Indicatori Dettaglio
1.1 Popolazione scolastica

Opportunità

La poliedricità della popolazione studentesca esprime una ricca varietà sociale e culturale . In questa gamma compaiono anche numerosi alunni di origine non italiana e molti alunni (più del 10%) con bisogni educativi speciali con diversi livelli di difficoltà di apprendimento . Questo costituisce, sia pur non risparmiando difficoltà di gestione, un forte elemento di ricchezza umana e di opportunità di crescita sul piano della formazione di cittadinanza. Gli studenti che frequentano l’Istituto Alberghiero di Assisi presentano, in ingresso, profonde motivazioni verso il mondo delle professioni in campo enogastronomico e dell’ospitalità alberghiera e discreta consapevolezza della scelta compiuta. La loro composizione è veramente eterogenea sia per i contesti socio-culturali di provenienza, sia per quelli socio-economici. Come si è già accennato , l’offerta formativa e la pratica didattica dell’istituto alberghiero e per servizi commerciali di Assisi sono volte ad accompagnare gli studenti e le studentesse nella costruzione del proprio progetto di vita, di studio e di futuro cercando di sostenerli nella motivazione, nel tentativo di portare a maturazione le capacità e valorizzare, come recitano il d.p.r.275/1999 e, più di recente, il Decreto ministeriale 22 maggio 2018, le differenze e le specificità individuali.

Vincoli

Gli studenti e le studentesse, provengono da un bacino territoriale particolarmente esteso, con tempi di percorrenza casa-scuola che, in alcuni casi, sfiorano anche le due ore. Il territorio di riferimento si estende dal Lago Trasimeno fino a Foligno e alla media valle del Tevere. Particolarmente significativa, numericamente, è la componente che proviene dalla città di Perugia e comuni limitrofi. L'incidenza di studenti provenienti da famiglie svantaggiate assume un certo significato soprattutto negli ultimi anni. Lo si può riscontrare dal fatto che è diminuito il numero di famiglie che versano il contributo volontario e soprattutto di quelle che possono far partecipare i propri figli ai viaggi d'istruzione di più giorni.

1.2 Territorio e capitale sociale

Opportunità

Il territorio in cui è collocata la scuola è la media valle umbra che si distingue per essere provincia,ma una provincia particolare trattandosi di Assisi che esprime una dimensione culturale di spiritualità ed internazionalità.Inoltre,in riferimento all'indirizzo della scuola ,va precisato che Assisi è la città umbra con maggior presenza di alberghi,ristoranti,convegni e,dunque, di incoming.Inoltre, rispetto al capoluogo di regione,Assisi appare più tranquilla anche se non senza difficoltà di carattere sociale. La dimensione demografica consente una collaborazione costruttiva,in primis,in funzione educativa,con le forze dell'ordine.Il comune collabora con la scuola per alcuni progetti.In particolare si segnala la realizzazione dal 2003 a tutt'oggi dei progetti annuali Unesco che hanno consentito alla scuola di entrare nel circuito scuole Unesco Italia e Unesco International school. Il comune ogni anno mette a disposizione degli alunni delle classi quinte di ciascun indirizzo che siano residenti nel proprio territorio, delle borse di studio . Sussiste anche la collaborazione con le associazioni di categoria ,settore alberghiero,commercio e servizi e, più in genere con le associazioni culturali.

