Indicatori Dettaglio
1.1 Popolazione scolastica

Opportunità

La scuola si adopera per l'arricchimento culturale e umano sia degli alunni provenienti da famiglie con livello culturale ed economico medio-alto, sia di quelli provenienti da ambienti con pochi stimoli ed opportunità culturali. Nella fase della dad, durante il lockdown, la scuola si è impegnata per andare incontro alle esigenze di tutti gli alunni.

Vincoli

La dad ha sfavorito gli alunni non in possesso di device e/o di connessione adeguata.

1.2 Territorio e capitale sociale

Opportunità

Ubicazione centrale. Vicinanza ai servizi (Ospedale, Stazione Ferroviaria, Sicurezza). Vicinanza a luoghi di cultura (Museo e Pinacoteca) e sedi di Associazioni (Legambiente, Azione Cattolica).

Vincoli

Difficoltà ad interagire con i soggetti presenti sul territorio a causa del distanziamento sociale imposto dall'emergenza Covid-19.

1.3 Risorse economiche e materiali

Opportunità

Le strutture degli edifici scolastici sono adeguate. Le sedi della scuola sono facilmente raggiungibili. Buona la qualità dei laboratori e degli strumenti in uso. Nell'anno 19-20, a causa dell'emergenza da Covid-19, non sono stati utilizzati i laboratori. I pc a disposizione sono stati distribuiti agli alunni che ne hanno fatto richiesta. Molti pc sono stati anche acquistati grazie ad un finanziamento da parte del Ministero.

Vincoli

Assenza di laboratori strutturati nei plessi.

1.4 Risorse professionali

Opportunità

Stabilità del personale docente. Competenze professionali del personale docente. Esperienza consolidata dei docenti in relazione all'età media. Negli a.s. 2018-2019 e 2019-2020 l'Istituzione scolastica ha usufruito di docenti di Potenziamento. Sono presenti docenti con certificazione linguistica e specializzazione per il sostegno.

Vincoli

L'età media dei docenti evidenzia il gap generazionale.

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
2.1 Risultati scolastici

Punti di forza

La percentuale degli alunni non ammessi alle classi successive è irrilevante e non risultano concentrazioni in determinati anni di corso. I criteri di valutazione adottati dalla scuola sono adeguati a garantire il successo formativo degli allievi. Dal confronto con il dato medio nazionale si evince che la percentuale degli alunni licenziati con voto massimo è superiore alla media nazionale. Dal confronto dei dati di ammissione alle classi successive dal 2016/2017 al 2019/2020 si nota un miglioramento della scuola primaria e secondaria, sia rispetto al dato regionale sia rispetto a quello nazionale. I risultati relativi agli Esami di Stato per le classi terze presentano votazioni più alte rispetto alla media nazionale. Non si sono verificati casi di abbandono scolastico grazie agli interventi tempestivi della scuola in collaborazione con gli enti sociali operanti sul territorio. Anche in seguito alla dad gli alunni hanno conseguito risultati positivi e sono stati tutti ammessi alla classe successiva

Punti di debolezza

I debiti formativi si concentrano negli ambiti linguistico e scientifico. Per l'a.s. 19-20 mancano gli esiti delle Prove Invalsi, in quanto sono state sospese a causa dell'emergenza sanitaria da Covid-19.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola portano avanti regolarmente il loro percorso di studi, lo concludono e conseguono risultati soddisfacenti agli esami finali.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

La quota di studenti collocata nelle fasce di punteggio medio alte all'Esame di Stato è superiore alla media regionale e nazionale. La scuola garantisce il successo formativo degli alunni attraverso i principi di: uguaglianza, imparzialità, accoglienza ed integrazione, efficienza e trasparenza. Tali criteri sono stati adottati anche nella fase della DAD.

2.2 Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Punti di forza

Nelle prove standardizzate gli alunni si attestano su un livello medio rispetto al dato nazionale e superiore rispetto a quello del Sud. Nella scuola primaria sono migliorati i risultati delle prove di L2. Nella secondaria è nettamente diminuito il cheating.

