Indicatori Dettaglio
1.1 Popolazione scolastica

Opportunità

Il contesto socio-economico risulta medio e non basso come nel triennio precedente. La bassa (20%) incidenza degli studenti provenienti da famiglie svantaggiate rappresenta un'opportunità.

Vincoli

Questo indicatore non è modificabile. La presenza di un 20% di studenti provenienti da famiglie svantaggiate richiede azioni specifiche e mirate.

1.2 Territorio e capitale sociale

Opportunità

La presenza di piccole e medie imprese turistiche, del terziario e il piccolo artigianato locale legato alla peculiarità territoriale rappresentano un'opportunità per la progettualità della scuola e per l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro .

Vincoli

L'emergenza pandemiologica che non solo la nostra città ma tutto il mondo sta vivendo ha gravemente compromesso le opportunità specifiche offerte dal territorio. Il contributo degli Enti Locali per l'istruzione e per le scuole del territorio appare inadeguato a soddisfare i bisogni del nostro istituto.

1.3 Risorse economiche e materiali

Opportunità

La scuola utilizza per lo più fonti di finanziamento statali. Talora si utilizzano finanziamenti privati(borse di studio) finalizzati. In generale le strutture dei plessi sono buone e gli stessi plessi sono raggiungibili attraverso un sistema viario efficiente.

Vincoli

Le dotazioni tecnologiche dei laboratori necessitano di sostituzione e di potenziamento.

1.4 Risorse professionali

Opportunità

Il 90% del personale docente ed ATA è a tempo indeterminato. Il 50% è stabilizzato da più di 5 anni e rappresenta la memoria storica della scuola e la continuità progettuale. La presenza di circa il 35 % di personale con servizio inferiore a tre anni e con un'età compresa tra 35 e 54 anni costituisce un'importante risorsa. Quasi tutti i docenti di sostegno oltre ad avere una laurea in discipline diverse possiedono titoli specifici per svolgere con professionalità e competenza il loro ruolo.

Vincoli

Non tutto il personale della scuola dichiara di possedere specifiche competenze certificate: informatiche, linguistiche ecc.

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
2.1 Risultati scolastici

Punti di forza

Si rileva un elevato numero di studenti che conseguono alla fine del percorso scolastico una votazione compresa tra 70-100. Buona parte dei discenti viene ammessa alla classe successiva con una valutazione soddisfacente. La scuola non registra nessun caso di abbandono scolastico. Al contrario, comparando i dati a livello provinciale, regionali e nazionali si rilevano buone percentuali di trasferimenti in entrata e nel corso dell'anno.

Punti di debolezza

Il lockdown ha limatato fortemente nei modi e nei tempi la possibilità di attivare corsi di potenziamento e recupero in itinere per quanti ne necessitavano. Si osserva una percentuale di trasferimenti in uscita al biennio del L. Artistico e al 4 anno del L. Scientifico che merita di essere attenzionata.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola portano avanti regolarmente il loro percorso di studi, lo concludono e conseguono risultati soddisfacenti agli esami finali.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

La quota di studenti ammessa all'anno successivo e' superiore ai riferimenti nazionali. Gli abbandoni e i trasferimenti in uscita sono inferiori ai riferimenti nazionali. Nella secondaria di II grado la quota di studenti sospesi in giudizio per debiti scolastici e' decisamente inferiore ai riferimenti nazionali. La quota di studenti collocata nelle fasce di punteggio piu' alte ( 91-100 e lode nel II ciclo) all'Esame di Stato e' superiore ai riferimenti nazionali.

2.2 Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Punti di forza

Al momento nessuno.

Punti di debolezza

L'impossibilità di svolgere le prove standardizzate Invalsi e l'acquisizione di un nuovo indirizzo non consentono al momento di formulare una adeguata valutazione del processo formativo.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola raggiungono livelli di apprendimento soddisfacenti in italiano e matematica in relazione ai livelli di partenza e alle caratteristiche del contesto.

Rubrica di valutazione

3- Con qualche criticita'

Motivazione

ll punteggio della scuola nelle prove INVALSI è in linea con quello di scuole con background socio-economico e culturale simile. La variabilità tra classi è pari a quella media o poco superiore, ci sono casi di singole classi che si discostano in negativo dalla media della scuola. La quota di studenti collocata nel livello più basso è in linea con la media regionale ma ci sono alcuni anni di corso o indirizzi di studi in cui tale quota è superiore alla media. L'effetto attribuibile alla scuola sugli apprendimenti è pari o leggermente superiore all'effetto medio regionale, Ovviamente la valutazione è riferita ai dati dell'anno scolastico 2018/2019 che riteniamo ormai ampiamente superati per via dei cambiamenti fondamentali che hanno riguardato la nosta scuola (DS, DSGA, nuovi indirizzi ecc.).

