Indicatori Dettaglio
1.1 Popolazione scolastica

Opportunità

Il Liceo Scientifico “Francesco Severi” di Castellammare di Stabia è una scuola secondaria di 2° grado. Nasce nel 1961 come sezione staccata del Liceo Classico“Plinio Seniore”; nel tempo si sviluppa e nel 1970 se ne distacca e diventa Liceo Scientifico A partire dall’anno scolastico 2010/11, in seguito alla Riforma dei Licei, acquisisce i seguenti indirizzi: LICEO SCIENTIFICO -ordinamento; LICEO LINGUISTICO; LICEO SCIENTIFICO -opzione Scienze Applicate e dall’a.s. 2014/15 anche l'indirizzo di LICEO MUSICALE. Il Liceo opera in un contesto sociale, economico e culturale piuttosto complesso e alla ricerca di una nuova identità. Dal punto di vista economico, le attività produttive sul territorio sono legate soprattutto al settore terziario; c’è da parte delle famiglie una crescente richiesta di formazione liceale per l’ascesa sociale e per un’istruzione qualificata, che permetta l’accesso alle facoltà universitarie e faciliti l’inserimento nel mercato del lavoro. Dal punto di vista sociale e culturale, il contesto familiare degli studenti è in generale di estrazione media. Dal 2016-2017 si registra la presenza di alunni con BES.

Vincoli

Castellammare, già sede di industrie nel settore siderurgico e marittimo, ha vissuto una grave crisi economica, che ha portato alla chiusura delle grandi aziende ed ha investito anche la cantieristica navale, ancora attiva, ma in sofferenza, con la scomparsa di numerose piccole realtà produttive legate all’indotto. Sta piano piano decollando lo sviluppo turistico, grazie alla presenza di importanti infrastrutture, come il Porto turistico –Marina di Stabia ed al nascere di strutture di accoglienza come i BeB. Altra fonte di sviluppo del territorio sarebbero le Terme, attualmente chiuse per fallimento della società di gestione. Nonostante dai dati INVALSI non risultino alunni con famiglie svantaggiate, fenomeni di disoccupazione e difficoltà economiche nella gestione familiare sono sicuramente presenti. Altro vincolo è determinato dalla presenza di illegalità diffusa e organizzazioni camorristiche, che ostacolano la promozione della cultura della legalità da parte della scuola. Incidono sulla motivazione allo studio la latente convinzione che la formazione scolastica non garantisca l’ingresso nel mondo del lavoro e l’abuso delle nuove tecnologie, che rappresentano motivo di distrazione e hanno contribuito a ridurre le capacità di concentrazione, rielaborazione e riflessione critica.

1.2 Territorio e capitale sociale

Opportunità

Il territorio, abbastanza ricco di associazioni culturali, propone interessanti iniziative formative e culturali. Il Liceo condivide tali iniziative e ne è molto spesso esso stesso promotore. Infatti, numerose sono le collaborazioni in atto con il Comune, con la Regione, con la Provincia e con l’USR Campania, come testimoniano le diverse attività formative programmate nel tempo. Inoltre, il Liceo realizza con altre scuole del territorio, e con le associazioni “Achille Basile,le ali della lettura”, F.I.D.A.P.A. sezione di Castellammare, A.N.I.L.S., Croce Rossa Italiana, con l’ONG Comunità Promozione e Sviluppo e l’A.C.C. Associazione cultura classica nazionale, il Rotary club, il Lions club, tutta una serie di manifestazioni culturali, aperte sia agli studenti e alle famiglie che ad altri soggetti del territorio. Su specifiche iniziative ha collaborato negli anni con la maggior parte delle Associazioni iscritte all’albo del Comune di Castellammare. L'Ente locale di riferimento (la città metropolitana) contribuisce all'erogazione del servizio nei modi e nei tempi regolati dalla normativa vigente (es. trasporto per gli allievi diversamente abili, etc.).Per contrastare la disoccupazione, soprattutto quella giovanile, ed in generale il fenomeno dei NEET, il Liceo ha partecipato ed ottenuto il programma FIxO Yei – Garanzia Giovani.

