Indicatori Dettaglio
1.1 Popolazione scolastica

Opportunità

Il contesto socio economico delle famiglie degli studenti è nella media, tuttavia sono presenti alcune situazioni di difficoltà economica che l'Istituto cerca di agevolare. L'incidenza degli studenti stranieri nati in Italia ma senza cittadinanza italiana corrisponde a un decimo della popolazione scolastica. Ciò costituisce un'importantissima opportunità di confronto interculturale e di crescita in relazione all'altro da sé.

Vincoli

Nonostante la situazione socio economica di provenienza degli studenti sia nella media, si rivelano alcune situazioni di studenti che vivono in contesti più problematici. Ciò rende necessaria l'ideazione, l'attuazione e la continua revisione di interventi e strategie didattiche finalizate a garantire pari opportunità di crescita formativa.

1.2 Territorio e capitale sociale

Opportunità

L'Istituto, scuola storica nella città di Parma, è collocato nelle vicinanze del centro storico. Questo consente agli studenti di conoscere la storia della città attraverso le visite dei più importanti monumenti ed edifici e di partecipare agli eventi culturali che la vedono protagonista. Inoltre sono presenti associazioni del territorio che dimostrano una vivace attività di partecipazione sociocuturale e offrono l'opportunità di arricchire la progettazione didattica con momenti di incontro e confronto.

Vincoli

Le iniziative didattiche proposte dagli Enti Locali sono limitate rispetto alla effettiva necessità didattica prevista dalla nostra scuola.

1.3 Risorse economiche e materiali

Opportunità

L'Istituto, costituito da un unico edificio storico composto di due sedi, si trova in prossimità del centro di Parma, facilmente raggiungibile con mezzi pubblici e privati. L'edificio accoglie le aule dei vari gradi di scuola: asilo nido, scuola dell'infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado ed ha un doppio ingresso distinto. Nell'istituto sono presenti un'aula video con lettore dvd, una di informatica con 21 postazioni computer, tutte le aule della scuola secondaria e due della primaria dotate di LIM, una aula multimediale con LIM ad uso della scuola primaria e dell'infanzia, una di tecnologia, una di arte, una di musica, una di scienze, un laboratorio di fisica, uno di chimica, una biblioteca dotata di diverse sezioni, una mensa interna con cucina propria, una palestra grande, una palestrina per l'infanzia, un'area verde attrezzata per l'infanzia ed una per il nido, un'area cortilizia per la primaria e la secondaria di primo grado, un'area parcheggio per il personale della scuola. L'istituto risponde a tutti i requisiti normativi e legali in merito alla sicurezza.

Vincoli

Alcune aule della scuola primaria non hanno una LIM dedicata, ma utilizzano l'aula LIM comune. Per ottimizzare la didattica digitale sarebbe opportuno dotare tutte le aule della primaria di LIM; il materiale informatico in dotazione alle aule è di livello base: sarebbe opportuno potenziare hardware e software in modo da consentire prestazioni più adatte ad una didattica più moderna ed efficiente, ma l'investimento necessario non è al momento sostenibile economicamente

1.4 Risorse professionali

Opportunità

Il nostro Istituto, che comprende al suo interno: asilo nido, scuola dell'infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado, si avvale di un corpo docente di 36 insegnanti totale. Tra questi, i docenti della scuola primaria e secondaria di primo grado sono 18 e quasi la metà di loro sono stabilmente presenti in una fascia compresa tra i 5 e i 10 anni, garandendo un' importante stabilità e continuità didattica. I nostri docenti, tutti qualificati e con esperienza pluriennale, sono in possesso quasi tutti dei titoli abilitanti e delle certificazioni previste dalle normative: l'insegnante di scienze, in qualità di animatrice informatica, possiede la certificazione informatica; l'insegnante di lingue, collaboratrice del Cambridge Institute, ha contribuito a rendere la scuola sede di certificazione.

Vincoli

La scuola paritaria, oltre a dover far fronte alle diffoltà legate al momento storico di crisi economica che il Paese sta attraversando, si trova attualmente, nell'ulteriore difficoltà di non poter programmare una continuità scolastica vista la situazione poco stabile ralativa alle attuali politiche nazionali

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
2.1 Risultati scolastici

Punti di forza

La scuola primaria ha esiti esclusivamente positivi. Alcune criticità, legate a bambini certificati, vengono affrontate e risolte insieme alle famiglie, avvalendoci di figure interne ed esterne alla scuola come la psicologa e la psico pedagogista che supportano l'alunno, l'insegnate e la famiglia, adottando strategie comuni al fine di garantire il successo formativo a ogni singolo studente. Scuola secondaria di primo grado: la percentuale degli ammessi al termine della prima classe risulta essere elevata. Ciò è frutto di interventi volti all'inclusione e di strategie di recupero e potenziamento compiute durante l'anno scolstico sia in orario curricolare che extracurricolare. Per quanto riguarda la votazione conseguita all'Esame di Stato, la maggior parte degli studenti si è concentrata nella fascia medio alta di voto (8,9), leggermente superiore al dato nazionale. Non risultano abbandoni in corso dell'anno.