Punti di debolezza

Nelle classi seconde della primaria per la prova di Italiano è aumentato il cheating. Gli alunni affrontano le prove con il timore di sbagliare.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola raggiungono livelli di apprendimento soddisfacenti in italiano e matematica in relazione ai livelli di partenza e alle caratteristiche del contesto.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

Comparando gli esiti delle prove INVALSI alla media regionale e a quella nazionale, non si rilevano discostamenti eccessivi.

2.3 Competenze chiave europee

Punti di forza

La scuola adotta strategie tese a valorizzare tutte le 8 competenze chiave europee. In particolare, nel curricolo verticale, si punta alle competenze trasversali relative alla comunicazione, alla collaborazione e all'imparare ad imparare.

Punti di debolezza

Non sempre le strategie adottate risultano efficaci.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola acquisiscono livelli soddisfacenti nelle competenze sociali e civiche, nell'imparare a imparare, nelle competenze digitali e nello spirito di iniziativa e imprenditorialità.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

Il livello delle competenze chiave e di cittadinanza raggiunto dagli studenti è da considerarsi positivo e adeguato all'età degli alunni. In particolare, nell' a.s.19-20, l'apprendimento in modalità a distanza e la necessità di utilizzare piattaforme online, ha dato un notevole impulso all'acquisizione delle competenze digitali da parte di tutti gli studenti.

2.4 Risultati a distanza

Punti di forza

Per la scuola secondaria di primo grado i dati reperiti dal SIDI evidenziano risultati positivi degli alunni delle classi terze nel percorso scolastico successivo. Il 73% ha conseguito una media maggiore o uguale al 7. In particolare: il 5% degli alunni ha conseguito la media del 9; il il 32% la media dell'8; il 36% la media del 7; il 6% la media del 6 e il 21% è stato ammesso alla classe successiva con insufficienza. Questi ultimi risultano iscritti prevalentemente ad un istituto tecnico o professionale.

Punti di debolezza

Esiste una discrepanza tra la valutazione in uscita della scuola primaria e quella in ingresso della secondaria di primo grado.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti in uscita dalla scuola hanno successo nei successivi percorsi di studio e di lavoro.

Rubrica di valutazione

5- Positiva

Motivazione

I risultati ottenuti dagli studenti nel percorso successivo di studi sono positivi.

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
3.1 Curricolo, progettazione e valutazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola propone un curricolo aderente alle esigenze del contesto, progetta attivita' didattiche coerenti con il curricolo, valuta gli studenti utilizzando criteri e strumenti condivisi.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

La scuola ha recepito tutte le novità riguardanti la programmazione e la valutazione per competenze e si attiva per metterle in pratica, anche con corsi di formazione. Nella fase della dad, sono stati rimodulati i criteri per la valutazione degli alunni di tutti gli ordini di scuola. I docenti, inoltre, sono stati formati per gestire al meglio le piattaforme messe loro a disposizione (Padlet e Gsuite).

3.2 Ambiente di apprendimento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura gli aspetti organizzativi, metodologici e relazionali dell'ambiente di apprendimento.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

Si riscontra nei docenti disponibilità al cambiamento e all'utilizzo di metodologie innovative. Nell' a.s.19-20 sono stati messe in campo attività di formazione (Debate, didattica aumentata,...) non completate a causa dell'emergenza sanitaria da Covid-19. In generale, la disponibilità all'aggiornamento e alla formazione è risultata vincente durante l'attivazione della DAD. Sono stati realizzati corsi di formazioni online gestiti dal team digitale e dall'animatrice digitale.

3.3 Inclusione e differenziazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura l'inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali, valorizza le differenze culturali, adegua l'insegnamento ai bisogni formativi di ciascuno studente attraverso percorsi di recupero e potenziamento.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

La scuola concretizza l'inclusione tramite la promozione e il rispetto delle differenze e delle diversità.