Vincoli

Il territorio non ha un tessuto ricco, ma anzi piuttosto modesto.in genere.Nel settore alberghiero –ristorativo non sempre si incontrano imprenditori “illuminati” che vogliano stabilire rapporti efficaci per la formazione ed il futuro lavorativo degli alunni.Nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro a volte,si ha difficoltà a far accogliere gli alunni dedicando loro il tempo necessario.Anche la nuova legge in materia non aiuta in quanto un’azienda con 5 dipendenti può accettare un solo stagista ed in Umbria,la maggior parte delle aziende in questo settore è a conduzione familiare,dunque con piccoli numeri.La crisi di questi anni non ha favorito le cose,tanto più che in certi periodi dell’anno i locali lavorano poco.Il vincolo più grave è quello della situazione logistico-strutturale dei 4 edifici in cui la scuola è ospitata 2 dei quali si trovano rispettivamente ad un Km e a cinque Km. di distanza dagli altri.L’insufficienza e l’inadeguatezza degli spazi,hanno spesso limitato e tarpato le potenzialità dell’istituto anche sul piano progettuale.Tutte le componenti della scuola si sono negli anni impegnate in una costante “battaglia”,ma le divergenze politiche e di prospettiva tra il comune e l a provincia non hanno portato soluzioni. Negli ultimi tempi la provincia ,per le note difficoltà finanziarie, non ha più potuto fare fronte alle innumerevoli necessità legate alla manutenzione.

1.3 Risorse economiche e materiali

Opportunità

-La complessità della sistemazione logistico-strutturale della scuola ha condotto all'elaborazione di un modello organizzativo in modo tale da ottimizzare l'utilizzo degli spazi a disposizione. Così si è verificato che nei giorni in cui alcune classi occupano i laboratori e lasciano, dunque,le aule ,queste ultime sono state destinate in quell'edificio ad aule. -L'istituto ha acquistato in questi ultimi anni a partire dai finanziamenti miur ricevuti per il progetto classe2.0,e nel corso di quest'anno grazie ai finanziamenti pon fesr pc portatili,lim e video proiettori di ultima generazione che sostituiscono le lim. L'allestimento di un laboratorio informatico "mobil" è sempre nato dall'esigenze di superare la difficoltà di spazi insufficienti. Nel complesso di è implementata la dotazione multimediale. Sempre la scuola, grazie ai finanziamenti PON ha cablato gli edifici,$ su 4, per utilizzare il registro eltrronico -Ha inoltre allestito ex novo un intero laboratorio di cucina e lo ha attrezzato,ha inoltre rimodernato una parte dei macchinari di un altro laboratorio di cucina. Il tutto grazie ad un contributo della fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e al contributo per il funzionamento. Un altro piccolo contributo la scuola lo riceve dal Comune di Assisi per la realizzazione del progetto Unesco. I dati sulla percentuale dei laboratori per ciascuna sede va aggiornato in crescita.

Vincoli

-L’Istituto è ospitato in 3 edifici dislocati non in modo contiguo,2 di questi si possono considerare nell’ambito del “decoro”,ma uno dei due non è riscaldato a sufficienza.Quello situato nella parte alta della città,nel centro storico è piuttosto vetusto e con problemi agli infissi. La raggiungibiltà delle sedi ,tranne quella situata in pianura,è piuttosto difficoltosa,come già detto,richiede anche l’utilizzo di due mezzi di trasporto ,treno ed autobus con orari che ,in qualche caso, possono sfalsarsi e conseguenti disagi. Solo un edificio è dotato di palestra propria, pertanto le classi svolgono le lezioni di educazione fisica utilizzando il palazzetto dello sport dove sono condotti da un bus navetta della provincia. Gli spazi sono insufficienti in numero e tipologia, questo rappresenta un grande limite per la scuola, anche per la realizzazione di certa progettualità -SI SEGNALA CHE COMPAIONO RISORSE ASSEGNATE ALL'ISTITUTO DA PARTE del COMUNE PER PI§ di 100.000€ e dalla U:E PERE PIu' DI 1.500.000, MA QUESTI DATI NON CORRISPONDONO AL VERO ; VEDASI PROGRAMMA ANNUALE INSERITO A SISTEMA: SI RITIENE CHE I DATI FACCIANO RIFERIMENTO ALL?ISTITUTO ALBERGHIERO DI SPOLETO ; SCUOLA CAPOFILA DI ERASMUS PLUS DI UNA RETE CUI PARTECIPA ANCHE LA SCUOLA PGRH0200B