2.3 Competenze chiave europee

Punti di forza

La scuola si è spesa nel tempo per sviluppare, consolidare e potenziare tutte le competenze chiave con progetti che hanno coinvolto studenti istituzioni locali (consultorio, Sert, forze dell'arma, ANPI, ordine degli avvocati, commercialisti, operatori turistici, esponenti della cultura e della società del XX e XXI sec.) in attività soprattutto extra-curriculari.

Punti di debolezza

La pandemia Covid 19 ha ridotto drasticamente la possibilità di portare a termine i progetti avviati.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola acquisiscono livelli soddisfacenti nelle competenze sociali e civiche, nell'imparare a imparare, nelle competenze digitali e nello spirito di iniziativa e imprenditorialità.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

La maggior parte degli studenti della scuola raggiunge livelli più che buoni in relazione ad almeno due competenze chiave tra quelle considerate (competenze sociali e civiche, imparare a imparare, competenze digitali, spirito di iniziativa e imprenditorialita').

2.4 Risultati a distanza

Punti di forza

Assenti.

Punti di debolezza

Non si è in possesso di dati per la valutazione dei risultati degli studenti in italiano, matematica e inglese nei livelli di studio successivi. Le risorse professionali da utilizzare per la ricerca, elaborazione, lettura e interpretazione dei dati risultano insufficienti. La scuola non dispone di una banca dati aggiornata per quanto riguarda l'istruzione universitaria e il mondo del lavoro.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti in uscita dalla scuola hanno successo nei successivi percorsi di studio e di lavoro.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
3.1 Curricolo, progettazione e valutazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola propone un curricolo aderente alle esigenze del contesto, progetta attivita' didattiche coerenti con il curricolo, valuta gli studenti utilizzando criteri e strumenti condivisi.

Situazione della scuola

7- Eccellente

Motivazione

3.2 Ambiente di apprendimento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura gli aspetti organizzativi, metodologici e relazionali dell'ambiente di apprendimento.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

L'organizzazione di spazi e tempi risponde alle esigenze di apprendimento degli studenti. Gli spazi laboratoriali, le dotazioni tecnologiche e la biblioteca sono usati dalla maggior parte delle classi. A scuola ci sono momenti di confronto tra insegnanti sulle metodologie didattiche e si utilizzano metodologie diversificate nelle classi. L'utilizzo di metodologie didattiche diversificate e' una pratica ordinaria in tutte le classi. Le regole di comportamento sono definite e condivise in tutte le classi. Le relazioni tra studenti e tra studenti e insegnanti sono molto positive. I conflitti con gli studenti sono gestiti con modalità efficaci.

3.3 Inclusione e differenziazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura l'inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali, valorizza le differenze culturali, adegua l'insegnamento ai bisogni formativi di ciascuno studente attraverso percorsi di recupero e potenziamento.

Situazione della scuola

7- Eccellente

Motivazione

3.4 Continuita' e orientamento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola garantisce la continuita' dei percorsi scolastici e cura l'orientamento personale, scolastico e professionale degli studenti.

Situazione della scuola

4-

Motivazione

Le attività di continuità presentano un livello di strutturazione sufficiente anche se sono prevalentemente orientate alla formazione delle classi. Le attività di orientamento coinvolgono almeno tutte le classi finali. La qualità delle attività proposte agli studenti è in genere accettabile, anche se per lo più limitate a presentare i diversi indirizzi di scuola superiore / corsi di studio universitari. La scuola non ha monitorato i risultati delle proprie azioni di orientamento pur riconoscendone l'importanza per l'eventuale rimodulazione del progetto di orientamento. La scuola ha stipulato convenzioni con un partenariato diversificato di imprese ed associazioni del territorio. La scuola ha integrato in modo organico nella propria offerta formativa percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento. I percorsi rispondono solo in parte ai fabbisogni professionali del territorio e alle esigenze formative degli studenti. Le attività dei percorsi vengono adeguatamente monitorate. La scuola definisce i criteri di valutazione delle competenze acquisite al termine dei percorsi.

