le classi seconde della scuola primaria sia in italiano che matematica , mentre per le classi quinte della scuola primaria , migliorano i risultati di italiano mentre sono in calo quelli relativi a matematica. Nella S.S.1.G. i risultati evidenziano un calo rispetto agli anni precedenti.

Punti di debolezza

E' evidente la variabilità dei risultati degli studenti della scuola primaria dell'Istituto, infatti alcune classi riportano risultati positivi rispetto ad altre. Tale discrepanza potrebbe essere conseguenza di gruppi classe legati alla scelta del tempo pieno. Inoltre la scuola non sempre riesce ad assicurare l'eterogeneità delle classi . Per la scuola S.S.1.G. la variabilità è evidente all'interno del gruppo classe che risulta alta sia da un punto di vista di preparazione didattica sia sociale e ambientale. Un altro fattore potrebbe essere l'attenzione con cui gli allievi precedentemente affrontavano la prova d'esame, attualmente prova di ammissione, probabilmente sottovalutata.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola raggiungono livelli di apprendimento soddisfacenti in italiano e matematica in relazione ai livelli di partenza e alle caratteristiche del contesto.

Rubrica di valutazione

4-

Motivazione

La scuola ha osservato un calo medio nelle prestazioni delle prove standardizzate, con l' esclusione di gruppi di alunni che hanno conseguito risultati in media e superiori ai riferimenti regionali, geografici e nazionali. Ciò probabilmente è causato da una situazione discontinua della presenza dei docenti di classe e dalla mancanza di esercitazioni sistematiche su tali prove.

2.3 Competenze chiave europee

Punti di forza

La scuola adotta criteri di valutazione comuni per l'attribuzione del giudizio del comportamento; vengono proposte agli allievi alcune attività che danno la possibilità di acquisire competenze civiche e di cittadinanza come spirito di collaborazione, senso di responsabilità, rispetto delle regole , di sé e degli altri. Attualmente la valutazione delle competenze sociali e civiche, essendo trasversali, si effettua anche attraverso l'osservazione sistematica dei docenti e il confronto all'interno dei consigli di classe ed interclasse. La scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado collaborano, attraverso laboratori tematici, allo sviluppo delle competenze chiave e di cittadinanza.*** La DAD, per l'emergenza Covid ha da un lato, implementato l'acquisizione di competenze digitali degli allievi, dall'altro ha reso consapevoli i discenti della necessità di rispettare le regole durante le video-lezioni. La scuola aderisce ad iniziative mirate allo sviluppo delle competenze digitali (CODE-WEEK, HOUR OF CODE, attività relative ad educazione digitale, attività relative al cyberbullismo).

Punti di debolezza

La scuola sta sperimentando l'utilizzo di un protocollo di valutazione delle competenze sociali e civiche ma dal mese di marzo, per l'emergenza Covid, non è stato possibile verificare gli step successivi ( compiti di realtà).

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola acquisiscono livelli soddisfacenti nelle competenze sociali e civiche, nell'imparare a imparare, nelle competenze digitali e nello spirito di iniziativa e imprenditorialità.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

Il livello delle competenze chiave e di cittadinanza (competenze sociali e civiche, imparare a imparare, competenze digitali, spirito di iniziativa ed imprenditorialità) raggiunto dagli studenti è buono; le competenze sociali e civiche sono adeguatamente sviluppate (collaborazione tra pari, responsabilità e rispetto delle regole). La scuola adotta criteri comuni per la valutazione del comportamento e si propone di utilizzare nell'immediato una progettazione e un protocollo di valutazione per competenze comuni e condivisi. Tale dato è da stimolo per continuare sul processo iniziato, sebbene è da considerare che la DAD pone dei limiti al sistema di valutazione interno (prove oggettive), al sistema di valutazione delle piattaforme ( strumenti adeguati alle prove di verifica) ed è influenzata dal contesto in cui l'alunno opera ( Famiglia, strumenti digitali di supporto ecc.)*** La scuola sta lavorando sulle competenze sociali e civiche degli alunni sulla base delle nuove linee guida imposte dal MIUR per l’insegnamento e l’apprendimento dell’ Educazione Civica. Gli studenti nonostante il buon livello raggiunto per senso di responsabilità e rispetto per l'altro, hanno mostrato di non essere ancora in grado di gestire autonomamente la competenza digitale nell'anno scolastico 2019-2020 attraverso l'uso corretto dei dispositivi per la D.A.D. Pertanto la valutazione terrà conto dell’età degli studenti e dei progressi raggiunti rispetto al livello di partenza.