Vincoli

Il tasso di disoccupazione in Campania è del 18,6% (Cfr.ISTAT 2018) è diminuito leggermente in considerazione del progressivo aumento del turismo, nonostante Castellammare di Stabia stia ancora vivendo la crisi congiunturale,per la crisi dei principale settori d'impiego (Cantieri navali, Terme ecc.). La naturale vocazione turistica della città subisce condizionamenti dovuti alla presenza sul territorio di organizzazioni criminali e malavitose e di una certa mentalità illegale o incline all’accettazione di comportamenti illeciti, presente - se pure a diversi livelli - nella popolazione e difficile da estirpare. La presenza degli immigrati in città è evidente, ma si tratta di prima generazione, soprattutto di giovani arrivati con gli sbarchi dell'ultimo periodo, che vengono ospitati presso Enti presenti nel territorio comunale e nei comuni limitrofi (Cfr. il tasso di immigrazione della Campania è pari al 3,9% - dato ISTAT 2018). La presenza nel Liceo di alunni stranieri è limitata e i pochi iscritti scelgono prevalentemente l'indirizzo linguistico.

1.3 Risorse economiche e materiali

Opportunità

Il Liceo è ospitato in una struttura unica costruita con i fondi della ricostruzione del terremoto del 1980; è dotato di ascensori e non presenta barriere architettoniche. Rispetta la normativa del D.Lgs. 81/2008. Utilizzando i fondi del M.I.U.R., della Provincia e della Comunità Europea, si è attrezzato di due palestre coperte, spazi esterni attrezzati, laboratori di chimica e fisica, 3 laboratori multimediali, 1 Biblioteca-videoteca e un Auditorium da poco ristrutturato per 600 persone circa. Le aule speciali e tutte le aule normali sono dotate di LIM e tutte dispongono di un computer fisso con collegamento alla rete Internet, consentendo l'utilizzo del registro elettronico e del tablet, rilasciato in comodato d'uso ad ogni docente. La sede, non distante dal centro urbano, è facilmente raggiungibile anche con mezzi pubblici; inoltre è dotata di un ampio parcheggio. Nell’anno 2012-2013 ha ottenuto un finanziamento FESR ASSE II, Ambienti per l'Apprendimento, i cui lavori sono stati consegnati a dicembre 2015. In seguito, con la Legge di Stabilità 2015, l’Istituto ha usufruito del progetto “Scuole Belle” del MIUR, grazie al quale è stata effettuata un’operazione di tinteggiatura, non completata precedentemente.

Vincoli

L'edificio, per quanto ampio sia, risulta talvolta insufficiente rispetto all'utenza, che ha avuto negli ultimi 10 anni un trend increscita, il che limita l'utilizzo delle aule speciali, destinate alla rotazione delle classi, che non hanno un'aula propria fissa. La carenza delle aule, sia didattiche che speciali, non consente la mobilità del gruppo classe per fasce di livello, con la possibilità di sperimentare forme di didattica alternativa, grazie anche alla flessibilità oraria. La conformazione degli ambienti non consente di utilizzare gli spazi in maniera più dinamica e specifica, anche se quest’anno è stato reperito uno spazio per attivare uno sportello d’ascolto destinato alla consulenza psicologica per utenza interna ed esterna. Anche i fondi, per la ricerca dei quali lo staff è sempre attivo, pur essendo cospicui, risultano tuttavia insufficienti a coprire le necessità di circa 1450 alunni.

1.4 Risorse professionali

Opportunità

Il corpo docente presenta un'alta stabilità, circa il 70% dei docenti possiede la certificazione ECDL; un certo numero di docenti possiede un master di II livello e/o una seconda laurea. Alcuni docenti hanno intrapreso un percorso di formazione linguistica, che ha portato al conseguimento di certificazioni linguistiche di livello B1,B2 e C1e alcuni docenti hanno completato la formazione della Metodologia CLIL. Un buon numero di docenti ha conseguito una formazione specifica per la dislessia e in generale, per gli alunni DSA e BES (normativa, competenze gestionali e organizzative,competenza osservativa e progettazione efficace PDP, competenze metodologiche e didattiche, valutazione.

Vincoli

Pur in presenza di certificazioni linguistiche, manca per i docenti di discipline non linguistiche un’adeguata formazione sulla metodologia CLIL. Per promuovere ulteriormente l’inclusione scolastica, sarebbe necessario un numero maggiore di figure esperte nel campo psicopedagogico e di supporto ai docenti nelle cui classi sono presenti alunni DSA e BES certificati, sicché attualmente i docenti impegnati nel G.L.I. (GRUPPO DI LAVORO PER L’INCLUSIONE) sono impegnati in una costante azione autonoma di autoaggiornamento, per garantire l’applicazione di procedure e metodologie didattiche utili all’inclusione e al successo formativo degli alunni con disabilità.

