Indicatori Dettaglio
1.1 Popolazione scolastica

Opportunità

Il contesto socio economico degli studenti, essendo vario,incide in maniera favorevole sullo scambio culturale tra gli alunni presenti. La minima percentuale degli alunni con cittadinanza non italiana (3% circa) è ben inserita nel contesto ed è motivo di arricchimento e di scambio per tutta la popolazione scolastica.

Vincoli

Necessità di attivare un percorso di interculturalità per garantire il migliore inserimento possibile nell'ambito scolastico,didattico, disciplinare e sociale. Si rileva ancora carenza nelle condivisione in rete di progetti e attività.

1.2 Territorio e capitale sociale

Opportunità

La scuola è situata nella zona centrale di Trastevere/Gianicolense, è ben collegata con il centro storico e il resto del territorio: è quindi facilmente raggiungibile. Il tram n 8 consente un raggiungimento dell'istituto in maniera molto agevolata rispetto agli autobus. Nel territorio è presente la biblioteca comunale, tre teatri "Teatro Verde" "Teatro delle maschere" e "Teatro di Porta Portese" e numerosi centri sportivi. La parrocchia è un importante punto di riferimento per la scuola e le famiglie. Si inizia anche ad avere un rapporto di collaborazione con "lega ambiente - Ilaria Alpi" per la realizzazione di progetti legati alla salvaguardia dell'ambiente e all'attività di riciclo.

Vincoli

La scuola è situata in una zona molto trafficata e con un numero non adeguato di parcheggi e di zone di sosta. L'istituto non utilizza pienamente le risorse offerte dal territorio.

1.3 Risorse economiche e materiali

Opportunità

La scuola è in totale adeguamento rispetto alla sicurezza degli edifici e del superamento delle barriere architettoniche. La significativa presenza di mezzi pubblici nel territorio di riferimento rende facilmente raggiungibile l'istituto. Nella scuola vengono quotidianamente utilizzate lavagne interattive multimediali (LIM) per la didattica front-office e i computer per l'utilizzo del registro elettronico. Dal 2016 è presente una biblioteca "Nina" e da giugno 2019 è stata conclusa il processo di informatizzazione a livello di catalogazione dei volumi presenti (aumentati notevolmente negli anni- 1156 volumi). E' presente anche una sezione di volumi totalmente in lingua inglese. L'istituto, in quanto paritario, ha possibilità di gestire risorse economiche grazie al contributo integrativo mensile versato dalle famiglie.

Vincoli

Le entrate spesso non soddisfano pienamente le uscite in quanto c'è un elevato costo del personale e della gestione, manutenzione della struttura e dei dispositivi/attrezzature necessarie a garantire un'offerta formativa di qualità.

1.4 Risorse professionali

Opportunità

Il dirigente scolastico è presente nell'istituto da più di 5 anni. Il personale docente della scuola, formato da religiose e laiche di varie età, è provvisto di titolo di abilitazione. Gli insegnanti specialisti possiedono il titolo specifico. Tutto il personale, annualmente partecipa a corsi di formazione inerenti la propria mansione. Dal 2015 (settembre) è presente la docente referente in casi di DSA e BES di tutto l'istituto. Dal 2018 (settembre) è presente l'insegnante di sostegno per via di un bambino avente la 104 frequentante l'istituto. Il 60% delle assunte opera nella scuola da più di tre anni.

Vincoli

La scuola non possiede un numero adeguato di personale ausiliario ed è costantemente a rischio nella perdita dell'organico docente perché assunto nella scuola statale.

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
2.1 Risultati scolastici

Punti di forza

Gli studenti della scuola sono normalmente ammessi alla classe successiva poiché non si sono verificate situazioni particolarmente critiche, specialmente negli ultimi anni, che hanno costretto i consigli di classe a sostenere la non ammissione alla classe successiva. I criteri di valutazione adottati presso il nostro istituto favoriscono l'inserimento scolastico, l'autostima per garantire il benessere dell'alunno in ogni momento di vita della scuola. Le situazioni di abbandono sono percentualmente non significative.

Punti di debolezza

Si continua a rilevare la non attivazione di percorsi specifici di recupero e di potenziamento degli alunni e di una programmazione verticale tra scuola dell'infanzia e primaria.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola portano avanti regolarmente il loro percorso di studi, lo concludono e conseguono risultati soddisfacenti agli esami finali.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

La scuola non perde studenti nel passaggio da un anno all'altro, tranne singoli casi giustificati (10% circa). La valutazione assegnata ad ogni studente evidenzia un equilibrio tra le varie classi. La media dei voti oscilla fra 8 e 9

2.2 Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Punti di forza

Il livello raggiunto è soddisfacente in quanto i risultati nelle prove di Italiano e Matematica superano le percentuali nazionali. Si rileva un'alta partecipazione da parte degli studenti nella somministrazione delle prove e non si evidenziano squilibri fra i risultati raggiunti in esse e tra le prove che normalmente vengono somministrate dalle insegnanti nel corso dell'anno scolastico.