2.4 Risultati a distanza

Punti di forza

Nel passaggio dalla scuola primaria alla S.S.1.G. gli studenti vengono guidati , nell'arco del triennio, ad acquisire capacità di autovalutazione. Gli studenti usciti dalla scuola primaria ottengono , sia in italiano che in matematica, punteggi medi in aumento rispetto alla regione di appartenenza e all'area geografica e in discesa rispetto alla media nazionale.

Punti di debolezza

Il calo che si evidenzia nelle prove invalsi sarà oggetto di ulteriori analisi da parte della scuola.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti in uscita dalla scuola hanno successo nei successivi percorsi di studio e di lavoro.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
3.1 Curricolo, progettazione e valutazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola propone un curricolo aderente alle esigenze del contesto, progetta attivita' didattiche coerenti con il curricolo, valuta gli studenti utilizzando criteri e strumenti condivisi.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

La scuola sta gradualmente intraprendendo un percorso innovativo che abbraccia tutti gli ambiti dell'Offerta Formativa promuovendo la partecipazione attiva dei docenti e la condivisione delle scelte fra docenti, alunni e genitori. Attraverso l'elaborazione di un curricolo che tenga conto dei documenti ministeriali di riferimento, sono stati definiti i profili di competenze per le varie discipline ed anni di corso.# La scuola si è adoperata per l'elaborazione di un curricolo verticale di educazione civica, così come previsto dalla normativa vigente, tale curricolo trasversale, verrà sperimentato per quest'anno scolastico attraverso azioni progettuali, anche a distanza.# Nell'Istituto sono stati aggiornati i format delle progettazioni didattiche, anche per la didattica digitale, predisponendo ed integrando i criteri per la valutazione a distanza degli studenti.

3.2 Ambiente di apprendimento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura gli aspetti organizzativi, metodologici e relazionali dell'ambiente di apprendimento.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

L'Istituto cura in maniera costante la dimensione organizzativa, metodologica e relazionale e si sforza di migliorare tali aspetti. Nonostante ciò, si denota una mancanza di risorse materiali (connessione wi-fi, spazi, supporti tecnologici, aula docenti, spazi ristorativi) che ne rappresenta un ostacolo.

3.3 Inclusione e differenziazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura l'inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali, valorizza le differenze culturali, adegua l'insegnamento ai bisogni formativi di ciascuno studente attraverso percorsi di recupero e potenziamento.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

Nella scuola continua la rilevazione degli alunni con BES in tutte le classi e dei risultati da essi raggiunti, prevedendo sempre flessibilità nella programmazione, nella verifica e nella rimodulazione degli interventi. I rapporti continui di sinergia con gli Enti Territoriali agevolano in maniera efficace i processi di inclusione. La scuola aderisce all'iniziativa della sperimentazione di una scheda osservativa che consente di rilevare eventuali problematiche relative alla disprassia già nella scuola dell'infanzia. Mentre ci si propone una formazione sempre più specifica del personale volta a rispondere alle esigenze degli alunni con BES ed una valorizzazione maggiore delle risorse professionali interne da spendere nell’ambito dell’inclusione

3.4 Continuita' e orientamento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola garantisce la continuita' dei percorsi scolastici e cura l'orientamento personale, scolastico e professionale degli studenti.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

L'istituzione ha migliorato le attività di continuità tra i vari ordini di scuola; vengono inoltre indicate e comunicate le competenze in uscita degli alunni attraverso relativa certificazione e confronto fra i docenti dei vari ordini di scuola all'interno dello stesso Istituto e con i docenti di istituti secondari di II grado negli incontri di continuità. La scuola organizza open day che favoriscono la conoscenza dell'istituto sul territorio, ciò determina una richiesta anche da parte dei comuni limitrofi, non sempre accontentabile, a causa del numero di aule limitato. Regolarmente da ottobre a gennaio i referenti dell'orientamento organizzano incontri per visitare le scuole superiori del territorio al fine di indirizzare la scelta dei propri studenti e stabilisce protocolli d'intesa con scuole in rete .