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
2.1 Risultati scolastici

Punti di forza

Su 1402 alunni scrutinati ci sono stati 1149 ammessi e 51 non ammessi.

Punti di debolezza

Rispetto al precedente anno scolastico è sensibilmente diminuito il numero di non ammissioni alla classe successiva nello scrutinio di giugno

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola portano avanti regolarmente il loro percorso di studi, lo concludono e conseguono risultati soddisfacenti agli esami finali.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

La percentuale di successo formativo degli alunni del Liceo (scientifico e linguistico), considerando i risultati scolastici in generale, è in linea con il dato territoriale e nazionale. Per entrambi gli indirizzi, le valutazioni dell'Esame di Stato risultano più alte della media territoriale e nazionale. La scuola perde nel passaggio da un anno all'altro, in percentuale, un numero di studenti minimo ed inferiore alla media nazionale. I pochi allievi che escono dal Liceo vengono riorientati ad altro indirizzo o ad altra istituzione scolastica più consona alle loro inclinazioni. La distribuzione degli studenti per fasce di voto evidenzia una situazione di equilibrio

2.2 Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Punti di forza

I dati riguardanti l’istituzione scolastica nel suo complesso ’INCIDENZA DELLA VARIABILITA’ la variabilità dei risultati della prova di Italiano e matematica tra le classi della scuola rispetto alla variabilità dei risultati della stessa prova del campione nazionale-e la variabilità dell’indice del background socio-economico-culturale tra le classi rispetto alla variabilità del campione :per le classi del gruppo liceo linguistico/musicale il dato e’ positivo sia per la prova di italiano(9.6 rispetto al dato Nazionale 10.6) che per la prova di matematica (8.9 rispetto al dato Nazionale 16.0) L’Indice ESCS è 9.7(dato nazionale 6.2) per italiano-9.7( dato Nazionale 8.2) per matematica

Punti di debolezza

Riguardo la prova di Italiano 4 seconde del gruppo ordinamento/ S.A.e le due seconde del liceo musicale sono al di sotto della media Nazionale.Per la prova di matematica si collocano al di sotto della media Nazionale 3 classi del gruppo ordinamento/ S.A. , 1classe del liceo linguistico) 1 classe del musicale .I dati riguardanti l’istituzione scolastica nel suo complesso ’INCIDENZA DELLA VARIABILITA’ la variabilità dei risultati della prova di Italiano e matematica tra le classi della scuola rispetto alla variabilità dei risultati della stessa prova del campione nazionale-e la variabilità dell’indice del background socio-economico-culturale tra le classi rispetto alla variabilità del campione : per ltaliano,riguardo le classi del gruppo ordinamento/ S.A. siamo al di sopra della media nazionale (18.4 rispetto al 10.4)quindi è un dato negativo, per matematica siamo al di sopra(24.1 contro il dato nazionale 12.3) quindi il dato è negativo.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola raggiungono livelli di apprendimento soddisfacenti in italiano e matematica in relazione ai livelli di partenza e alle caratteristiche del contesto.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

2.3 Competenze chiave europee

Punti di forza

Il Liceo intraprende ogni anno diverse azioni formative che sono finalizzate allo sviluppo del rispetto delle regole, della legalità e alla promozione di un'etica della responsabilità, della collaborazione e dello spirito di gruppo. Il Liceo adotta criteri di valutazione comuni per l'assegnazione del voto di comportamento, che sono inseriti nel PTOF e pubblicati sul sito e che vengono illustrati nelle classi ad inizio anno scolastico. Nel quadro di indicatori che valutano il comportamento degli studenti è oggetto di rilevazione, mediante osservazione da parte del consigli di classe, il dato relativo all’ autonomia dello studente, per quanto egli la sperimenti nel contesto scolastico e nelle attività formative che si svolgono al di fuori di esso (Es. Visite di istruzione, Viaggi, Stage,Scambi, Progetti extrascolastici). Da giugno 2016, il voto di condotta per le terze classi ha come indicatore anche il grado d’interesse e la partecipazione degli studenti nel percorso di Alternanza scuola-lavoro, che il Collegio Docenti ha deciso di valutare annualmente. Il livello delle competenze chiave e di cittadinanza raggiunto dagli studenti nel loro percorso scolastico, in generale, è positivo e senza grandi differenze tra le classi

