Indicatori Dettaglio
1.1 Popolazione scolastica

Opportunità

Il contesto socio-economico risulta medio-basso. Gli studenti che si iscrivono al primo anno di liceo classico si presentano con un punteggio all'esame di stato del I ciclo di 9 e10 ( 28,1%), al primo anno del linguistico si presentano con un punteggio di 8 ( 34,4 %)

Vincoli

L'offerta formativa deve tener conto del contesto socio- economico garantendo al maggior numero possibile di studenti di partecipare alle varie iniziative proposte.

1.2 Territorio e capitale sociale

Opportunità

Il territorio si è sempre caratterizzato per una vocazione produttiva del settore primario e per l'artigianato. Con il tempo l'economia del territorio si è trasformata e l'attuale produttività è prevalentemente legata al settore terziario. Gli studenti particolarmente meritevoli sono premiati dalla Banca di Credito popolare, dalla Associazione ex-alunni e dalla Fondazione "Premio Montella". Gli Enti Locali (comune e provincia) forniscono un servizio finalizzato all'inclusione di alunni disabili.

Vincoli

La scuola cerca con estrema fatica di coinvolgere le risorse e le competenze presenti nella comunità per la cooperazione, la partecipazione e l’interazione sociale .

1.3 Risorse economiche e materiali

Opportunità

La scuola dispone di risorse statali ed è formata da un unico edificio in parte recentemente ristrutturato secondo le norme antisismiche. È facilmente raggiungibile con mezzi di trasporto. Le aule sono attrezzate con LIM, PC e presenta una biblioteca e laboratori vari, oltre che una palestra. La scuola riceve finanziamenti per i progetti pon e por e da contributo volontario delle famiglie e privati.

Vincoli

Sono presenti due palestre di cui una sola agibile. Sono presenti alcune aule con un indice di affollamento molto basso.

1.4 Risorse professionali

Opportunità

Il corpo docente è stabile e con anzianità di servizio, prevalgono contratti a tempo indeterminato.

Vincoli

Scarso turn over delle risorse umane. Permane una certa resistenza all'uso delle tecnologie. La maggioranza degli insegnanti di sostegno sono sprovvisti del titolo di specializzazione.

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
2.1 Risultati scolastici

Punti di forza

Per il classico gli ammessi alla classe successiva sono nettamente superiore alla media sia nazionale che regionale nelle prime,seconde e quarte. Per il linguistico gli ammessi alla classe successive sono in linea con i parametri nazionali e regionali nelle classi prime, seconde e terze. Risultano dati confortanti nelle classi seconde e quarte del liceo classico per la sospensione del giudizio. Nel linguistico risulta un decremento del numero degli alunni con sospensione del giudizio nelle classi terze e quarte. Le fasce della votazione degli esami di stato 91/100 risultano in crescita per il classico e per il linguistico e superano la media nazionale. Il tasso di abbandono è nullo (0%).

Punti di debolezza

È presente un trend negativo di alunni non ammessi, nel liceo linguistico, nelle classi seconde e quarte rispetto all'anno precedente. Il liceo classico mostra criticità al primo e terzo anno con un trend di sospensioni in crescita. Il liceo linguistico evidenzia criticità al secondo anno con un trend in crescita rispetto ai parametri. L'assegnazione delle lode all'esame di stato è inferiore alla media nazionale per il classico. Per il linguistico non sono state attribuite lodi (0%). Sono presenti trasferimenti in uscita nelle classi prime e terze del classico superiori alla media nazionale. Sono presenti trasferimenti in ingresso nel liceo linguistico nel primo e secondo anno, comunque inferiori alla media nazionale.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola portano avanti regolarmente il loro percorso di studi, lo concludono e conseguono risultati soddisfacenti agli esami finali.

Rubrica di valutazione

4-

Motivazione

2.2 Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Punti di forza

Sono presenti risultati positivi per l'italiano nel classico, tuttavia si rileva una grande differenza tra le classi. Per il linguistico il trend è positivo rispetto alla media regionale e geografica; inferiore rispetto ai valori nazionali. Il liceo classico presenta risultati positivi in matematica rispetto ai parametri regionali e del sud italia, leggermente inferiori rispetto alla media nazionale. Per l'italiano l'effetto scuola risulta leggermente positivo rispetto alla media nazionale.