3.5 Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Punti di Forza:

La mission della nostra Scuola è quella di diventare all'interno del territorio punto di riferimento culturale. La diversificazione degli indirizzi di studio offerti dal nostro Istituto rappresenta un punto di forza. La gestione generale della Scuola prevede un'organigramma con distribuzione di compiti e di competenze, attraverso nomine formalizzate. Anche il personale ATA è organizzato secondo un Piano di Lavoro predisposto dal Dsga in accordo con il Dirigente Scolastico. La gestione amministrativo-contabile è trasparente ed efficace e il Programma Annuale contiene l'esplicitazione finanziaria della progettualità inserita nel PTOF. Per l'anno scolastico in corso i tre progetti più qualificanti per la Scuola sono: 1. Progettualità europea 2. Progettualità PON 3. Progettualità su aree tematiche trasversali(Legalità e Cittadinanza attiva, Inclusione, Educazione alla salute, Valorizzazione del territorio). A parte la progettualità trasversale e comune a tutto l'Istituto, ogni plesso porta avanti progetti attinenti alla peculiarità dell'indirizzo specifico.

Punti di Debolezza

Uno dei punti di debolezza è rappresentato dal fatto che il personale scolastico (docente e Ata) non sempre si considera appartenente all' Istituto nella sua interezza , bensì al singolo indirizzo specifico: questo dato è determinato dal fatto che, in conseguenza del dimensionamento scolastico, all'Istituto originario sono stati annessi altri Istituti autonomi del territorio che da tempo avevano una storia di autonomia culturale molto forte. La nuova governance mira a fare delle varie scuole un'unica Scuola pur nel presupposto fondamentale della specificità di ogni indirizzo. Un altro aspetto da curare prioritariamente è il monitoraggio formale di tutte le azioni progettuali portate avanti e il sistema della rendicontazione all'esterno.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola definisce la propria missione e la visione, monitora in modo sistematico le attività che svolge, individua ruoli di responsabilita' e compiti per il personale in modo funzionale e utilizza in modo adeguato le risorse economiche.

Situazione della scuola

7- Eccellente

Motivazione

3.6 Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Punti di Forza:

La formazione in servizio è ritenuto elemento imprescindibile per una migliore performance della professionalità del personale scolastico. Nel particolare, nell'organizzazione dei progetti di formazione, si prediligono tematiche afferenti all'area della didattica, della sicurezza, dell'orientamento e di tematiche trasversali di forte impatto sociale. Nella distribuzione, inoltre, di incarichi si tiene conto delle esperienze pregresse di ciascuno e delle competenze maturate. Un punto di forza, voluto fortemente dalla Dirigenza, è rappresentato dall'introduzione di gruppi di lavori e di commissioni composti da un rappresentante di ogni indirizzo di studio presenta nella Scuola. Ai gruppi così composti si richiede di portare avanti le istanze specifiche del proprio plesso. I materiali prodotti si mettono a disposizione di tutti.

Punti di Debolezza

Non sempre la collaborazione tra docenti dei diversi indirizzi è fluida e priva di contrasti. Bisogna potenziare il senso di appartenenza ad unico Istituto. Attualmente non c'è una piattaforma online di condivisione di strumenti e materiali didattici.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola valorizza le risorse professionali, promuove percorsi formativi di qualita' e incentiva la collaborazione tra pari.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

Le attività di formazione sono state sufficientemente organizzate con una ricaduta parziale sull'intero Collegio dei docenti. Le modalità adottate dalla scuola per valorizzare il personale sono chiare e la maggior parte degli incarichi sono assegnati sulla base delle competenze possedute. Nella scuola sono presenti gruppi di lavoro composti da insegnanti, che producono materiali o esiti di buona qualità La maggior parte degli insegnanti condivide materiali didattici di vario tipo.

3.7 Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Punti di Forza:

Rappresenta un punto di forza la capacità del personale docente di interagire con le Istituzioni del territorio per l'espletamento di attività culturali e sociali. La Scuola partecipa attivamente alle dinamiche poste in atto dalle strutture di governo territoriale. Le collaborazioni esterne rappresentano ampliamento dell'offerta formativa contestualizzato e integrato con gli obiettivi del PTOF. Molto utili si sono rivelate le collaborazioni con i rappresentanti delle Forze dell'Ordine su tematiche emergenziali giovanili e sulla prevenzione all'so di alcol e sostanze stupefacenti.