3.5 Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Punti di Forza:

La scuola ha definito la missione, la visione e le priorità all'interno del PTOF e sono condivise dalla comunità scolastica, dalle famiglie e dal territorio. Si parte da una situazione positiva di programmazione e gestione di tutte le attività poiché incarichi e compiti delle diverse componenti scolastiche sono chiaramente definiti coinvolgendo un buon numero di docenti che si attesta tra il 25% e il 50%. La scuola, attraverso le figure di sistema, utilizza forme di monitoraggio e controllo dell'azione stessa. Una buona parte delle risorse economiche è impiegata per il raggiungimento degli obiettivi prioritari della scuola e l'istituzione è anche impegnata a raccogliere finanziamenti aggiuntivi oltre quelli provenienti dal MIUR. La rendicontazione esterna viene resa nota al Consiglio d'Istituto tramite la Relazione elaborata ai sensi del Decreto Legislativo n.165/2001 e del D. I. n.129/2018.

Punti di Debolezza

La scuola non trascrive in un unico documento i dati di monitoraggio relativi alle varie attività di istituto; esistono schede di monitoraggio per i progetti extracurricolari e per la valutazione per classi parallele con prove oggettive che vengono tabulate dalla funzione strumentale. Non sono state individuate forme di rendicontazione esterna canoniche, tranne che per le manifestazioni finali della scuola nelle quali viene esplicitato dai docenti il processo educativo e didattico attuato e gli obiettivi raggiunti.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola definisce la propria missione e la visione, monitora in modo sistematico le attività che svolge, individua ruoli di responsabilita' e compiti per il personale in modo funzionale e utilizza in modo adeguato le risorse economiche.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

La scuola adempie a tutte le osservanze burocratiche in maniera puntuale in quanto ciascuno assolve al proprio incarico con senso di responsabilità e spirito di collaborazione . All'interno dei gruppi di lavoro vige un clima sereno e disponibile all'ascolto . Le risorse economiche sono investite in maniera coerente con le attività previste nel PTOF e sono oggetto di riscontro positivo da parte dei Revisori dei Conti assegnati a questo Istituto Scolastico. La scuola intende migliorare ulteriormente l'area della progettualità d'Istituto.

3.6 Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Punti di Forza:

La scuola raccoglie le esigenze formative di docenti e personale ATA sulla base del piano triennale di formazione e promuove tematiche inerenti l'inclusione e le metodologie didattiche innovative per rispondere all'incremento sia degli alunni con BES sia della richiesta di competenze più specifiche e del disagio economico-ambientale.. I docenti arricchiscono le loro progettazioni con nuove metodologie , strumenti e materiale specifico per l'ampliamento del sistema valutativo, che condividono nei gruppi di lavoro. la scuola si è adoperata per fronteggiare l'emergenza Covid con corsi di formazione sulla sicurezza e sulle piattaforme per la DAD. I curriculum e attestati di corsi frequentati dal personale sono agli atti in Segreteria e sulla base di essi e delle competenze emergenti vengono attribuiti gli incarichi. I docenti si riuniscono in gruppi di lavoro, dipartimenti e classi parallele che producono documentazione utile alla scuola.

Punti di Debolezza

Nonostante la scuola abbia implementato piattaforme online per consentire la formazione a distanza e le riunioni collegiali e/o altri incontri, non tutti si avvalgono di tali risorse assumendo un atteggiamento rinunciatario nei confronti delle nuove tecnologie. L'archivio per la custodia dei materiali prodotti dagli studenti e dai docenti non è sufficiente .