Punti di debolezza

I percorsi formativi di Alternanza scuola-lavoro, come da nuova normativa denominati 'percorsi per le competenze trasversali e l'orientamento' sono in fase di rimodulazione per aderire allo spirito dell'innovazione - La valutazione dei livelli di competenze chiave e di cittadinanza non viene ancora sistematicamente effettuata attraverso una somministrazione periodica e concordata nei Dipartimenti disciplinari -Il gruppo di lavoro interdipartimentale ha progettato una UDA che prevede compiti di realtà e la predisposizione di rubriche valutative delle competenze.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola acquisiscono livelli soddisfacenti nelle competenze sociali e civiche, nell'imparare a imparare, nelle competenze digitali e nello spirito di iniziativa e imprenditorialità.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

Il livello delle competenze chiave e di cittadinanza raggiunto dagli studenti nel loro percorso scolastico può considerarsi globalmente adeguato e senza grandi differenze tra classi; i dati sono rilevati dai docenti delle singole discipline attraverso l’osservazione sistematica e la valutazione delle attività di cooperative learning. La partecipazione degli studenti ai percorsi di Alternanza scuola-lavoro, se più attiva e più corrispondente ai loro reali interessi, può essere utile ai fini dell’autonomia, del senso di responsabilità e dell’orientamento universitario e professionale.

2.4 Risultati a distanza

Punti di forza

Si è verificato un incremento di iscrizione nall'Università per l'a.s. 2017/18 di 6 punti percentuali in prevalenza nelle facoltà scientifiche, dove risultiamo al di sopra della media della Campania in ambito farmaceutico, in Scienze motorie, Ingegneria e nell'area linguistica. Nell'area medica la percentuale è doppia rispetto alla media della Campania.Anche il percorso universitario intrapreso ha fatto registrare un successo formativo per la maggior parte degli studenti come si evince dai dati statistici

Punti di debolezza

difficoltà di reperire dati per un monitoraggio a distanza

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti in uscita dalla scuola hanno successo nei successivi percorsi di studio e di lavoro.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
3.1 Curricolo, progettazione e valutazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola propone un curricolo aderente alle esigenze del contesto, progetta attivita' didattiche coerenti con il curricolo, valuta gli studenti utilizzando criteri e strumenti condivisi.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.2 Ambiente di apprendimento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura gli aspetti organizzativi, metodologici e relazionali dell'ambiente di apprendimento.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

L'organizzazione degli spazi e dei tempi della didattica risponde abbastanza alle esigenze di apprendimento degli studenti. Gli spazi laboratoriali, sebbene fortemente regolamentati, sono usati da un buon numero di classi. La scuola incentiva l'utilizzo di modalità didattiche innovative, viste l'ampia dotazione tecnologica acquisita negli ultimi anni e la formazione digitale di un certo numero di docenti. La scuola promuove il confronto e il dialogo tra studenti e docenti per creare un clima sereno e favorevole all'apprendimento, in cui ciascuno studente si senta accolto e valorizzato nelle sue potenzialità. Molto sporadici e di lieve entità gli episodi di danneggiamento interni alle strutture e suppellettili. Sono state intraprese, quando necessario, azioni interlocutorie per risolvere situazioni problematiche tra studenti o tra docenti e studenti, che hanno coinvolto le famiglie e in casi di particolare gravita' sono stati adottati opportuni provvedimenti disciplinari.E' stato registrato anche un significativo abbassamento della percentuale delle ore di assenza degli studenti.

3.3 Inclusione e differenziazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura l'inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali, valorizza le differenze culturali, adegua l'insegnamento ai bisogni formativi di ciascuno studente attraverso percorsi di recupero e potenziamento.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

Dai dati relativi ai corsi di recupero organizzati, risulta che il loro numero ed il totale di ore erogate sono superiori a quello provinciale, a quello regionale e a quello nazionale. Gli alunni con particolari attitudini sono indirizzati alla partecipazione ad Olimpiadi, certamina e gare di livello nazionale, nelle quali ottengono apprezzabili risultati. Essi sono preparati dai docenti delle discipline interessate e/o da quelli dell’organico di potenziamento assegnati alla scuola . Sono state sperimentate nuove metodologie per gli interventi didattici integrativi di recupero e di valorizzazione delle eccellenze, così come è stata potenziata l'area relativa ai BES, nel rispetto della normativa vigente, che migliora nella progettazione degli interventi e nel conseguimento degli obiettivi fissati da PEI e PdP per un’accresciuta qualità della formazione dei docenti, che ha consentito l’applicazione di metodologie individualizzate, che favoriscono l’inclusione, quali l’apprendimento cooperativo, il coteaching, il tutoring, l’utilizzo di sussidi specifici.

