Dettaglio
Le priorita' si riferiscono agli obiettivi generali che la scuola si prefigge di...

... realizzare nel lungo periodo attraverso l'azione di miglioramento. Le priorita' che la scuola si pone devono necessariamente riguardare gli esiti degli studenti. Si suggerisce di specificare quale delle quattro aree degli Esiti si intenda affrontare (Risultati scolastici, Risultati nelle prove standardizzate nazionali, Competenze chiave europee, Risultati a distanza) e di articolare all'interno quali priorita' si intenda perseguire (es. Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado; Riduzione della variabilita' fra le classi; Sviluppo delle competenze sociali degli studenti di secondaria di I grado, ecc.). Si suggerisce di individuare un numero limitato di priorita' (1 o 2 per scuola) selezionandole all’interno di una stessa area o al massimo di due aree degli Esiti degli studenti. I traguardi sono di lungo periodo e riguardano i risultati attesi in relazione alle priorita'. Si tratta di risultati previsti a lungo termine (3 anni). Essi articolano in forma osservabile e/o misurabile i contenuti delle priorita' e rappresentano le mete verso cui la scuola tende nella sua azione di miglioramento. Per ogni priorita' individuata deve essere articolato il relativo traguardo di lungo periodo. Essi pertanto sono riferiti alle aree degli Esiti degli studenti (es. in relazione alla priorita' strategica "Diminuzione dell'abbandono scolastico nel primo anno di secondaria di II grado", il traguardo di lungo periodo puo' essere definito come "Rientrare nella media di abbandoni regionali pari al 4%, e precisamente portare gli abbandoni della scuola al di sotto del 4%"). E' opportuno evidenziare che per la definizione del traguardo che si intende raggiungere non e' sempre necessario indicare una percentuale, ma una tendenza costituita da traguardi di riferimento a cui la scuola mira per migliorare, ovvero alle scuole o alle situazioni con cui e' opportuno confrontarsi

Priorità e Traguardi

Risultati scolastici

PRIORITA'

Innalzare i livelli di apprendimento in Italiano e in Matematica.

TRAGUARDO

Miglioramento delle medie, in Italiano e in Matematica, della maggioranza degli alunni della scuola primaria e secondaria.

Obiettivi di processo collegati

- Implementare la valutazione per competenze con gruppi di lavoro sia per classi parallele che per dipartimenti.

- Concentrare il contenuto dei curricola e il tempo della didattica ad attività che consentano la costruzione di adeguate competenze di base

- Promuovere formazione interna ed esterna sulla didattica per competenze.


PRIORITA'

Ridurre la percentuale di studenti che conseguono all'esame conclusivo del 1°ciclo una valutazione bassa.

TRAGUARDO

Portare verso la media nazionale la percentuale di studenti che all'esame conclusivo conseguono un livello medio-alto.

Obiettivi di processo collegati

- Implementare la valutazione per competenze con gruppi di lavoro sia per classi parallele che per dipartimenti.

- Migliorare la collaborazione tra docenti, promuovendo spazi di condivisione di materiali anche attraverso l'utilizzo di piattaforme digitali.

- Stabilire momenti di recupero e potenziamento per piccoli gruppi o classi aperte

- Concentrare il contenuto dei curricola e il tempo della didattica ad attività che consentano la costruzione di adeguate competenze di base.

- Sfruttare al meglio le potenzialità degli strumenti e dei laboratori presenti nell'istituto.

- Realizzazione di un’organizzazione educativa e didattica personalizzata, sia negli obiettivi sia nei percorsi formativi.

- Concentrare il contenuto dei curricola e il tempo della didattica ad attività che consentano la costruzione di adeguate competenze di base

- Organizzazione didattica oraria che preveda attività di approfondimento e di studio a scuola


PRIORITA'

Collaborazione e condivisione tra i docenti.

TRAGUARDO

Condividere le pratiche più efficaci al fine di far emergere e valorizzare le competenze acquisite dagli alunni.

Obiettivi di processo collegati

- Implementare la valutazione per competenze con gruppi di lavoro sia per classi parallele che per dipartimenti.

- Migliorare la collaborazione tra docenti, promuovendo spazi di condivisione di materiali anche attraverso l'utilizzo di piattaforme digitali.

- Promuovere l'autoformazione dei docenti.

- Concentrare il contenuto dei curricola e il tempo della didattica ad attività che consentano la costruzione di adeguate competenze di base.

- Rilevare tutti i curriculum dei docenti per valorizzare le professionalità e promuovere attività di aggiornamento interno.