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola valorizza le risorse professionali, promuove percorsi formativi di qualita' e incentiva la collaborazione tra pari.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

La formazione organizzata all'interno dell'istituto accoglie sempre una grande partecipazione perché rispondente al bisogno individuale. Il personale viene valorizzato, ciascuno per le proprie competenze; rispetto agli anni precedenti la scuola ha ritenuto opportuno gratificare , con il bonus premiale, l'impegno profuso da tutti i docenti durante l'emergenza covid.

3.7 Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Punti di Forza:

La scuola ha stipulato accordi di rete con il Comune, con le scuole del territorio,con l'ASL, con l'Università ed enti di ricerca allo scopo di migliorare le pratiche educative e didattiche, ma soprattutto coinvolgere l'intera comunità scolastica alla conoscenza dei bisogni produttivi della realtà territoriale e delle risorse presenti per migliorarle e tutelarle. In quanto istituto comprensivo giovane, la scuola non ha ruoli di scuola capofila nel territorio, ma aderisce alle iniziative proposte riportando numerosi riconoscimenti istituzionali positivi e il consenso delle famiglie e delle associazioni private. Oltre che partecipare agli organi collegiali di competenza, i genitori e le famiglie mostrano generalmente un atteggiamento collaborativo e propositivo nei confronti della nostra istituzione; ne sono prova alcune forme di donazione a favore della scuola. I genitori hanno partecipato ad alcuni percorsi formativi loro destinati e alla conclusione di alcuni progetti curricolari ed extracurricolari, si confrontano continuamente con il corpo insegnante ma non sempre mostrano stima e rispetto dell'istituzione. Durante la DAD maggiore è stata la collaborazione da parte delle famiglie che hanno sostenuto le lezioni a distanza. la scuola ha coinvolto le famiglie in riunioni e colloqui in ambienti virtuali. Il registro elettronico viene utilizzato per comunicare alle famiglie i risultati delle valutazioni quadrimestrali; si utilizza inoltre come ulteriore strumento di comunicazione ( assegno, bacheca comunicativa, invio e ricezione dei compiti, di video, di assenze, di note ecc.)

Punti di Debolezza

La scuola non ha ritenuto opportuno condividere le valutazioni attraverso Argo durante la DAD vista l'ingerenza non appropriata da parte dei genitori ancora non educati alle nuove modalità didattiche e alle regole di comportamento durante la didattica on-line. Si è ritenuto opportuno non mostrare un voto numerico, che poco chiarisce l'andamento didattico dell'allievo nella prospettiva degli insegnanti.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola svolge un ruolo propositivo nella promozione di politiche formative territoriali e coinvolge le famiglie nella definizione dell'offerta formativa e nella vita scolastica.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

La scuola ha predisposto una buona rete di collaborazione con il territorio e generalmente il rapporto con le famiglie quello mediato attraverso gli organi collegiali risulta positivamente efficiente.Date le maggiori difficoltà scaturite nell'ultimo periodo dell'anno, vista l'emergenza covid, la scuola avrebbe bisogno di maggiore attestazione di stima e di fiducia nell'istituzione stessa da parte dei genitori

  Dettaglio
Le priorita' si riferiscono agli obiettivi generali che la scuola si prefigge di...