1.4 Risorse professionali

Opportunità

- L'Istituto è caratterizzato da una certa stabilità del personale docente ed a.t.a. -La percentuale del personale docente con contratto a tempo indeterminato è abbastanza elevata e superiore ai dati dei benchmark di riferimento. -La percentuale di personale a.t.a. con contratto a tempo indeterminato è elevata. -La richiesta di mobilità è bassa e, negli ultimi anni, si può dire limitata ai docenti soprannumerari e poco più. Il tasso di assenteismo del personale è basso ed inferiore ai benchmark per malattia , laddove compare la voce "altro" è più alto , ma è necessario precisare che in detta voce sono comprese le assenze per formazione e servizio in attività didattiche svolte sul territorio al di fuori della sede scolastica , nonchè le ferie ed i permessi previsti dal contratto. -I docenti tecnico-pratici di laboratorio sono quasi tutti ex alunni della scuola e questo li caratterizza con un grande senso di appartenenza e li contraddistingue per lo spirito di collaborazione che dimostrano . - Un buon numero di docenti , proprio grazie alla formazione Erasmus Clil che l'Istituto persegue negli ultimi quattro anni , ha conseguito la certificazione linguistica ,così come altri ,che hanno partecipato al PNSD regionale ,hanno acquisito competenze digitali. nel corso del presente anno , tutto il personale docente di laboratorio , di scienze dell'alimentazione e gli assitenti tecnici di laboratorio hanno conseguito la certificazione H.a.c.c.p.

Vincoli

- Rispetto a quanto detto tra le opportunità in ordine alla presenza di prevalenza di personale a tempo indeterminato fanno eccezione i docenti di sostegno dei quali poco più della metà è personale stabile e, nel corso del presente anno alcuni di loro non possedevano il titolo di specializzazione nel sostegno.

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
2.1 Risultati scolastici

Punti di forza

-Negli ultimi due anni scolastici, l'istituto ha visto aumentare la percentuale degli alunni promossi alla classe successiva -In tutti gli anni di corso , l'istituto esprime risultati più alti dei riferimenti provinciali , regionali e nazionali -Nelle classi terze e quarte la percentuale degli alunni promossi sale addirittura al 94 % a significare che la scuola consolida i ragazzi -Quanto appena detto ai punti precedenti , vale anche per gli alunni con giudizio sospeso. -L'Istituto , nei risultati degli esami di stato supera sia nella fascia di votazione 91-100 supera i riferimenti provinciali e nazionali -L'istituto nella votazione di 100 e lode supera i riferimenti provinciali , regionali e nazionali a confermare che la scuola lavora adeguatamente fornendo gli alunni delle competenze necessarie. -Gli studenti che abbandonano la scuola si attestano ad una percentuale minore di quella regionale e di quella italiana.

Punti di debolezza

-I giudizi sospesi si concentrano in matematica, lingue economia ,scienza dell'alimentazione -I giudizi sospesi si concentrano al biennio -gli studenti che abbandonano la scuola nell'ordine dell'1% si concentrano in seconda e in quarta classe -dalle rilevazioni effettuate sembra soprattutto a causa di un orientamento poco efficace (alcuni ritengono che l'istituto sia "più semplice" di altre scuole e si debba studiare poco.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola portano avanti regolarmente il loro percorso di studi, lo concludono e conseguono risultati soddisfacenti agli esami finali.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

2.2 Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Punti di forza

-Un dato ricorrente che si ritiene sia un punto di forza è che la scuola ha sempre un dato più alto ,dunque positivo ,rispetto agli altri professionali e alla Fp. -la scuola raggiunge un risultato complessivo positivo nelle prove standardizzate , più in italiano e un po' meno in matematica,ma anche in matematica è migliore del benchmark dei professionali ed è migliorato negli anni -la scuola in questi anni è riuscita ad abbassare la variabilità tra le classi in modo sostanziale L'effetto della scuola sugli esiti risulta positivo