Punti di Debolezza

Un aspetto in via di potenziamento riguarda il coinvolgimento dei genitori in progetti specifici di loro interesse. Inoltre è deficitaria la partecipazione spontanea dei genitori all'interno dei vari Organi Collegiali in cui è richiesta la loro presenza. Si constata attualmente che la conoscenza dei documenti rilevanti per la vita scolastica, anche se diffusi ampliamenti attraverso i canali di comunicazione consueti, non sempre è appresa e soprattutto applicata.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola svolge un ruolo propositivo nella promozione di politiche formative territoriali e coinvolge le famiglie nella definizione dell'offerta formativa e nella vita scolastica.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

La scuola recentemente per l'alternarsi di diversi D.S., D.S.G.A., collaboratori ha rallentato il suo impegno attivo nella partecipazione a reti e collaborazioni con soggetti esterni, tuttavia ha sempre collaborato con gli Enti istituzionali del territorio nella conduzione di importanti attività formative. Nell'ultimo anno scolastico e nella prima parte del corrente, l'emergenza Covid - 19 ha impedito l' implementazione di attività di formazione. La scuola si è sempre attivata per realizzare momenti di confronto con i soggetti presenti nel territorio per la promozione delle politiche formative. Sono sempre state promosse iniziative rivolte ai genitori che purtroppo non sempre sono nelle condizioni ottimali per rispondere agli inviti.

  Dettaglio
Le priorita' si riferiscono agli obiettivi generali che la scuola si prefigge di...

... realizzare nel lungo periodo attraverso l'azione di miglioramento. Le priorita' che la scuola si pone devono necessariamente riguardare gli esiti degli studenti. Si suggerisce di specificare quale delle quattro aree degli Esiti si intenda affrontare (Risultati scolastici, Risultati nelle prove standardizzate nazionali, Competenze chiave europee, Risultati a distanza) e di articolare all'interno quali priorita' si intenda perseguire (es. Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado; Riduzione della variabilita' fra le classi; Sviluppo delle competenze sociali degli studenti di secondaria di I grado, ecc.). Si suggerisce di individuare un numero limitato di priorita' (1 o 2 per scuola) selezionandole all’interno di una stessa area o al massimo di due aree degli Esiti degli studenti. I traguardi sono di lungo periodo e riguardano i risultati attesi in relazione alle priorita'. Si tratta di risultati previsti a lungo termine (3 anni). Essi articolano in forma osservabile e/o misurabile i contenuti delle priorita' e rappresentano le mete verso cui la scuola tende nella sua azione di miglioramento. Per ogni priorita' individuata deve essere articolato il relativo traguardo di lungo periodo. Essi pertanto sono riferiti alle aree degli Esiti degli studenti (es. in relazione alla priorita' strategica "Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado", il traguardo di lungo periodo puo' essere definito come "Rientrare nella media di abbandoni regionali pari al 4%, e precisamente portare gli abbandoni della scuola al di sotto del 4%"). E' opportuno evidenziare che per la definizione del traguardo che si intende raggiungere non e' sempre necessario indicare una percentuale, ma una tendenza costituita da traguardi di riferimento a cui la scuola mira per migliorare, ovvero alle scuole o alle situazioni con cui e' opportuno confrontarsi

Priorità e Traguardi

Risultati scolastici

PRIORITA'

-Successo scolastico

TRAGUARDO

-100% diplomati sul totale degli ammessi all'esame di stato -diminuire le sospensioni del giudizio del 5% nell'arco del triennio -mantenere il numero dei respinti al di sotto del 5%.

Obiettivi di processo collegati

- Curare tutti i fattori che intervengono in un processo di apprendimento:uno stile educativo improntato all’ascolto, alla cooperazione, alla fiducia. Le scelte culturali, educative e didattiche guideranno i discenti alla costruzione del proprio sapere, tenendo conto non solo della sfera cognitiva, ma anche di quella emotiva e relazionale.

- La scuola garantisce l'inclusività vivendo e insegnando a vivere con le differenze, offrendo uno spazio di convivenza nel quale il valore dell’uguaglianza venga ribadito e affermato come rispetto della diversità. Sono considerati prioritari quei progetti che riescono a coinvolgere tutti in un processo di crescita reciproca (es. sport, informatica).

- Continueranno le collaborazioni con Associazioni (Libera per la cultura della legalità, Città degli Artisti, Commercialisti, ASP), con RETI rivolte all’inclusione, all’integrazione, alla promozione dell’agio, allo star bene a scuola. Il coinvolgimento e la partecipazione delle famiglie saranno favoriti anche nei progetti e attività extracurriculari


Risultati nelle prove standardizzate nazionali

PRIORITA'

Uniformare i risultati nelle prove nazionali per tutti gli indirizzi dell'Istituto.