Punti di debolezza

Nel liceo linguistico il trend dei risultati in matematica è pesantemente negativo. Risulta presente una grande variabilità dei risultati tra le classi e dentro le classi. Per la matematica l'effetto scuola risulta leggermente negativo rispetto alla media nazionale.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola raggiungono livelli di apprendimento soddisfacenti in italiano e matematica in relazione ai livelli di partenza e alle caratteristiche del contesto.

Rubrica di valutazione

3- Con qualche criticita'

Motivazione

2.3 Competenze chiave europee

Punti di forza

Gli allievi di entrambi gli indirizzi liceali, hanno acquisito adeguate e positive competenze sociali, sia civiche che digitali; inoltre hanno acquisito sufficienti strategie per imparare ad appendere.

Punti di debolezza

Capacità di pianificare e gestire progetti per raggiungere obiettivi, assunzione di responsabilità, lavoro di squadra sono competenze da rafforzare.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola acquisiscono livelli soddisfacenti nelle competenze sociali e civiche, nell'imparare a imparare, nelle competenze digitali e nello spirito di iniziativa e imprenditorialità.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

2.4 Risultati a distanza

Punti di forza

Il numero di studenti immatricolati, nettamente superiore evidenzia al primo e al secondo anno di università il conseguimento di crediti con un trend positivo rispetto alla media regionale , nazionale e geografica.

Punti di debolezza

Nella media la quota di studenti che risulta avere rapporti di lavoro con qualifiche diverse da quelle certificate è alta.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti in uscita dalla scuola hanno successo nei successivi percorsi di studio e di lavoro.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
3.1 Curricolo, progettazione e valutazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola propone un curricolo aderente alle esigenze del contesto, progetta attivita' didattiche coerenti con il curricolo, valuta gli studenti utilizzando criteri e strumenti condivisi.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.2 Ambiente di apprendimento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura gli aspetti organizzativi, metodologici e relazionali dell'ambiente di apprendimento.

Situazione della scuola

4-

Motivazione

la biblioteca è usato da un numero limitato di classi. Le regole di comportamento sono definite, ma sono condivise in modo disomogeneo nelle classi.

3.3 Inclusione e differenziazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura l'inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali, valorizza le differenze culturali, adegua l'insegnamento ai bisogni formativi di ciascuno studente attraverso percorsi di recupero e potenziamento.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

La scuola è in fase di definizione di strumenti di monitoraggio per il raggiungimento degli obiettivi previsti per gli studenti con bisogni educativi speciali.

3.4 Continuita' e orientamento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola garantisce la continuita' dei percorsi scolastici e cura l'orientamento personale, scolastico e professionale degli studenti.

Situazione della scuola

4-

Motivazione

La scuola ha stipulato convenzioni con un partenariato diversificato di imprese ed associazioni del territorio. La scuola ha integrato in modo organico nella propria offerta formativa percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento.

3.5 Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Punti di Forza:

La missione e la visione della scuola sono chiaramente definite e condivise all'interno della stessa e sul territorio La scuola attiva un monitoraggio per gli esiti delle prove di ingresso e le prove parallele. La scuola utilizza un questionario di gradimento rivolto a tutto il personale della scuola e agli alunni e alle loro famiglie, a conclusione dell'anno scolastico ,come forma di rendicontazione esterna della propria attività. Il funzionigramma : 2 collaboratori del ds,5 FFSS,4 docenti con direzione dei dipartimenti,6 referenti dei laboratori,1 responsabile invalsi,1 responsabile del RAV,1b referente PCTO,1 AD,3 docenti del Team digitale,1 referente Sito web,1 referente Sicurezza, 2 doc. Commissione elettorale ,GLI ( tutti i doc.sostegno e doc.coordinatori delle classi con alunni disabili) Il Fondo di istituto è ripartito in 28% per il personale ATA e il 72% per i docenti. L'allocazione delle risorse economiche nel Programma annuale è coerente con il Piano Triennale dell'Offerta Formativa I progetti più importanti sono orientati al potenziamento delle capacità linguistiche e logico-matematiche e sono in media della durata di 30 ore.