3.4 Continuita' e orientamento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola garantisce la continuita' dei percorsi scolastici e cura l'orientamento personale, scolastico e professionale degli studenti.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

Le attività di orientamento in ingresso e in uscita sono ben strutturate. La scuola realizza diverse attività finalizzate ad accompagnare gli studenti nel passaggio da un ordine di scuola all’altro:1/2 'open day'per presentare la struttura scolastica e l'offerta formativa agli studenti della scuola secondaria di primo grado. Per le attività di orientamento in uscita la scuola realizza percorsi finalizzati alla conoscenza di sé e delle proprie attitudini. Gli studenti dell’ultimo anno e le famiglie partecipano alle presentazioni delle diverse scuole/indirizzi di studio universitario.

3.5 Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Punti di Forza:

La mission e la vision sono condivise dalla comunità educante e sono monitorate dalle attività progettate nel piano triennale dell'offerta formativa. i compiti sono divisi tra il personale secondo ruoli ben precisi , l'allocazione delle risorse economiche del PA è coerente con il PTOF

Punti di Debolezza

non sempre è possibile monitorare le attività dei referenti alle attività.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola definisce la propria missione e la visione, monitora in modo sistematico le attività che svolge, individua ruoli di responsabilita' e compiti per il personale in modo funzionale e utilizza in modo adeguato le risorse economiche.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.6 Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Punti di Forza:

La scuola raccoglie le esigenze formative dei docenti e del personale ATA. Sia i docenti sia il personale Ata ha frequentato corsi di formazione proposti dalla scuola polo per la formazione nell'ambito n.22. L'animatore digitale ha tenuto due corsi di formazione, uno di livello base e l'altro di secondo livello per la progettazioe e l'implementazione sulla piattaforma MOODLE per la valutazione degli apprendimenti. Sono stati organizzati due corsi di formazione per docenti : "Inclusività e competenza comunicativa: gli assiomi della comunicazione umana"- " Team Working: competenze relazionali per un gruppo efficace" Molti docenti, su autonoma iniziativa hanno partecipato a seminari e corsi di formazione .

Punti di Debolezza

La formazione dei docenti e del personale ATA va implementata e sistematizzata cercando di contemperare le esigenze formative dei singoli con quanto previsto nel PdM per lo sviluppo e la crescita didattica ed organizzativa dell'Istituzione scolastica

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola valorizza le risorse professionali, promuove percorsi formativi di qualita' e incentiva la collaborazione tra pari.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

La scuola realizza iniziative formative di buona qualita' che rispondono ai bisogni formativi del personale e che sono coerenti con gli obiettivi di processo del PDM. Le modalita' adottate dalla scuola per valorizzare il personale sono chiare e la maggior parte degli incarichi sono assegnati sulla base delle competenze possedute.

3.7 Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Punti di Forza:

La scuola ha sottoscritto numerosi accordi di rete con soggetti esterni tra cui Intercultura-Lega-Ambiente- Le reti sono costituite al fine di migliorare pratiche didattiche ed educative, anche volte all'inclusione di studenti disabili, di sostenere iniziative culturali sul territorio.La scuola ha sottoscritto numerosi partenariati tra cui :Stabia teatro Festival-premio Annibale Ruccello;Time Vision in cui il Liceo Severi ha progettato e attivato interventi formativi per adulti finalizzati al miglioramento dei sistemi di apprendimento- Le reti sono costituite al fine di migliorare pratiche didattiche ed educative, anche volte all'inclusione di studenti disabili, di realizzare attività di formazione e aggiornamento per il personale docente e di sostenere iniziative culturali sul territorio. Le reti sono costituite al fine di migliorare pratiche didattiche ed educative, anche volte all'inclusione di studenti disabili, di realizzare attività di formazione e aggiornamento per il personale docente e di sostenere iniziative culturali sul territorio La scuola utilizza strumenti on-line per la comunicazione con i genitori .