3.4 Continuita' e orientamento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola garantisce la continuita' dei percorsi scolastici e cura l'orientamento personale, scolastico e professionale degli studenti.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

Le attività' di orientamento sono ben strutturate. Le famiglie sono coinvolte nelle attività di orientamento. In occasione degli open day si dichiarano soddisfatte dell'offerta formativa proposta dalla nostra scuola.

3.5 Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Punti di Forza:

La missione dell'Istituto e le priorita' sono definite chiaramente nel PTOF e sono rese note all'interno della comunità scolastica e all'esterno in quanto pubblicate sul sito della scuola e attraverso giornate dedicate (open day). Ogni anno si effettua il monitoraggio attraverso questionari che, in forma multimediale, raggiungono docenti, alunni , genitori e personale ATA. La scuola pianifica le azioni per il raggiungimento dei propri obiettivi attraverso progetti per l'ampliamento dell'offerta formativa. La scuola monitora il raggiungimento degli obiettivi nei consigli di classe e d'interclasse. Nell'Istituto gli incarichi di responsabilità tra i docenti e tra il personale ATA sono distribuiti equamente. C'è stata una totale coerenza tra le scelte educative adottate nel PTOF e la programmazione annuale. Le spese per i progetti si concentrano sulle tematiche ritenute prioritarie dalla scuola.

Punti di Debolezza

Il PTOF deve essere maggiormente condiviso. Il personale ATA , rispetto al numero degli alunni, non è sufficiente per garantire un'appropriata vigilanza. Nell'anno 2019-2020 molti progetti non sono stati portati a termine a causa dell'emergenza sanitaria da Covid-19

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola definisce la propria missione e la visione, monitora in modo sistematico le attività che svolge, individua ruoli di responsabilita' e compiti per il personale in modo funzionale e utilizza in modo adeguato le risorse economiche.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

La scuola condivide la propria mission con l'intera comunità scolastica e le agenzie educative sul territorio.

3.6 Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Punti di Forza:

La scuola raccoglie le esigenze formative tramite questionario di monitoraggio e si attiva per promuovere attività di formazione, particolarmente sulla didattica per competenze e sull'uso delle TIC nella didattica e sull'inclusione. La scuola tiene conto delle esperienze professionali personali per l'attribuzione degli incarichi. I docenti sono disponibili alla collaborazione. Nella fase della dad i docenti hanno partecipato a webinar formativi e hanno collaborato tra loro per risolvere le criticità dovute all'utilizzo delle piattaforme (Padlet, Meet, Gsuite,...) e del nuovo modo di fare scuola.

Punti di Debolezza

Non sempre le attività formative hanno avuto la ricaduta attesa. E' necessario migliorare il funzionamento dei dipartimenti, soprattutto in verticale.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola valorizza le risorse professionali, promuove percorsi formativi di qualita' e incentiva la collaborazione tra pari.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

La scuola realizza iniziative formative di buona qualità e che rispondono ai bisogni formativi del personale. Gli incarichi sono assegnati sulla base delle competenze possedute. Nella scuola sono presenti gruppi di lavoro nei quali vengono condivisi materiali didattici di vario tipo. Durante il lockdown i docenti si sono sostenuti vicendevolmente. Sono stati attivati percorsi di formazione da parte del team digitale della scuola per la gestione della didattica a distanza.

3.7 Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Punti di Forza:

La scuola ha attivato accordi di rete con soggetti pubblici e privati, in sintonia con la sua vision. La scuola si adopera per coinvolgere i genitori nella realizzazione dell'offerta formativa. I genitori, all'inizio dell'anno, condividono con la scuola il patto di corresponsabilità educativa. Anche nella fase della dad, in seguito a un monitoraggio, la scuola è andata incontro alle esigenze delle famiglie, distribuendo pc e tablet a tutti coloro che ne hanno fatto richiesta.