Punti di debolezza

-In matematica ancora due classi su 9 appaiono di un livello inferiore rispetto ai benchmark -All'interno delle classi la variabilità è molto alta, troppo alta. La variabilità interna di per sè non è un disvalore , anzi , al contrario perchè è garanzia di eterogeneità interna nell'omogeneità rispetto alla situazione delle altre classi ,secondo i criteri di formazione classi date dal Collegio e dal Consiglio d'Istituto.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola raggiungono livelli di apprendimento soddisfacenti in italiano e matematica in relazione ai livelli di partenza e alle caratteristiche del contesto.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

Pur con qualche incertezza , la scuola esprime risultati positivi e soprattutto di miglioramento ed ha effetto positivo nel percorso degli alunni

2.3 Competenze chiave europee

Punti di forza

-La scuola da molti anni lavora sulle competenze chiave di cittadinanza ed anche ad attività e progetti vari finalizzati al rispetto di sè e degli altri, alla solidarietà, al senso di partecipazione attiva.Si citano la donazione del sangue presso l'Avis, la visita presso carcere per gli alunni maggiorenni (cultura della legalità) , attività di laboratorio di enogastronomia presso la casa di riposo, presso le case di accoglienza per ragazzi disabili, lavori interni alla scuola di coesione interetnica con convivi interculturali ed interreligiosi, partecipazione a progetti di pace sul territorio -In due classi quarte in particolare si è curato , in simul impresa, un progetto denominato "Green jobs" in collaborazione con l'U.s.r.Umbria e la fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che ha fatto conseguire il primo premio regionale all'Istituto ed anche quello nazionale a Milano in competizione con altre 78 scuole italiane. Il progetto ha sviluppato in modo significativo il senso di collaborazione, di responsabilità e di autoimprenditorialità, ma anche le competenze comunicative anche multimediali.

Punti di debolezza

-in ordine all'adeguatezza delle capacità digitali e a quelle di saper sintetizzare, schematizzare , comunicare efficacemente a distanza con ricerca autonoma , solo una parte degli studenti le possiede, è necessario continuare a lavorare alacremente affinchè divengano più diffuse .

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola acquisiscono livelli soddisfacenti nelle competenze sociali e civiche, nell'imparare a imparare, nelle competenze digitali e nello spirito di iniziativa e imprenditorialità.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

L'istituto da molti anni lavora sulle competenze chiave di cittadinanza e questo nel tempo ha comportato che una buona parte di studenti abbia assunto ed assuma un comportamento più corretto e responsabile, questo è visibile e riscontrabile soprattutto dal terzo anno di frequenza in poi, più difficile rimane la situazione delle classi prime.

2.4 Risultati a distanza

Punti di forza

Ottimi appaiono i risultati di seconda superiore rispetto alla terza media , addirittura un dato di miglioramento che va oltre il 200% -Trattandosi di un istituto professionale, la riuscita degli studenti nello sbocco naturale,cioè nel mondo del lavoro , risulta ottima, infatti la scuola esprime un 'occupabilità più che doppia rispetto al dato della regione e a quello nazionale e non ci sono praticamente tempi di attesa per reperire il lavoro. - La quota degli occupati entro tre anni è elevata -I diplomati appaiono al 90% ed oltre occupati nei servizi, dunque in conformità con il loro diploma -I diplomati sono inquadrati ad un livello medio -Il dato degli iscritti all'Università, pur a fronte di un decrescita demografica, appare in aumento -Anche in ordine ai crediti non essendoci benchmark di istituti professionali, i dati sono confortanti anche se non uniformemnete distribuiti.