Punti di debolezza

Non siamo riusciti ad individuare punti di debolezza.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola portano avanti regolarmente il loro percorso di studi, lo concludono e conseguono risultati soddisfacenti agli esami finali.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

Dall'analisi dei dati riscontrati in tutti gli ordini di scuola si ritiene che la scuola possa assegnarsi un giudizio positivo sugli esiti globalmente raggiunti. La scuola, non perde studenti nel passaggio da un anno all'altro, tranne singoli casi giustificati, ma accoglie studenti provenienti da altre scuole.

2.2 Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Punti di forza

Scuola primaria: la scuola riesce ad assicurare esiti abbastanza uniformi tra le varie classi, il livello raggiunto dagli studenti nelle prove INVALSI è ritenuto affidabile. La disparità di punteggi delle classi non si discosta molto dagli esiti scolastici, salvo alcuni casi. Scuola secondaria di primo grado: nella prova standardizzata di italiano e matematica e inglese, la scuola raggiunge risultati molto confortanti, attestandosi in tutti e tre i casi al di sopra della media nazionale.

Punti di debolezza

Per la scuola primaria si riscontra una leggera flessione nei risultati delle prove sia di italiano che di matematica. Tali risultati spesso dipendono dalla eterogenità della formazione delle classi.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola raggiungono livelli di apprendimento soddisfacenti in italiano e matematica in relazione ai livelli di partenza e alle caratteristiche del contesto.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

La scuola riesce ad assicurare esiti abbastanza uniformi tra le varie classi, conoscendo l'andamento delle classi, il livello raggiunto dagli studenti nelle prove INVALSI è ritenuto affidabile. Riscontrando i dati con le statistiche a livello nazionale, si ritiene che la scuola possa assegnarsi un discreto giudizio. Ci si assegna una valutazione più alta di un punto rispetto all'anno scorso alla luce del miglioramento significativo dei risultati INVALSI della scuola secondaria di primo grando (mentre invece i risultati della primaria sono allineabili a quella della precedente valutazione).

2.3 Competenze chiave europee

Punti di forza

Il livello delle competenze chiave europee acquisite dagli studenti della scuola è tra intermedio e avanzato, con alcune eccellenze che si attestano su livello avanzato in tutte le competenze e alcuni casi invece in cui le competenze sono rimaste ad un livello base o in rarissimi casi iniziale. In merito alle competenze digitali la scuola offre agli studenti l'opportunità di conseguire la patente informatica europea (EIPASS). In merito alle competenze sulla lingua straniera, altrettanto la scuola offre agli studenti la possibilità di certificazioni linguistiche . Per la competenza "imparare ad imparare" la scuola offre un laboratorio di metodo per lo studio e inoltre offre approfondimenti con attività scolastiche, extra e parascolastiche per potenziare la capacità di reperire informazioni.

Punti di debolezza

Non si è riusciti ad individuare punti di debolezza. Si insisterà semplicemente nel lavoro intrapreso per migliorare ulteriormente i risultati già ottenuti .

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola acquisiscono livelli soddisfacenti nelle competenze sociali e civiche, nell'imparare a imparare, nelle competenze digitali e nello spirito di iniziativa e imprenditorialità.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

Sulla base dei risultati ottenuti dalla classe in uscita, si evince un risultato senz'altro positivo nell'acquisizione delle competenze .

2.4 Risultati a distanza

Punti di forza

I risultati sono significativamente superiori alla media nazionale.

Punti di debolezza

In alcuni casi i risultati, pur al di sopra della media nazionale, sono lievemente al di sotto della media d'area geografica d'appartenenza.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti in uscita dalla scuola hanno successo nei successivi percorsi di studio e di lavoro.

Rubrica di valutazione

4-

Motivazione

La scuola è convinta dell'efficacia e della qualità della propria proposta didattica; ciò nonstante, e nonostante gli sforzi profusi, è possibile che alcune classi, seppure al di sopra della media nazionale, si attenstino appena al di sotto della media per area geografia. Mentre altre risultano in linea con la media d'area. Si cercherà di ottenere anche dalle classi meno brillanti un risultato quantomeno in linea con la media dell'area geografica.