- Sfruttare al meglio le potenzialità degli strumenti e dei laboratori presenti nell'istituto.

- Realizzazione di un’organizzazione educativa e didattica personalizzata, sia negli obiettivi sia nei percorsi formativi.

- Organizzazione didattica oraria che preveda attività di approfondimento e di studio a scuola

- Mettere a disposizione degli insegnanti una biblioteca didattica per l'aggiornamento e la formazione

- Promuovere formazione interna ed esterna sulla didattica per competenze.

- Condividere buone pratiche inclusive col supporto della Funzione Strumentale.


PRIORITA'

Omogeneizzare e diffondere la didattica laboratoriale e l'interattività con gli studenti.

TRAGUARDO

Potenziare la sfera dell'autonomia degli studenti e della pratica del cooperative learning; ciò renderebbe più proficua l'attività laboratoriale.

Obiettivi di processo collegati

- Migliorare la collaborazione tra docenti, promuovendo spazi di condivisione di materiali anche attraverso l'utilizzo di piattaforme digitali.

- Promuovere l'autoformazione dei docenti.

- Sfruttare al meglio le potenzialità degli strumenti e dei laboratori presenti nell'istituto.

- Realizzazione di un’organizzazione educativa e didattica personalizzata, sia negli obiettivi sia nei percorsi formativi.

- Concentrare il contenuto dei curricola e il tempo della didattica ad attività che consentano la costruzione di adeguate competenze di base

- Organizzazione didattica oraria che preveda attività di approfondimento e di studio a scuola

- Condividere buone pratiche inclusive col supporto della Funzione Strumentale.


Risultati nelle prove standardizzate nazionali

PRIORITA'

Migliorare gli esiti nelle prove nazionali della scuola primaria e secondaria

TRAGUARDO

Ridurre le difficoltà degli studenti (anche di coloro che presentano bisogni educativi speciali) nella comprensione di testi articolati

Obiettivi di processo collegati

- Stabilire momenti di recupero e potenziamento per piccoli gruppi o classi aperte

- Concentrare il contenuto dei curricola e il tempo della didattica ad attività che consentano la costruzione di adeguate competenze di base.

- Realizzazione di un’organizzazione educativa e didattica personalizzata, sia negli obiettivi sia nei percorsi formativi.


PRIORITA'

Maggiore coordinazione e coesione programmatica tra le classi parallele

TRAGUARDO

Condivisione di pratiche didattiche, modalità di progettazione e valutazione tra docenti

Obiettivi di processo collegati

- Implementare la valutazione per competenze con gruppi di lavoro sia per classi parallele che per dipartimenti.

- Concentrare il contenuto dei curricola e il tempo della didattica ad attività che consentano la costruzione di adeguate competenze di base.

- Migliorare la collaborazione tra docenti, promuovendo spazi di condivisione di materiali anche attraverso l'utilizzo di piattaforme digitali.

- Maggior coinvolgimento delle famiglie alla vita della scuola rispetto alla realizzazione di iniziative di vario tipo.


Competenze chiave europee

PRIORITA'

Innalzare il livello delle competenze chiave e di cittadinanza.

TRAGUARDO

Approfondire le competenze trasversali (educazione alla cittadinanza, competenze sociali e civiche).

Obiettivi di processo collegati

- Implementare la valutazione per competenze con gruppi di lavoro sia per classi parallele che per dipartimenti.


PRIORITA'

Perfezionare il protocollo di valutazione delle competenze chiave di cittadinanza.

TRAGUARDO

Elaborare un documento fruibile da tutti i tre ordini scolastici dell'Istituto.

Obiettivi di processo collegati

- Migliorare la collaborazione tra docenti, promuovendo spazi di condivisione di materiali anche attraverso l'utilizzo di piattaforme digitali.


Risultati a distanza

PRIORITA'

Agevolare la trasferibilità degli apprendimenti e delle competenze sociali, cognitive e culturali.

TRAGUARDO

Favorire l'acquisizione della flessibilità mentale, sociale e organizzativa nella gestione della formazione continua.

Obiettivi di processo collegati

- Concentrare il contenuto dei curricola e il tempo della didattica ad attività che consentano la costruzione di adeguate competenze di base.

- Migliorare la collaborazione tra docenti dei diversi ordini di scuola creando specifici gruppi di lavoro per la continuità e l'orientamento.

- Estendere l'attività di orientamento a tutto il percorso degli alunni.