Punti di debolezza

Non si rilevano punti di debolezza

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola raggiungono livelli di apprendimento soddisfacenti in italiano e matematica in relazione ai livelli di partenza e alle caratteristiche del contesto.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

Il miglioramento crescente nei risultati delle prove INVALSI è molto probabilmente dovuto ad una particolare attenzione nella somministrazione di prove simulate durante l'anno scolastico, comportando quindi una valida preparazione didattica ed emotiva degli alunni.

2.3 Competenze chiave europee

Punti di forza

L'istituto lavora in riferimento alle otto competenze chiave raccomandate dal Parlamento Europeo: - LA COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA (incontri con specialisti esterni, scrittori e poeti) - LA COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE(CLIL, Teatro in inglese, laboratorio di madrelingua inglese) - LA COMPETENZA MATEMATICA SCIENTIFICATECNOLOGICA - LA COMPETENZA DIGITALE (laboratorio di informatica) - IMPARARE AD IMPARARE(utilizzo in tutti gli ambiti disciplinari di mappe concettuali e mentali, schemi) - LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE - IL SENSO DI INIZIATIVA ED IMPRENDITORIALITA’ (attività di gruppo all'interno dei laboratori e delle discipline) -CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE (laboratorio teatrico). Il lavoro è quotidiano rispetto le 8 competenze sopracitate, dando importanza e valore nel potenziamento di ognuna. Rispetto la lingua straniera i ragazzi a partire dalla classe terza vengono preparati ad affrontare la certificazione "Cambrige" dalla docente di inglese.

Punti di debolezza

Non si riscontrano punti di debolezza.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti della scuola acquisiscono livelli soddisfacenti nelle competenze sociali e civiche, nell'imparare a imparare, nelle competenze digitali e nello spirito di iniziativa e imprenditorialità.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

ll livello raggiunto delle competenze europee è molto buono; le competenze sociali e civiche sono adeguatamente sviluppate (collaborazione tra pari, responsabilità e rispetto delle regole); Altrettanto le competenze digitali e quelle metacognitive. La maggior parte degli studenti raggiunge una adeguata autonomia nell'organizzazione dello studio e nell'autoregolazione dell'apprendimento. Non sono presenti comportamenti problematici.

2.4 Risultati a distanza

Punti di forza

Si continuano a confermare risultati positivi. Tutti, al termine del primo anno della scuola secondaria di 1^ grado risultato ammessi alla classe successiva. Il buon rapporto costruito nel tempo con le famiglie consente all'istituto di entrare in possesso di tali informazioni.

Punti di debolezza

Non sono disponibili informazioni ufficiali relative agli esiti degli studenti usciti dalla scuola primaria. Si hanno a disposizione esclusivamente riscontri informali.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

Gli studenti in uscita dalla scuola hanno successo nei successivi percorsi di studio e di lavoro.

Rubrica di valutazione

6-

Motivazione

    Autovalutazione Indicatori Dettaglio
3.1 Curricolo, progettazione e valutazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola propone un curricolo aderente alle esigenze del contesto, progetta attivita' didattiche coerenti con il curricolo, valuta gli studenti utilizzando criteri e strumenti condivisi.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

La scuola ha elaborato il proprio curricolo in conformità ai documenti ministeriali di riferimento. La definizione dei profili di competenza, per le varie discipline e per i diversi anni di corso, è stata sviluppata adeguatamente. L'ampliamento dell'offerta formativa è coerente con la progettazione didattica ed educativa della scuola.

3.2 Ambiente di apprendimento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura gli aspetti organizzativi, metodologici e relazionali dell'ambiente di apprendimento.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

L'organizzazione di spazi e tempi risponde alle esigenze di apprendimento degli studenti. La scuola promuove le competenze trasversali attraverso la realizzazione di attività e laboratori conformi alle esigenze relazionali e sociali. Le regole di comportamento sono definite e condivise nelle classi. E' stato inoltre redatto un nuovo regolamento di istituto che supporta quanto sopra descritto.