Punti di Debolezza

Mancano una fattiva collaborazione con i genitori per la realizzazione di interventi formativi e progetti

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola svolge un ruolo propositivo nella promozione di politiche formative territoriali e coinvolge le famiglie nella definizione dell'offerta formativa e nella vita scolastica.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

  Dettaglio
Le priorita' si riferiscono agli obiettivi generali che la scuola si prefigge di...

... realizzare nel lungo periodo attraverso l'azione di miglioramento. Le priorita' che la scuola si pone devono necessariamente riguardare gli esiti degli studenti. Si suggerisce di specificare quale delle quattro aree degli Esiti si intenda affrontare (Risultati scolastici, Risultati nelle prove standardizzate nazionali, Competenze chiave europee, Risultati a distanza) e di articolare all'interno quali priorita' si intenda perseguire (es. Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado; Riduzione della variabilita' fra le classi; Sviluppo delle competenze sociali degli studenti di secondaria di I grado, ecc.). Si suggerisce di individuare un numero limitato di priorita' (1 o 2 per scuola) selezionandole all’interno di una stessa area o al massimo di due aree degli Esiti degli studenti. I traguardi sono di lungo periodo e riguardano i risultati attesi in relazione alle priorita'. Si tratta di risultati previsti a lungo termine (3 anni). Essi articolano in forma osservabile e/o misurabile i contenuti delle priorita' e rappresentano le mete verso cui la scuola tende nella sua azione di miglioramento. Per ogni priorita' individuata deve essere articolato il relativo traguardo di lungo periodo. Essi pertanto sono riferiti alle aree degli Esiti degli studenti (es. in relazione alla priorita' strategica "Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado", il traguardo di lungo periodo puo' essere definito come "Rientrare nella media di abbandoni regionali pari al 4%, e precisamente portare gli abbandoni della scuola al di sotto del 4%"). E' opportuno evidenziare che per la definizione del traguardo che si intende raggiungere non e' sempre necessario indicare una percentuale, ma una tendenza costituita da traguardi di riferimento a cui la scuola mira per migliorare, ovvero alle scuole o alle situazioni con cui e' opportuno confrontarsi

Priorità e Traguardi

Risultati scolastici

PRIORITA'

Migliorare i risultati scolastici promuovendo successo formativo ed inclusione.

TRAGUARDO

Ridurre le sospensioni di giudizio nelle materie di indirizzo.

Obiettivi di processo collegati

- uso di strategie didattiche e innovative per migliorare gli esiti scolastici


Risultati nelle prove standardizzate nazionali

PRIORITA'

Migliorare i risultati negli esiti delle prove INVALSI delle seconde classi in Italiano e Matematica.

TRAGUARDO

Superare la media nazionale dei risultati nelle prove INVALSI delle 2e classi in Italiano e Matematica.

Obiettivi di processo collegati

- uso di strategie didattiche e innovative per migliorare gli esiti scolastici


PRIORITA'

Ridurre la variabilita' dei risultati intra e fra le 2e classi nelle prove INVALSI di Italiano e Matematica.

TRAGUARDO

Eguagliare la media nazionale relativa alla variabilita' intra e fra le 2e classi nelle prove INVALSI di Italiano e Matematica.

Obiettivi di processo collegati

- uso di strategie didattiche e innovative per migliorare gli esiti scolastici


MOTIVAZIONE SCELTA PRIORITA'

Gli obiettivi di processo rappresentano una definizione operativa delle attività...
... su cui si intende agire concretamente per raggiungere le priorita' individuate. Essi costituiscono degli obiettivi operativi da raggiungere nel breve periodo (un anno scolastico) e riguardano una o piu' aree di processo. Si suggerisce di indicare l'area o le aree di processo su cui si intende intervenire e descrivere gli obiettivi che la scuola si prefigge di raggiungere a conclusione del prossimo anno scolastico (es. Promuovere una figura di docente tutor per supportare gli studenti in difficolta' del primo anno dell'indirizzo linguistico nella scuola secondaria di II grado; Individuare criteri di formazione delle classi che garantiscano equi-eterogeneita'; Utilizzare criteri di valutazione omogenei e condivisi per la matematica nella scuola primaria; Ridurre gli episodi di esclusione e i fenomeni di bullismo nella scuola secondaria di I grado; ecc.).

Obiettivi di processo

Curricolo, progettazione e valutazione

uso di strategie didattiche e innovative per migliorare gli esiti scolastici

Contributo degli obiettivi di processo nel raggiungimento delle priorità