Punti di Debolezza

Le attività non sono monitorate in maniera sistematica e strutturata . Le responsabilità e i compiti del personale ATA non sono definiti in maniera chiara.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola definisce la propria missione e la visione, monitora in modo sistematico le attività che svolge, individua ruoli di responsabilita' e compiti per il personale in modo funzionale e utilizza in modo adeguato le risorse economiche.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.6 Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Punti di Forza:

La scuola raccoglie le esigenze formative dei docenti e del personale ATA attraverso questionari strutturati. È presente una parte di docenti disposta a formarsi e a mettersi in gioco per adottare nuovi strumenti didattici. La scuola tiene conto delle competenze del personale per una migliore gestione delle risorse umane

Punti di Debolezza

Andrebbe potenziata la formazione del personale di segreteria. Non sempre gli esiti del lavoro delle commissione hanno prodotto risultati utili alla comunità. I docenti non condividono in maniera strutturata e organizzata i materiali che producono nonostante sia presente una piattaforma online della scuola (google drive) che lo consenta.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola valorizza le risorse professionali, promuove percorsi formativi di qualita' e incentiva la collaborazione tra pari.

Situazione della scuola

4-

Motivazione

3.7 Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Punti di Forza:

La scuola realizza collaborazioni con diverse Università finalizzate alle attività di formazione e tutoraggio dei tirocinanti La scuola organizza 4 incontri scuola famiglia ,un incontro finalizzato alla presentazione del PTOF e gli altri 3 incontri per comunicazione degli esiti degli apprendimenti La scuola utilizza il registro elettronico per la comunicazione on-line con i genitori.

Punti di Debolezza

Risultano ancora carenti gli accordi di rete e la partecipazione della scuola nelle strutture di governo territoriale. Il registro elettronico può essere potenziato implementando forme di comunicazione diretta con i genitori.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola svolge un ruolo propositivo nella promozione di politiche formative territoriali e coinvolge le famiglie nella definizione dell'offerta formativa e nella vita scolastica.

Situazione della scuola

4-

Motivazione

Il Liceo de Bottis ha instaurato una significativa collaborazione con l'associazione ex alunni che contribuisce a migliorare la qualita' dell'offerta formativa.

  Dettaglio
Le priorita' si riferiscono agli obiettivi generali che la scuola si prefigge di...

... realizzare nel lungo periodo attraverso l'azione di miglioramento. Le priorita' che la scuola si pone devono necessariamente riguardare gli esiti degli studenti. Si suggerisce di specificare quale delle quattro aree degli Esiti si intenda affrontare (Risultati scolastici, Risultati nelle prove standardizzate nazionali, Competenze chiave europee, Risultati a distanza) e di articolare all'interno quali priorita' si intenda perseguire (es. Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado; Riduzione della variabilita' fra le classi; Sviluppo delle competenze sociali degli studenti di secondaria di I grado, ecc.). Si suggerisce di individuare un numero limitato di priorita' (1 o 2 per scuola) selezionandole all’interno di una stessa area o al massimo di due aree degli Esiti degli studenti. I traguardi sono di lungo periodo e riguardano i risultati attesi in relazione alle priorita'. Si tratta di risultati previsti a lungo termine (3 anni). Essi articolano in forma osservabile e/o misurabile i contenuti delle priorita' e rappresentano le mete verso cui la scuola tende nella sua azione di miglioramento. Per ogni priorita' individuata deve essere articolato il relativo traguardo di lungo periodo. Essi pertanto sono riferiti alle aree degli Esiti degli studenti (es. in relazione alla priorita' strategica "Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado", il traguardo di lungo periodo puo' essere definito come "Rientrare nella media di abbandoni regionali pari al 4%, e precisamente portare gli abbandoni della scuola al di sotto del 4%"). E' opportuno evidenziare che per la definizione del traguardo che si intende raggiungere non e' sempre necessario indicare una percentuale, ma una tendenza costituita da traguardi di riferimento a cui la scuola mira per migliorare, ovvero alle scuole o alle situazioni con cui e' opportuno confrontarsi

Priorità e Traguardi

Risultati scolastici

PRIORITA'

Migliorare il profitto degli allievi in confronto ai parametri nazionali, potenziando le competenze degli studenti in vista di un miglioramento degli esiti finali, specialmente in ambito matematico-scientifico.

TRAGUARDO

Miglioramento della media del profitto degli alunni nelle materie di indirizzo almeno di 0,5 rispetto agli ultimi risultati. Innalzamento della media dell'istituto nelle materie matematico-scientifiche di 0,5 punti.