3.3 Inclusione e differenziazione

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola cura l'inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali, valorizza le differenze culturali, adegua l'insegnamento ai bisogni formativi di ciascuno studente attraverso percorsi di recupero e potenziamento.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

3.4 Continuita' e orientamento

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola garantisce la continuita' dei percorsi scolastici e cura l'orientamento personale, scolastico e professionale degli studenti.

Situazione della scuola

6-

Motivazione

Globalmente il progetto continuità è ben organizzato.

3.5 Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Punti di Forza:

L’Istituto Scolastico Paritario “S. Gaetano” incarna il carisma delle Suore Orsoline di Maria Vergine Immacolata di Gandino, ispirato agli insegnamenti di Sant’Angela Merici. La Scuola, considerando il contesto sociale del quartiere,condivide con le famiglie il Progetto Educativo. L'offerta formativa prevede: -un’educazione che si ispira ai valori evangelici; -un’istruzione attenta ed aperta all’Europa e al mondo. Al centro del processo educativo e di apprendimento vi è la persona. La finalità è promuovere la formazione completa di ciascun alunno.

Punti di Debolezza

Non si riscontrano punti di debolezza

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola definisce la propria missione e la visione, monitora in modo sistematico le attività che svolge, individua ruoli di responsabilita' e compiti per il personale in modo funzionale e utilizza in modo adeguato le risorse economiche.

Situazione della scuola

7- Eccellente

Motivazione

Continua a risultare presente una definizione delle responsabilità e dei compiti tra le diverse componenti scolastiche. Le risorse economiche e materiali sono finalizzate al raggiungimento degli obiettivi prioritari dell'istituto

3.6 Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Punti di Forza:

La scuola continua a promuovere la crescita professionale del personale dal punto di vista della valorizzazione delle competenze. Il coordinatore propone ai suoi dipendenti percorsi formativi specifici che si aggiornano annualmente. Negli anni i temi affrontati nei corsi hanno toccato diverse tematiche tra cui Bisogni educativi Speciali, tecnologie didattiche e curricolo. Tali iniziative sono state utili per imparare l'utilizzo delle Lavagne interattive multimediali, per la gestione di situazioni con bisogni speciali e sulla strutturazione dei progetti.

Punti di Debolezza

Persiste la necessità di aumentare corsi sulle competenze trasversali.

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola valorizza le risorse professionali, promuove percorsi formativi di qualita' e incentiva la collaborazione tra pari.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

La scuola annualmente e in base ad esigenze specifiche continua a promuovere iniziative formative per i docenti. La scuola per l'assegnazione di alcuni incarichi tiene conto delle competenze possedute dalle docenti. La scuola favorisce lo scambio e il confronto tra docenti.

3.7 Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Punti di Forza:

La scuola partecipa alle iniziative culturali e ricreative presenti sul territorio. La scuola ha attivato da tempo servizi/corsi in orario pomeridiano di musica, inglese, vari sport.Le famiglie collaborano alla realizzazione dell'offerta formativa offrendo la propria disponibilità a realizzare corsi e lezioni aperte ad alunni e genitori. La scuola mette a disposizione dei genitori il registro elettronico come strumento di comunicazione. La scuola realizza interventi rivolti ai genitori sull'educazione religiosa (guida spirituale con lettura della Parola) Il rapporto con le famiglie è molto collaborativo e attivo rispetto al coinvolgimento nella pianificazione di scelte/proposte destinate ai bambini.

Punti di Debolezza

Non si riscontrano punti di debolezza

Rubrica di valutazione

Criterio di qualità:

La scuola svolge un ruolo propositivo nella promozione di politiche formative territoriali e coinvolge le famiglie nella definizione dell'offerta formativa e nella vita scolastica.

Situazione della scuola

5- Positiva

Motivazione

La scuola collabora con soggetti esterni ad integrazione dell'offerta formativa. La scuola coinvolge i genitori a partecipare alle sue iniziative, raccogliendone proposte e suggerimenti

  Dettaglio
Le priorita' si riferiscono agli obiettivi generali che la scuola si prefigge di...