Punti di Debolezza

Il coinvolgimento delle famiglie non ha sempre i risultati attesi.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola svolge un ruolo propositivo nella promozione di politiche formative territoriali e coinvolge le famiglie nella definizione dell'offerta formativa e nella vita scolastica.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

La collaborazione con enti esterni è positiva e va incentivata. La scuola si adopera per coinvolgere i genitori, anche proponendo iniziative di formazione rivolte alle famiglie (alimentazione, cyberbullismo, ...). La risposta, però, non è rispondente alle attese. Durante il lockdown la scuola si è adoperata per andare incontro a tutte le esigenze delle famiglie al fine di garantire, anche a distanza, la sua offerta formativa.

  Dettaglio
Le priorita' si riferiscono agli obiettivi generali che la scuola si prefigge di...

... realizzare nel lungo periodo attraverso l'azione di miglioramento. Le priorita' che la scuola si pone devono necessariamente riguardare gli esiti degli studenti. Si suggerisce di specificare quale delle quattro aree degli Esiti si intenda affrontare (Risultati scolastici, Risultati nelle prove standardizzate nazionali, Competenze chiave europee, Risultati a distanza) e di articolare all'interno quali priorita' si intenda perseguire (es. Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado; Riduzione della variabilita' fra le classi; Sviluppo delle competenze sociali degli studenti di secondaria di I grado, ecc.). Si suggerisce di individuare un numero limitato di priorita' (1 o 2 per scuola) selezionandole all’interno di una stessa area o al massimo di due aree degli Esiti degli studenti. I traguardi sono di lungo periodo e riguardano i risultati attesi in relazione alle priorita'. Si tratta di risultati previsti a lungo termine (3 anni). Essi articolano in forma osservabile e/o misurabile i contenuti delle priorita' e rappresentano le mete verso cui la scuola tende nella sua azione di miglioramento. Per ogni priorita' individuata deve essere articolato il relativo traguardo di lungo periodo. Essi pertanto sono riferiti alle aree degli Esiti degli studenti (es. in relazione alla priorita' strategica "Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado", il traguardo di lungo periodo puo' essere definito come "Rientrare nella media di abbandoni regionali pari al 4%, e precisamente portare gli abbandoni della scuola al di sotto del 4%"). E' opportuno evidenziare che per la definizione del traguardo che si intende raggiungere non e' sempre necessario indicare una percentuale, ma una tendenza costituita da traguardi di riferimento a cui la scuola mira per migliorare, ovvero alle scuole o alle situazioni con cui e' opportuno confrontarsi

Priorità e Traguardi

Risultati scolastici

PRIORITA'

Potenziamento degli esiti degli studenti nell'ambito delle competenze linguistiche (L1 e L2) e logico-matematiche.

TRAGUARDO

Aumentare del 5% gli esiti maggiori di 7.

Obiettivi di processo collegati

- Potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche

- Valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con particolare riferimento all'italiano nonché alla lingua inglese e ad altre lingue dell'Unione europea, anche mediante l'utilizzo della metodologia Content language integrated learning


Risultati nelle prove standardizzate nazionali

PRIORITA'

Miglioramento degli esiti raggiunti nelle prove nazionali, in L1, L2 e Matematica

TRAGUARDO

Diminuire la percentuale dei livelli 2 e 3 in L1 e Matematica e aumentare la % di A2 in L2, particolarmente nell'attività di listening.

Obiettivi di processo collegati

- Potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche

- Potenziamento delle metodologie laboratoriali.

- Valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con particolare riferimento all'italiano nonché alla lingua inglese e ad altre lingue dell'Unione europea, anche mediante l'utilizzo della metodologia Content language integrated learning


Competenze chiave europee

PRIORITA'

Comunicare

TRAGUARDO

Comprendere e produrre messaggi di genere diverso.