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
3.1 Curricolo, progettazione e valutazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola propone un curricolo aderente alle esigenze del contesto, progetta attivita' didattiche coerenti con il curricolo, valuta gli studenti utilizzando criteri e strumenti condivisi.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

Il giudizio è positivo perché si ritiene di aver intrapreso un percorso condiviso e verticale destinato a affinare le strategie didattiche e di conseguenza a garantire più solide competenze degli studenti. Si ritiene di aver migliorato rispetto all'anno scorso soprattutto nella progettazione didattica e nella valutazione.

3.2 Ambiente di apprendimento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura gli aspetti organizzativi, metodologici e relazionali dell'ambiente di apprendimento.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

Le commissioni verticali attive nel monitoraggio del lavoro ci consentono di esprimere una valutazione positiva.

3.3 Inclusione e differenziazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura l'inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali, valorizza le differenze culturali, adegua l'insegnamento ai bisogni formativi di ciascuno studente attraverso percorsi di recupero e potenziamento.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

La scuola già da qualche anno lavora intensamente sul fronte inclusione, la valutazione che ne consegue è dunque positiva.

3.4 Continuita' e orientamento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola garantisce la continuita' dei percorsi scolastici e cura l'orientamento personale, scolastico e professionale degli studenti.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

Rispetto all'orientamento, risultati molto positivi arrivano dall'incremento delle iscrizioni nella classe prima della scuola primaria. La scuola secondaria di primo grado invece non ha aumentato gli iscritti rispetto all'anno precedente.

3.5 Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Punti di Forza:

La missione e l'identità dell'Istituto sono chiaramente definite nei documenti e nei principi sui quali è stata fondata la scuola. La missione della scuola si può sintetizzare nei seguenti punti: la promozione e la formazione integrale della persona attraverso la valorizzazione delle proprie risorse e potenzialità al fine di raggiungere la capacità di superare ostacoli con coraggio e perseveranza.Far acquisire senso di responsabilità intenso anche come sinonimo di autonomia e libertà.Educare al senso della vita come dono. Coltivare i valori "del vero, del bello, del bene, della giustizia e dell'amore" secondo i principi cristiani e del messaggio evangelico. La missione della scuola viene riconfermata e condivisa dal corpo docente attraverso lo sviluppo e la verifica di un tema unitario conduttore per tutto il plesso scolastico durante tutto l'anno, nonché con le famiglie durante gli incontri all'inizio e in corso d'anno.

Punti di Debolezza

Non sempre la scuola riesce a far percepire all'esterno i valori costitutivi e le attività svolte in relazione a questi valori.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola definisce la propria missione e la visione, monitora in modo sistematico le attività che svolge, individua ruoli di responsabilita' e compiti per il personale in modo funzionale e utilizza in modo adeguato le risorse economiche.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

Grazie all'impegno, nel tempo la scuola veicola in modo più efficace all'esterno i propri valori costituitivi attraverso le attività svolte.

3.6 Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Punti di Forza:

Al'inizio di ogni anno all'interno dei colegi docenti di ogni grado vengono porposti temi di formazone nati dalle esigenze dei docenti stessi. Di conseguenza ogni anno viene proposto un corso di formazione nato dalle problematiche riscontrate nel corso dell'anno precedente e che siano all'interno di un percorso di formazione già cominciato. Anche il perosnale ATA nella riunione di inizio anno espone le proprie esigenze di cui si tiene conto nella pianificazione dei momenti di formazione. Ogni docente si occupa di curare per tutto l'anno scolastico, il tema formativo più attinente alle sue capacità o alle sue esigenze. All'interno dei collegi di fine anno ogni incaricato relaziona sull'efficacia della formazione e della sua ricaduta sull'attivita didattica svolta durante l'anno.

Punti di Debolezza

Ad oggi non si evidenziano punti di debolezza.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola valorizza le risorse professionali, promuove percorsi formativi di qualita' e incentiva la collaborazione tra pari.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.7 Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Punti di Forza:

La scuola partecipa in reti di colaborazione con enti privati, pubblici, in sede locale , provinciale ed anceh extraregionale. Queste collaborazioni nascono soprattuto da esigenze formativo-didattiche ma anche da formi di partnership con Comune, Regione e Federazioni di categorie per poter adottare progetti formativi riconosciuti a livello ministeriale. Anche le famiglie della scuola sono coinvolte nell'elaborazione dell'Offerta Formativa attraverso progetti, laboratori ed iniziative legate a tutto l'istituto scolastico, oltre alla sottoscrizione del Patto di Corresponsabilità che avviene ogni inizio anno. La scuola promuove, inoltre, corsi ed incontri rivolti alle famiglia con argomenti legati a tematiche educative o a specifici argomenti nati da esigenze delle famiglie stesse. I genitori, inoltre, interagiscono con la scuola attraverso l'uso del registro elettronico.