... realizzare nel lungo periodo attraverso l'azione di miglioramento. Le priorita' che la scuola si pone devono necessariamente riguardare gli esiti degli studenti. Si suggerisce di specificare quale delle quattro aree degli Esiti si intenda affrontare (Risultati scolastici, Risultati nelle prove standardizzate nazionali, Competenze chiave europee, Risultati a distanza) e di articolare all'interno quali priorita' si intenda perseguire (es. Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado; Riduzione della variabilita' fra le classi; Sviluppo delle competenze sociali degli studenti di secondaria di I grado, ecc.). Si suggerisce di individuare un numero limitato di priorita' (1 o 2 per scuola) selezionandole all’interno di una stessa area o al massimo di due aree degli Esiti degli studenti. I traguardi sono di lungo periodo e riguardano i risultati attesi in relazione alle priorita'. Si tratta di risultati previsti a lungo termine (3 anni). Essi articolano in forma osservabile e/o misurabile i contenuti delle priorita' e rappresentano le mete verso cui la scuola tende nella sua azione di miglioramento. Per ogni priorita' individuata deve essere articolato il relativo traguardo di lungo periodo. Essi pertanto sono riferiti alle aree degli Esiti degli studenti (es. in relazione alla priorita' strategica "Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado", il traguardo di lungo periodo puo' essere definito come "Rientrare nella media di abbandoni regionali pari al 4%, e precisamente portare gli abbandoni della scuola al di sotto del 4%"). E' opportuno evidenziare che per la definizione del traguardo che si intende raggiungere non e' sempre necessario indicare una percentuale, ma una tendenza costituita da traguardi di riferimento a cui la scuola mira per migliorare, ovvero alle scuole o alle situazioni con cui e' opportuno confrontarsi

Priorità e Traguardi

Risultati scolastici

PRIORITA'

- Sviluppo di progetti legati alle competenze trasversali; -Sviluppo di attività specifiche di recupero e di potenziamento. (a conferma del precedente RAV

TRAGUARDO

- Realizzazione di progetti che consentano a docenti ed alunni di sviluppare dei collegamenti tra le diverse competenze. - Realizzazione di attività per alunni con specifiche esigenze (difficoltà o potenziamento)

Obiettivi di processo collegati

- introduzione della figura di docente tutor per le attività di recupero e potenziamento


Risultati nelle prove standardizzate nazionali

PRIORITA'

-continuazione dei livelli sopra la media ottenuti nel tempo ad oggi.

TRAGUARDO

- Potenziamento annuale della preparazione alle prove INVALSI

Obiettivi di processo collegati

- Somministrazione e simulazione di prove INVALSI


Competenze chiave europee

PRIORITA'

- Potenziamento da parte dei genitori nel osservanza di tutte le voci del Regolamento scolastico rinnovato

TRAGUARDO

Riuscire a rendere armonica e ulteriormente funzionale l'organizzazione e la vita scolastica per tutti (Dirigenza, corpo docente, personale ATA, alunni e genitori)

Obiettivi di processo collegati

- miglioramento della qualità della vita ed organizzazione scolastica


Risultati a distanza

PRIORITA'

Mantenimento dei punti di forza

TRAGUARDO

potenziamento dei punti di debolezza

Obiettivi di processo collegati

- miglioramento generale


MOTIVAZIONE SCELTA PRIORITA'

La promozione di momenti di coordinamento e progettazione trasversale possono garantire una completezza dell'intervento educativo e didattico. Il rispetto da parte di tutti coloro che "vivono" l'istituto in base al regolamento garantirebbe una maggiore qualità della vita scolastica. La possibile introduzione di attività per alunni con specifiche esigenze (difficoltà o potenziamento) garantirebbe una maggiore qualità e successo formativo di ogni singolo alunno.

Gli obiettivi di processo rappresentano una definizione operativa delle attività...
... su cui si intende agire concretamente per raggiungere le priorita' individuate. Essi costituiscono degli obiettivi operativi da raggiungere nel breve periodo (un anno scolastico) e riguardano una o piu' aree di processo. Si suggerisce di indicare l'area o le aree di processo su cui si intende intervenire e descrivere gli obiettivi che la scuola si prefigge di raggiungere a conclusione del prossimo anno scolastico (es. Promuovere una figura di docente tutor per supportare gli studenti in difficolta' del primo anno dell'indirizzo linguistico nella scuola secondaria di II grado; Individuare criteri di formazione delle classi che garantiscano equi-eterogeneita'; Utilizzare criteri di valutazione omogenei e condivisi per la matematica nella scuola primaria; Ridurre gli episodi di esclusione e i fenomeni di bullismo nella scuola secondaria di I grado; ecc.).

Obiettivi di processo

Curricolo, progettazione e valutazione

introduzione della figura di docente tutor per le attività di recupero e potenziamento

Ambiente di apprendimento

Somministrazione e simulazione di prove INVALSI

Continuita' e orientamento

miglioramento generale

Orientamento strategico e organizzazione della scuola

miglioramento della qualità della vita ed organizzazione scolastica

Contributo degli obiettivi di processo nel raggiungimento delle priorità