... realizzare nel lungo periodo attraverso l'azione di miglioramento. Le priorita' che la scuola si pone devono necessariamente riguardare gli esiti degli studenti. Si suggerisce di specificare quale delle quattro aree degli Esiti si intenda affrontare (Risultati scolastici, Risultati nelle prove standardizzate nazionali, Competenze chiave europee, Risultati a distanza) e di articolare all'interno quali priorita' si intenda perseguire (es. Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado; Riduzione della variabilita' fra le classi; Sviluppo delle competenze sociali degli studenti di secondaria di I grado, ecc.). Si suggerisce di individuare un numero limitato di priorita' (1 o 2 per scuola) selezionandole all’interno di una stessa area o al massimo di due aree degli Esiti degli studenti. I traguardi sono di lungo periodo e riguardano i risultati attesi in relazione alle priorita'. Si tratta di risultati previsti a lungo termine (3 anni). Essi articolano in forma osservabile e/o misurabile i contenuti delle priorita' e rappresentano le mete verso cui la scuola tende nella sua azione di miglioramento. Per ogni priorita' individuata deve essere articolato il relativo traguardo di lungo periodo. Essi pertanto sono riferiti alle aree degli Esiti degli studenti (es. in relazione alla priorita' strategica "Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado", il traguardo di lungo periodo puo' essere definito come "Rientrare nella media di abbandoni regionali pari al 4%, e precisamente portare gli abbandoni della scuola al di sotto del 4%"). E' opportuno evidenziare che per la definizione del traguardo che si intende raggiungere non e' sempre necessario indicare una percentuale, ma una tendenza costituita da traguardi di riferimento a cui la scuola mira per migliorare, ovvero alle scuole o alle situazioni con cui e' opportuno confrontarsi

Priorità e Traguardi

Risultati scolastici

PRIORITA'

Ridurre la variabilita' tra le classi degli esiti degli studenti.

TRAGUARDO

Innalzare la percentuale degli studenti collocati nelle fasce di voto piu' alte.

Obiettivi di processo collegati

- valutare per classi parallele per promuovere e regolare i processi educativi e formativi

- Incrementare il numero delle azioni educative attraverso nuove metodologie didattiche inclusive

- Predisporre prove e compiti di realtà per valutare le competenze sociali e civiche degli studenti


Competenze chiave europee

PRIORITA'

Sviluppare le competenze sociali e civiche degli studenti.

TRAGUARDO

Aumentare il livello delle competenze di convivenza civile, di partecipazione e di rispetto delle regole, dell'ambiente e degli altri.

Obiettivi di processo collegati

- valutare per classi parallele per promuovere e regolare i processi educativi e formativi

- Predisporre prove e compiti di realtà per valutare le competenze sociali e civiche degli studenti


MOTIVAZIONE SCELTA PRIORITA'

Analizzati i dati delle prove INVALSI, emerge la necessità di innalzare i livelli di competenze. La scuola intende procedere con un confronto sistematico tra i risultati scolastici e le prove standardizzate. Tale processo sarà indirizzato anche a ridurre la quota di alunni che si collocano nelle fasce di voto più basse. Inoltre lo sviluppo delle competenze sociali e civiche è considerato da tutte le componenti della scuola e dell'utenza fondamentale per la formazione della persona, capace di vivere e convivere nella società attuale. Tali azioni rappresentano una priorità strategica collegata sia agli obiettivi dell'incarico dirigenziale, sia a quelli regionali.

Gli obiettivi di processo rappresentano una definizione operativa delle attività...
... su cui si intende agire concretamente per raggiungere le priorita' individuate. Essi costituiscono degli obiettivi operativi da raggiungere nel breve periodo (un anno scolastico) e riguardano una o piu' aree di processo. Si suggerisce di indicare l'area o le aree di processo su cui si intende intervenire e descrivere gli obiettivi che la scuola si prefigge di raggiungere a conclusione del prossimo anno scolastico (es. Promuovere una figura di docente tutor per supportare gli studenti in difficolta' del primo anno dell'indirizzo linguistico nella scuola secondaria di II grado; Individuare criteri di formazione delle classi che garantiscano equi-eterogeneita'; Utilizzare criteri di valutazione omogenei e condivisi per la matematica nella scuola primaria; Ridurre gli episodi di esclusione e i fenomeni di bullismo nella scuola secondaria di I grado; ecc.).

Obiettivi di processo

Curricolo, progettazione e valutazione

valutare per classi parallele per promuovere e regolare i processi educativi e formativi

Predisporre prove e compiti di realtà per valutare le competenze sociali e civiche degli studenti

Inclusione e differenziazione

Incrementare il numero delle azioni educative attraverso nuove metodologie didattiche inclusive

Contributo degli obiettivi di processo nel raggiungimento delle priorità