Punti di debolezza

-La tipologia di contratto a tempo indeterminato è minore rispetto al dato regionale e nazionale anche se cresciuta negli anni. - Non è alto il dato degli iscritti all'Università ,ma è un dato di significato trattandosi di un istituto professionale.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti in uscita dalla scuola hanno successo nei successivi percorsi di studio e di lavoro.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

I dati che emregono in questa sezione son o tutti positivi

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
3.1 Curricolo, progettazione e valutazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola propone un curricolo aderente alle esigenze del contesto, progetta attivita' didattiche coerenti con il curricolo, valuta gli studenti utilizzando criteri e strumenti condivisi.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.2 Ambiente di apprendimento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura gli aspetti organizzativi, metodologici e relazionali dell'ambiente di apprendimento.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.3 Inclusione e differenziazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura l'inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali, valorizza le differenze culturali, adegua l'insegnamento ai bisogni formativi di ciascuno studente attraverso percorsi di recupero e potenziamento.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

3.4 Continuita' e orientamento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola garantisce la continuita' dei percorsi scolastici e cura l'orientamento personale, scolastico e professionale degli studenti.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.5 Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Punti di Forza:

La visione e la missione sono chiaramente definite nel p.t.o.f.,molte sono le circostanze in cui vengono ribadite: coll. docenti,cons. di classe,premesse delle circolari di natura didattica.-Sono condivise nell'istituto anche nei dipartimenti per la programmazione e fino al documento del "15 maggio" per l'esame di stato.nel corso delle iniziative per i genitori e degli incontri organizzativi a cui loro partecipano vengono ricondivise ,lo stesso accade durante lo svolgimento di attività o eventi sul territorio in collaborazione con enti locali,associazioni.-L'istituto monitora le attività programmate sulle finalità individuate periodicamente,nel corso delle riunioni di dipartimento,dei collegi,dei consigli di classe,delle riunioni del nucleo di autovalutaz.,della relazione periodica del d.s. al cons. d'Istituto, su schede - All'esterno l'istituto comunica sul proprio sito web,sulla stampa,con bacheche all'interno dell'edificio e , in alcune occasioni, anche con conferenze stampa od in occasione di inviti a partecipare a convegni. -All'interno dell'Istituto sono stati individuati vari ruoli e connessi compiti organizzativi,i collaboratori del d.s. uno per l'area didattica , anche animatore digitale,l'altra per i laboratori tecnico-professionali e l'altra per il supporto nell'orario delle lezioni.A ciò si aggiungano le sette funzioni strumentali, per il servizio agli studenti,per l'inclusione,per l'orientamento in ingresso,in itinere e verso gli studi post diploma,per l'inserimento nel mondo del lavoro ,per l'educazione alla salute e prevenzione del disagio,per la progettazione,per la valutazione d'istiuto.Si aggiunga i responsabili del gruppo sportivo,nonchè le commissioni per l'accoglienza delle classi 1^, dell'alternanza scuola-lavoro,i coordinatori di classe,dei dipartimenti.,del gruppo sportivo,del presidio "inforienta" dedicato agli studenti . -Il fondo d'istituto è ripartito al 70% per i docenti,al 30% per gli a.t.a . -Ne beneficiano 39 unità a.t.a. e più di un centinaio di docenti -Le assenze dei docenti sono gestite in prevalenza con sostituzioni da parte dei colleghi mettendo a frutto il recupero dei 10 ' di frazione orario delle lezioni da 50 ' , in modo residuale con qualche ora di organico potenziato e a volte con la presenza del dirigente ove possibile. Le assenze del personale a.t.a sono gestite facendo leva sui turni ,secondo una programmazione. Questo vale per le assenze di un giorno o poco più,ove ricorrano le condizioni previste dalla normativa,si fa ricorso a supplenti in entrambi i casi.-La divisione dei compiti e le aree del personale a.t.a sono chiaramente definite,come le responsabilità nel piano a.t.a .-All'inizio ed in corso d'anno,le circolari e l'organigramma pubblicato definiscono il tutto.-Le risorse economiche nel progr. ann. sono espressione del p.t.o.f. ed in esso trovano significato.- La scuola spende circa 5000€. Per i tre progetti prioritari vedasi 3.5.d-Le spese sono diffuse tra i vari progetti