Obiettivi di processo collegati

- Raggiungere almeno il 50% del numero di docenti che progetta e valuta per competenze

- Incentivare nei docenti l'utilizzo di tecnologie innovative nell'uso della didattica

- Raggiungere almeno il 50% del numero di docenti che utilizza metodologie di didattica attiva (la valorizzazione dell'apprendimento per problem solving, situazioni di peer education, uso di metodologie didattiche individualizzate e personalizzate).


PRIORITA'

Coinvolgere gli alunni nei processi di socializzazione e di cittadinanza attiva.

TRAGUARDO

Partecipare ad attività di socializzazione e cittadinanza attiva, interne ed esterne all'istituzione scolastica.

Obiettivi di processo collegati

- Conoscere le dinamiche socio-politiche e le problematiche istituzionali sia locali che internazionali, grazie anche a una costante attualizzazione dei contenuti delle singole discipline, soprattutto quelle umanistiche, al fine di evidenziare la modernità delle tematiche classiche e il loro precipuo valore formativo per le giovani generazioni


Risultati nelle prove standardizzate nazionali

PRIORITA'

Continuare a potenziare le competenze degli allievi per raggiungere i parametri nazionali in ambito matematico e mantenere o superare tali parametri nell'asse dei linguaggi

TRAGUARDO

Raggiungere i livelli di competenza degli allievi fino a riportare i dati dell'area logico-matematica entro i parametri nazionali in tutte le classi.

Obiettivi di processo collegati

- Raggiungere almeno il 50% del numero di docenti che progetta e valuta per competenze

- Incentivare nei docenti l'utilizzo di tecnologie innovative nell'uso della didattica

- Raggiungere almeno il 50% del numero di docenti che utilizza metodologie di didattica attiva (la valorizzazione dell'apprendimento per problem solving, situazioni di peer education, uso di metodologie didattiche individualizzate e personalizzate).


Risultati a distanza

PRIORITA'

Progettare l'azione didattica per il futuro culturale degli studenti. Servirsi dei monitoraggi dei risultati degli studenti nei successivi percorsi di studio e di avviamento al mondo del lavoro al fine di adattare meglio i percorsi di studio e la progettazione di attività per fornire loro strumenti culturali maggiormente idonei.

TRAGUARDO

Raggiungere l'85% degli alunni iscritti al primo anno di Università. Potenziare l'orientamento in uscita allo scopo di favorire una scelta universitaria consapevole, diminuire l'abbandono universitario.

Obiettivi di processo collegati

- Rimodulare e monitorare le attività di orientamento


MOTIVAZIONE SCELTA PRIORITA'

Gli obiettivi di processo rappresentano una definizione operativa delle attività...
... su cui si intende agire concretamente per raggiungere le priorita' individuate. Essi costituiscono degli obiettivi operativi da raggiungere nel breve periodo (un anno scolastico) e riguardano una o piu' aree di processo. Si suggerisce di indicare l'area o le aree di processo su cui si intende intervenire e descrivere gli obiettivi che la scuola si prefigge di raggiungere a conclusione del prossimo anno scolastico (es. Promuovere una figura di docente tutor per supportare gli studenti in difficolta' del primo anno dell'indirizzo linguistico nella scuola secondaria di II grado; Individuare criteri di formazione delle classi che garantiscano equi-eterogeneita'; Utilizzare criteri di valutazione omogenei e condivisi per la matematica nella scuola primaria; Ridurre gli episodi di esclusione e i fenomeni di bullismo nella scuola secondaria di I grado; ecc.).

Obiettivi di processo

Curricolo, progettazione e valutazione

Raggiungere almeno il 50% del numero di docenti che progetta e valuta per competenze

Raggiungere almeno il 50% del numero di docenti che utilizza metodologie di didattica attiva (la valorizzazione dell'apprendimento per problem solving, situazioni di peer education, uso di metodologie didattiche individualizzate e personalizzate).

Ambiente di apprendimento

Incentivare nei docenti l'utilizzo di tecnologie innovative nell'uso della didattica

Continuita' e orientamento

Rimodulare e monitorare le attività di orientamento

Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Conoscere le dinamiche socio-politiche e le problematiche istituzionali sia locali che internazionali, grazie anche a una costante attualizzazione dei contenuti delle singole discipline, soprattutto quelle umanistiche, al fine di evidenziare la modernità delle tematiche classiche e il loro precipuo valore formativo per le giovani generazioni

Contributo degli obiettivi di processo nel raggiungimento delle priorità