- Promuovere l’implementazione di progetti e percorsi condivisi finalizzati a facilitare il passaggio degli alunni tra i diversi ordini di scuola.


PRIORITA'

Migliorare il rapporto e la collaborazione con gli Istituti superiori.

TRAGUARDO

Costituire attività di monitoraggio per la rilevazione degli esiti degli studenti nella scuola secondaria di II grado.

Obiettivi di processo collegati

- Migliorare la collaborazione tra docenti, promuovendo spazi di condivisione di materiali anche attraverso l'utilizzo di piattaforme digitali.


MOTIVAZIONE SCELTA PRIORITA'

Il processo di autovalutazione evidenzia la necessità dello sviluppo di un'etica della responsabilità per accrescere al massimo il senso di legalità e l'autonomia d'iniziativa. Tutto questo deve essere accompagnato a una fattiva condivisione di un approccio formativo comune nei diversi ordini di scuola per poter garantire un buon successo a tutti gli alunni, anche nella prosecuzione degli studi futuri.

Gli obiettivi di processo rappresentano una definizione operativa delle attività...
... su cui si intende agire concretamente per raggiungere le priorita' individuate. Essi costituiscono degli obiettivi operativi da raggiungere nel breve periodo (un anno scolastico) e riguardano una o piu' aree di processo. Si suggerisce di indicare l'area o le aree di processo su cui si intende intervenire e descrivere gli obiettivi che la scuola si prefigge di raggiungere a conclusione del prossimo anno scolastico (es. Promuovere una figura di docente tutor per supportare gli studenti in difficolta' del primo anno dell'indirizzo linguistico nella scuola secondaria di II grado; Individuare criteri di formazione delle classi che garantiscano equi-eterogeneita'; Utilizzare criteri di valutazione omogenei e condivisi per la matematica nella scuola primaria; Ridurre gli episodi di esclusione e i fenomeni di bullismo nella scuola secondaria di I grado; ecc.).

Obiettivi di processo

Curricolo, progettazione e valutazione

Implementare la valutazione per competenze con gruppi di lavoro sia per classi parallele che per dipartimenti.

Concentrare il contenuto dei curricola e il tempo della didattica ad attività che consentano la costruzione di adeguate competenze di base

Promuovere formazione interna ed esterna sulla didattica per competenze.

Ambiente di apprendimento

Creare un clima di rispetto e di inclusione nelle classi attraverso la promozione dei comportamenti positivi.

Sfruttare al meglio le potenzialità degli strumenti e dei laboratori presenti nell'istituto.

Organizzazione didattica oraria che preveda attività di approfondimento e di studio a scuola

Inclusione e differenziazione

Stabilire momenti di recupero e potenziamento per piccoli gruppi o classi aperte

Realizzazione di un’organizzazione educativa e didattica personalizzata, sia negli obiettivi sia nei percorsi formativi.

Creare un clima di rispetto e di inclusione nelle classi attraverso la promozione dei comportamenti positivi.

Condividere buone pratiche inclusive col supporto della Funzione Strumentale.

Continuita' e orientamento

Concentrare il contenuto dei curricola e il tempo della didattica ad attività che consentano la costruzione di adeguate competenze di base.

Migliorare la collaborazione tra docenti dei diversi ordini di scuola creando specifici gruppi di lavoro per la continuità e l'orientamento.

Estendere l'attività di orientamento a tutto il percorso degli alunni.

Promuovere l’implementazione di progetti e percorsi condivisi finalizzati a facilitare il passaggio degli alunni tra i diversi ordini di scuola.

Orientamento strategico e organizzazione della scuola

Migliorare la collaborazione tra docenti, promuovendo spazi di condivisione di materiali anche attraverso l'utilizzo di piattaforme digitali.

Implementare la conoscenza della missione e delle priorità della scuola.

Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

Promuovere l'autoformazione dei docenti.

Rilevare tutti i curriculum dei docenti per valorizzare le professionalità e promuovere attività di aggiornamento interno.

Mettere a disposizione degli insegnanti una biblioteca didattica per l'aggiornamento e la formazione

Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

Maggior coinvolgimento delle famiglie alla vita della scuola rispetto alla realizzazione di iniziative di vario tipo.

Portare a conoscenza delle famiglie e del territorio la missione e le priorità della scuola.

Realizzare un PTOF maggiormente fruibile dall'utenza.

Elaborare un bilancio sociale per rendere conto del servizio reso all'utenza e al territorio.

Contributo degli obiettivi di processo nel raggiungimento delle priorità