Punti di Debolezza

- E' necessario implementare la cultura della rendicontazione esterna -Le schede di monitoraggio delle attività devono spesso essere sollecitate -L'ubicazione della scuola su tre edifici distanti l'uno dall'altro non facilita , a volte, la valorizzazione delle risorse umane sia docenti , sia a .t.a.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola definisce la propria missione e la visione, monitora in modo sistematico le attività che svolge, individua ruoli di responsabilita' e compiti per il personale in modo funzionale e utilizza in modo adeguato le risorse economiche.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

3.6 Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Punti di Forza:

-La scuola raccoglie e guida al tempo stesso,se necessario, le esigenze formative del personale docente ed a.t.a.- Promuove temi per la formazione legati al piano di miglioramento, alla digitalizzazione, all'innovazione didattica, oltre a quelli obbligatori quali la sicurezza, la privacy, l'h.a.c.c.p.- La formazione crea dibattito e confronto ed , in ogni caso,fa mettere in pratica quanto appreso e,a volte,consegue l'obiettivo. -la scuola utilizza le informazioni sulle competenze dei docenti per le funzioni strumentali,per i bandi p.o.n.,per i corsi di formazione, per la selezione dei tutors Erasmus plus -La scuola valorizza le competenze professionali con il f.i.s., la valorizzazione del merito , la partecipazione ai progetti europei , al Clil all'estero -La scuola promuove la partecipazione dei docenti a gruppi di lavoro sulla programmazione, sull'innovazione di didattica, sul curricolo, sulla formazione, sulla progettazione,sull'orientamento per gli studenti, su attività integrative. le modalità sono i dipartimenti, le riunioni per classi parallele, i gruppi dei consigli di classe per le U.d.a. o la progettazione , nonchè gruppi spontanei per le attività integrative (per esempio il gruppo teatro). -nel corso delle riunioni per dipartimento , di programmazione, per le u.d.a, di preparazione dell'esame di stato , gli insegnanti si scambiano anche materiale didattico condividendo anche per la formazione, l'utilizzo di piattaforme on-line quali Edmodo, wiki, Khan Accademy, We school. In ogni caso, spesso i dipartimenti o i consigli di classe si scambiano materiali anche sul registro elettronico.

Punti di Debolezza

-Le esigenze formative dei docenti, a volte vanno ricondotte al profilo del p.t.o.f. e al piano di miglioramento. -Gli esiti ed il materiale prodotto andrebbero meglio formalizzati e sistematizzati.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola valorizza le risorse professionali, promuove percorsi formativi di qualita' e incentiva la collaborazione tra pari.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.7 Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Punti di Forza:

-la scuola ha sul territorio varie collaborazioni e accordi o convenzioni o protocolli d'intesa ormai consolidati con il Sacro Convento di Assisi, con il Comune di Assisi, con il comune di Spello, di Bevagna, con associazioni culturali e / o professionali con la finalità di promuovere il saper fare e le competenze degli alunni dal punto di vista relazionale e professionale . La scuola collabora anche con l'Ufficio scolastico regionale,con la Polizia di Stato, con l'Arma dei Carabinieri . -L'istituto è scuola capofila dell'ambitoregioanle n.1 - Lavora in rete con gli istituti alberghieri di Spoleto e di Città di Castello e con gli altri istituti professionali della regione. Ha in corso da quattro anni un progetto di alimentazione preventiva e curativa con la Facoltà di farmacia dell'Uìniversità degli studi di Perugia. -La scuola è spesso coinvolta dall'amministrazione comunale in termini di politica scolastica e sociale; è inoltre presente nel comitato tecnico-scientifico del corso di laurea in enogastronomia istituito presso l'Università italiana per Stranieri. -La collaborazione dell'istituto alberghiero con i vari soggetti presenti sul territorio costituisce, per cosi dire, un tratto caratteristico della scuola. Questo fornisce l'opportunità agli studenti di fare esperienza sul campo, rivestendo anche un ruolo orientativo ai fini del loro futuro professionale. -l'Istituto dedica incontri alle famiglie anche in ordine ai progetti europei di mobilità al fine di favorire la serena partecipazione degli alunni -le famiglie sono coinvolte nella definizione dell'offerta formativa , del regolamento d'istituto e del patto di corresponsabilità soprattutto tramite la rappresentanza negli organi collegiali - negli ultimi due anni , inoltre, la scuola ha tenuto corsi di formazione per genitori anche con la partecipazione di esperti interni ed esterni. -Accanto a ciò la scuola tiene uno sportello d'ascolto on line curato da una docente dell'istituto che è anche psicologa -l'istituto dedica alle famiglie alcuni eventi in corso d'anno, per esempio "Gustando Assisi",le coinvolge inoltre nelle competizioni professionali interne e negli eventi finali dei progetti. -La scuola utilizza da sei anni anche il registro elettronico per comunicare con le famiglie

Punti di Debolezza

- La partecipazione dei genitori alla vita scolastica, malgrado i continui tentativi ( contatti frequenti telefonici ed in presenza, utilizzo frequente del registro elettronico, sia da parte dei docenti che della dirigente, malgrado le numerose azioni poste in essere dalla scuola (vedasi colonna "Punti di forza") non è adeguata.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola svolge un ruolo propositivo nella promozione di politiche formative territoriali e coinvolge le famiglie nella definizione dell'offerta formativa e nella vita scolastica.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

  Dettaglio
Le priorita' si riferiscono agli obiettivi generali che la scuola si prefigge di...

... realizzare nel lungo periodo attraverso l'azione di miglioramento. Le priorita' che la scuola si pone devono necessariamente riguardare gli esiti degli studenti. Si suggerisce di specificare quale delle quattro aree degli Esiti si intenda affrontare (Risultati scolastici, Risultati nelle prove standardizzate nazionali, Competenze chiave europee, Risultati a distanza) e di articolare all'interno quali priorita' si intenda perseguire (es. Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado; Riduzione della variabilita' fra le classi; Sviluppo delle competenze sociali degli studenti di secondaria di I grado, ecc.). Si suggerisce di individuare un numero limitato di priorita' (1 o 2 per scuola) selezionandole all’interno di una stessa area o al massimo di due aree degli Esiti degli studenti. I traguardi sono di lungo periodo e riguardano i risultati attesi in relazione alle priorita'. Si tratta di risultati previsti a lungo termine (3 anni). Essi articolano in forma osservabile e/o misurabile i contenuti delle priorita' e rappresentano le mete verso cui la scuola tende nella sua azione di miglioramento. Per ogni priorita' individuata deve essere articolato il relativo traguardo di lungo periodo. Essi pertanto sono riferiti alle aree degli Esiti degli studenti (es. in relazione alla priorita' strategica "Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado", il traguardo di lungo periodo puo' essere definito come "Rientrare nella media di abbandoni regionali pari al 4%, e precisamente portare gli abbandoni della scuola al di sotto del 4%"). E' opportuno evidenziare che per la definizione del traguardo che si intende raggiungere non e' sempre necessario indicare una percentuale, ma una tendenza costituita da traguardi di riferimento a cui la scuola mira per migliorare, ovvero alle scuole o alle situazioni con cui e' opportuno confrontarsi

Priorità e Traguardi

Risultati scolastici

PRIORITA'

Diminuire il tasso di abbandoni nel bienno

TRAGUARDO

Rientrare nella media regionale

Obiettivi di processo collegati

- Approfondire ed implementare il lavoro dei consigli di classe per u.d.a.