Punti di Debolezza

Non si rilevano punti di debolezza

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola svolge un ruolo propositivo nella promozione di politiche formative territoriali e coinvolge le famiglie nella definizione dell'offerta formativa e nella vita scolastica.

Situazione della scuola

7- Eccellente

Motivazione

  Dettaglio
Le priorita' si riferiscono agli obiettivi generali che la scuola si prefigge di...

... realizzare nel lungo periodo attraverso l'azione di miglioramento. Le priorita' che la scuola si pone devono necessariamente riguardare gli esiti degli studenti. Si suggerisce di specificare quale delle quattro aree degli Esiti si intenda affrontare (Risultati scolastici, Risultati nelle prove standardizzate nazionali, Competenze chiave europee, Risultati a distanza) e di articolare all'interno quali priorita' si intenda perseguire (es. Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado; Riduzione della variabilita' fra le classi; Sviluppo delle competenze sociali degli studenti di secondaria di I grado, ecc.). Si suggerisce di individuare un numero limitato di priorita' (1 o 2 per scuola) selezionandole all’interno di una stessa area o al massimo di due aree degli Esiti degli studenti. I traguardi sono di lungo periodo e riguardano i risultati attesi in relazione alle priorita'. Si tratta di risultati previsti a lungo termine (3 anni). Essi articolano in forma osservabile e/o misurabile i contenuti delle priorita' e rappresentano le mete verso cui la scuola tende nella sua azione di miglioramento. Per ogni priorita' individuata deve essere articolato il relativo traguardo di lungo periodo. Essi pertanto sono riferiti alle aree degli Esiti degli studenti (es. in relazione alla priorita' strategica "Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado", il traguardo di lungo periodo puo' essere definito come "Rientrare nella media di abbandoni regionali pari al 4%, e precisamente portare gli abbandoni della scuola al di sotto del 4%"). E' opportuno evidenziare che per la definizione del traguardo che si intende raggiungere non e' sempre necessario indicare una percentuale, ma una tendenza costituita da traguardi di riferimento a cui la scuola mira per migliorare, ovvero alle scuole o alle situazioni con cui e' opportuno confrontarsi

Priorità e Traguardi

Risultati scolastici

PRIORITA'

Potenziamento dell'autonomia.

TRAGUARDO

Esprimere opinioni personali, avvio al pensiero autonomo,riconoscere,affrontar e e risolvere situazioni problematiche,organizzare le proprie attività.

Obiettivi di processo collegati

- La scuola offre un laboratorio metodologico di aiuto allo studio a tutti gli studenti. Non solo, ma mette a disposizione laboratori pomeridiani di ripasso di matematica ed italiano, oltre al recupero curricolare svolto dal docente della disciplina durante il monte ore curricolare.

- Attraverso laboratori di potenziamento (certificazioni linguistiche in inglese e olimpiadi di matematica e certificazioni di informatica) si assecondano le attitudini degli studenti.


PRIORITA'

Acquisizione di un metodo di studio.

TRAGUARDO

Orientarsi organizzando un progetto di studio. Maturare atteggiamenti critici e costruttivi nei confronti di una disciplina. Saper rielaborare.

Obiettivi di processo collegati

- La scuola offre un laboratorio metodologico di aiuto allo studio a tutti gli studenti. Non solo, ma mette a disposizione laboratori pomeridiani di ripasso di matematica ed italiano, oltre al recupero curricolare svolto dal docente della disciplina durante il monte ore curricolare.


Risultati nelle prove standardizzate nazionali

PRIORITA'

confermare gli ottimi risultati ottenuti

TRAGUARDO

Attestarci come scuola ad alti livelli nelle prove standardizzate nazionali.

Obiettivi di processo collegati

- Ottenere, attraverso il confronto tra i docenti di ogni grado e tra i docenti di gradi diversi, o un miglioramento dei risultati perfettibili o un consolidamento degli ottimi risultati ottenuti.


Competenze chiave europee

PRIORITA'

Programmazione di compiti di realtà nelle diverse discipline

TRAGUARDO

Acquisizione delle competenze chiave europee ad un livello quantomeno intermedio in tutte le discipline.