Obiettivi di processo collegati

- Valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con particolare riferimento all'italiano nonché alla lingua inglese e ad altre lingue dell'Unione europea, anche mediante l'utilizzo della metodologia Content language integrated learning

- Potenziamento delle competenze nella pratica e nella cultura musicali, nell'arte, nel cinema, nelle tecniche e nei media di produzione e di diffusione delle immagini e dei suoni.


PRIORITA'

Collaborare

TRAGUARDO

Agire in modo autonomo e responsabile, nel rispetto di se', degli altri e dell'ambiente, sapendo gestire le conflittualità', al fine di perseguire obiettivi comuni.

Obiettivi di processo collegati

- Sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso la valorizzazione dell'educazione interculturale e alla pace, il rispetto delle differenze,l'assunzione di responsabilità, la cura dei beni comuni e la consapevolezza dei diritti e dei doveri.

- Potenziamento delle metodologie laboratoriali.


PRIORITA'

Imparare ad imparare

TRAGUARDO

Reperire informazioni e saperle organizzare

Obiettivi di processo collegati

- Potenziamento delle metodologie laboratoriali.


Risultati a distanza

PRIORITA'

Monitorare i risultati degli studenti iscritti negli istituti di secondo grado.

TRAGUARDO

Ottenere informazioni relative agli esiti e agli abbandoni degli studenti dei precedenti due anni scolastici.

Obiettivi di processo collegati

- Potenziamento delle relazioni con gli istituti di secondo grado


MOTIVAZIONE SCELTA PRIORITA'

Le priorità scelte si inseriscono all'interno di una visione della scuola come agenzia educativa che pone attenzione alla centralità dell'alunno, per favorirne un apprendimento attivo, critico, capace di fronteggiare i continui cambiamenti della società contemporanea. Le priorità sono state scelte con lo scopo di promuovere negli alunni l'acquisizione di competenze disciplinari, trasversali e di cittadinanza, la maturazione di capacità relazionali e il raggiungimento di un'autonomia progettuale e operativa, nell'ottica di un "apprendimento per la vita" (lifelong learning). Le priorità individuate rimangono valide anche in questa fase, nella quale le scuole sono chiamate a rispondere alle esigenze formative dei ragazzi con la DAD e la DDI.

Gli obiettivi di processo rappresentano una definizione operativa delle attività...
... su cui si intende agire concretamente per raggiungere le priorita' individuate. Essi costituiscono degli obiettivi operativi da raggiungere nel breve periodo (un anno scolastico) e riguardano una o piu' aree di processo. Si suggerisce di indicare l'area o le aree di processo su cui si intende intervenire e descrivere gli obiettivi che la scuola si prefigge di raggiungere a conclusione del prossimo anno scolastico (es. Promuovere una figura di docente tutor per supportare gli studenti in difficolta' del primo anno dell'indirizzo linguistico nella scuola secondaria di II grado; Individuare criteri di formazione delle classi che garantiscano equi-eterogeneita'; Utilizzare criteri di valutazione omogenei e condivisi per la matematica nella scuola primaria; Ridurre gli episodi di esclusione e i fenomeni di bullismo nella scuola secondaria di I grado; ecc.).

Obiettivi di processo

Curricolo, progettazione e valutazione

Potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche

Valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con particolare riferimento all'italiano nonché alla lingua inglese e ad altre lingue dell'Unione europea, anche mediante l'utilizzo della metodologia Content language integrated learning

Potenziamento delle competenze nella pratica e nella cultura musicali, nell'arte, nel cinema, nelle tecniche e nei media di produzione e di diffusione delle immagini e dei suoni.

Ambiente di apprendimento

Sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso la valorizzazione dell'educazione interculturale e alla pace, il rispetto delle differenze,l'assunzione di responsabilità, la cura dei beni comuni e la consapevolezza dei diritti e dei doveri.

Potenziamento delle metodologie laboratoriali.

Continuita' e orientamento

Potenziamento delle relazioni con gli istituti di secondo grado

Contributo degli obiettivi di processo nel raggiungimento delle priorità