Risultati nelle prove standardizzate nazionali

PRIORITA'

Ad oggi non conosciamo i risultati INVALSI dell'anno in corso Nell'ipotesi in cui fossero prossimi a quelli conseguiti nel 2017/ 18 , la priorità sarebbe un miglioramento

TRAGUARDO

Conseguire in italiano e matematica risultati positivi in tutte le classi seconde (nel 17 / 18 erano 7 su 9 le classi che li hanno raggiunti)

Obiettivi di processo collegati

- Approfondimento e curvatura dei curricoli di italiano e matematica


Competenze chiave europee

PRIORITA'

E' necessario far acquisire in modo più diffuso la competenza in materia di cittadinanza (riferim. Raccomandazione Consiglio Europeo del maggio 2018).

TRAGUARDO

Aumentare la partecipazione degli alunni ai progetti dedicati alla legalità e al miglioramento della relazione d'aiuto verso l'altro , inteso latu sensu

Obiettivi di processo collegati

- utilizzare metodologie quali cooperative learning, tutoring ,peer education , compiti di realtà

- porre in essere attività didattiche e formative , quali incontri con testimoni, esperti di settore , partecipazioni a convegni a tema , visite guidate , realizzazione di iniziative da proporre all'interno e all'esterno della scuola per comunicare e condividere quanto appreso o costruito


Risultati a distanza

PRIORITA'

mantenere il livello conseguito nei risultati a distanza

TRAGUARDO

conseguire le percentuali di inserimento nel mondo del lavoro, entro un tempo abbastanza breve, intorno al 40%

Obiettivi di processo collegati

- Mantenere attivi e costanti i vari protocolli d'intesa, convenzioni con i soggetti a vario titolo presenti sul territorio onde fornire agli alunni opportunità formative professionalizzanti


MOTIVAZIONE SCELTA PRIORITA'

Gli obiettivi di processo rappresentano una definizione operativa delle attività...
... su cui si intende agire concretamente per raggiungere le priorita' individuate. Essi costituiscono degli obiettivi operativi da raggiungere nel breve periodo (un anno scolastico) e riguardano una o piu' aree di processo. Si suggerisce di indicare l'area o le aree di processo su cui si intende intervenire e descrivere gli obiettivi che la scuola si prefigge di raggiungere a conclusione del prossimo anno scolastico (es. Promuovere una figura di docente tutor per supportare gli studenti in difficolta' del primo anno dell'indirizzo linguistico nella scuola secondaria di II grado; Individuare criteri di formazione delle classi che garantiscano equi-eterogeneita'; Utilizzare criteri di valutazione omogenei e condivisi per la matematica nella scuola primaria; Ridurre gli episodi di esclusione e i fenomeni di bullismo nella scuola secondaria di I grado; ecc.).

Obiettivi di processo

Curricolo, progettazione e valutazione

Approfondire ed implementare il lavoro dei consigli di classe per u.d.a.

Approfondimento e curvatura dei curricoli di italiano e matematica

porre in essere attività didattiche e formative , quali incontri con testimoni, esperti di settore , partecipazioni a convegni a tema , visite guidate , realizzazione di iniziative da proporre all'interno e all'esterno della scuola per comunicare e condividere quanto appreso o costruito

Ambiente di apprendimento

utilizzare metodologie quali cooperative learning, tutoring ,peer education , compiti di realtà

Continuita' e orientamento

Rendere più costanti ed ampie le attività comuni con le scuole secondarie di primo grado del territorio

Rendere più costanti ed ampie le attività comuni con le scuole secondarie di primo grado del territorio

Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Mantenere attivi e costanti i vari protocolli d'intesa, convenzioni con i soggetti a vario titolo presenti sul territorio onde fornire agli alunni opportunità formative professionalizzanti

Contributo degli obiettivi di processo nel raggiungimento delle priorità