TRAGUARDO

Conseguimento di competenze più approfondite per colmare lacune pregresse nelle abilità di italiano e matematica.

Obiettivi di processo collegati

- Rivedere le strategie didattico-metodologiche per il processo di apprendimento-insegnamento in italiano e matematica.


Competenze chiave europee

PRIORITA'

-Potenziare la competenza personale e sociale, sviluppando la capacità di imparare ad imparare (Area della cittadinanza, educazione ambientale e dello sviluppo sostenibile).

TRAGUARDO

-Accrescere il successo degli studenti ovunque siano chiamati ad agire: negli studi successivi, nel mondo lavorativo e nella società del mondo globalizzato.

Obiettivi di processo collegati

- Curare tutti i fattori che intervengono in un processo di apprendimento:uno stile educativo improntato all’ascolto, alla cooperazione, alla fiducia. Le scelte culturali, educative e didattiche guideranno i discenti alla costruzione del proprio sapere, tenendo conto non solo della sfera cognitiva, ma anche di quella emotiva e relazionale.

- Continueranno le collaborazioni con Associazioni (Libera per la cultura della legalità, Città degli Artisti, Commercialisti, ASP), con RETI rivolte all’inclusione, all’integrazione, alla promozione dell’agio, allo star bene a scuola. Il coinvolgimento e la partecipazione delle famiglie saranno favoriti anche nei progetti e attività extracurriculari

- L'azione congiunta di tutte le componenti della scuola volta all'implementazione della mission e vision dell'istituto consentirà il raggiungimento dell’unitarietà dell’offerta formativa e la congruenza nonché efficacia ed efficienza dell’azione didattica ed educativa complessiva.


MOTIVAZIONE SCELTA PRIORITA'

Gli obiettivi di processo rappresentano una definizione operativa delle attività...
... su cui si intende agire concretamente per raggiungere le priorita' individuate. Essi costituiscono degli obiettivi operativi da raggiungere nel breve periodo (un anno scolastico) e riguardano una o piu' aree di processo. Si suggerisce di indicare l'area o le aree di processo su cui si intende intervenire e descrivere gli obiettivi che la scuola si prefigge di raggiungere a conclusione del prossimo anno scolastico (es. Promuovere una figura di docente tutor per supportare gli studenti in difficolta' del primo anno dell'indirizzo linguistico nella scuola secondaria di II grado; Individuare criteri di formazione delle classi che garantiscano equi-eterogeneita'; Utilizzare criteri di valutazione omogenei e condivisi per la matematica nella scuola primaria; Ridurre gli episodi di esclusione e i fenomeni di bullismo nella scuola secondaria di I grado; ecc.).

Obiettivi di processo

Curricolo, progettazione e valutazione

Rivedere le strategie didattico-metodologiche per il processo di apprendimento-insegnamento in italiano e matematica.

Ambiente di apprendimento

Curare tutti i fattori che intervengono in un processo di apprendimento:uno stile educativo improntato all’ascolto, alla cooperazione, alla fiducia. Le scelte culturali, educative e didattiche guideranno i discenti alla costruzione del proprio sapere, tenendo conto non solo della sfera cognitiva, ma anche di quella emotiva e relazionale.

Inclusione e differenziazione

La scuola garantisce l'inclusività vivendo e insegnando a vivere con le differenze, offrendo uno spazio di convivenza nel quale il valore dell’uguaglianza venga ribadito e affermato come rispetto della diversità. Sono considerati prioritari quei progetti che riescono a coinvolgere tutti in un processo di crescita reciproca (es. sport, informatica).

Orientamento strategico e organizzazione della scuola

L'azione congiunta di tutte le componenti della scuola volta all'implementazione della mission e vision dell'istituto consentirà il raggiungimento dell’unitarietà dell’offerta formativa e la congruenza nonché efficacia ed efficienza dell’azione didattica ed educativa complessiva.

Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Continueranno le collaborazioni con Associazioni (Libera per la cultura della legalità, Città degli Artisti, Commercialisti, ASP), con RETI rivolte all’inclusione, all’integrazione, alla promozione dell’agio, allo star bene a scuola. Il coinvolgimento e la partecipazione delle famiglie saranno favoriti anche nei progetti e attività extracurriculari

Contributo degli obiettivi di processo nel raggiungimento delle priorità