Obiettivi di processo collegati

- La scuola utilizza e valorizza le realtà professionali, le competenze e gli interessi delle famiglie che frequentano l'istituto. A volte, proprio grazie alle attività del territorio o alle attività o alle passione di alcune famiglie è stato possibile organizzare e programmare compiti di realtà curricolari.


Risultati a distanza

PRIORITA'

Motivare i ragazzi alla continuità dell'impegno

TRAGUARDO

raggiungere la continuità dell'impegno grazie alla passione per lo studio e per il sapere consolidate anche durante il percorso secondario di primo grado.

Obiettivi di processo collegati

- La scuola offre un laboratorio metodologico di aiuto allo studio a tutti gli studenti. Non solo, ma mette a disposizione laboratori pomeridiani di ripasso di matematica ed italiano, oltre al recupero curricolare svolto dal docente della disciplina durante il monte ore curricolare.

- Attraverso laboratori di potenziamento (certificazioni linguistiche in inglese e olimpiadi di matematica e certificazioni di informatica) si assecondano le attitudini degli studenti.

- La scuola utilizza e valorizza le realtà professionali, le competenze e gli interessi delle famiglie che frequentano l'istituto. A volte, proprio grazie alle attività del territorio o alle attività o alle passione di alcune famiglie è stato possibile organizzare e programmare compiti di realtà curricolari.

- La scuola stimola gli studenti con una didattica quotidiana aggiornata e moderna, con esperienze quali la "flipped classroom", l'apprendimento cooperativo; e con attività facoltative che mettano gli interessati nelle condizioni di approfondire quegli aspetti del sapere e dell'esperienza non esauribili in classe (cinema, musica, artigianato, cucina)


MOTIVAZIONE SCELTA PRIORITA'

La scuola ha un'unica sezione. Tenendo presente che la composizione della classe è sempre eterogenea e variegata, si sono individuate alcune priorità da tenere a mente per migliorare ed ottimizzare il lavoro degli insegnanti, con l'obiettivo di ridurre il divario tra i risultati eccellenti e quelli di poca soddisfazione, alzando il livello minimo verso l'alto.

Gli obiettivi di processo rappresentano una definizione operativa delle attività...
... su cui si intende agire concretamente per raggiungere le priorita' individuate. Essi costituiscono degli obiettivi operativi da raggiungere nel breve periodo (un anno scolastico) e riguardano una o piu' aree di processo. Si suggerisce di indicare l'area o le aree di processo su cui si intende intervenire e descrivere gli obiettivi che la scuola si prefigge di raggiungere a conclusione del prossimo anno scolastico (es. Promuovere una figura di docente tutor per supportare gli studenti in difficolta' del primo anno dell'indirizzo linguistico nella scuola secondaria di II grado; Individuare criteri di formazione delle classi che garantiscano equi-eterogeneita'; Utilizzare criteri di valutazione omogenei e condivisi per la matematica nella scuola primaria; Ridurre gli episodi di esclusione e i fenomeni di bullismo nella scuola secondaria di I grado; ecc.).

Obiettivi di processo

Curricolo, progettazione e valutazione

Ottenere, attraverso il confronto tra i docenti di ogni grado e tra i docenti di gradi diversi, o un miglioramento dei risultati perfettibili o un consolidamento degli ottimi risultati ottenuti.

La scuola stimola gli studenti con una didattica quotidiana aggiornata e moderna, con esperienze quali la "flipped classroom", l'apprendimento cooperativo; e con attività facoltative che mettano gli interessati nelle condizioni di approfondire quegli aspetti del sapere e dell'esperienza non esauribili in classe (cinema, musica, artigianato, cucina)

Inclusione e differenziazione

La scuola offre un laboratorio metodologico di aiuto allo studio a tutti gli studenti. Non solo, ma mette a disposizione laboratori pomeridiani di ripasso di matematica ed italiano, oltre al recupero curricolare svolto dal docente della disciplina durante il monte ore curricolare.

Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Attraverso laboratori di potenziamento (certificazioni linguistiche in inglese e olimpiadi di matematica e certificazioni di informatica) si assecondano le attitudini degli studenti.

Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

La scuola utilizza e valorizza le realtà professionali, le competenze e gli interessi delle famiglie che frequentano l'istituto. A volte, proprio grazie alle attività del territorio o alle attività o alle passione di alcune famiglie è stato possibile organizzare e programmare compiti di realtà curricolari.

Contributo degli obiettivi di processo nel raggiungimento delle priorità